Adotta un’opera: il Nabucco di Verdi alla Fenice

Opera
[img_assist|nid=15072|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=123]VENEZIA - Il Nabucco di Verdi, nona opera della stagione lirica della Fenice, è stata adottata dall’Autorità Portuale di Venezia e da APV Investimenti. Otto sono le recite previste, già esaurite; la prima, domenica 19 ottobre 2008 alle ore 19.00 (turno A1), sarà trasmessa in diretta da Rai Radio3. Renato Palumbo dirigerà l’Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice (direttore del Coro Claudio Marino Moretti). Nel cast si alterneranno Alberto Gazale, Piero Terranova e Leo Nucci nel ruolo di Nabucco; Roberto De Biasio e Alessandro Liberatore in quello di Ismaele; Ferruccio Furlanetto, Konstantin Gorny e Michail Ryssov in quello di Zaccaria; Paoletta Marrocu e Alessandra Rezza in quello di Abigaille; Anna Smirnova e Tiziana Carraro in quello di Fenena. Altri interpreti : Francesco Musinu, Luca Casalin, Elisabetta Martorana,  Francesca Sassu. L’opera sarà proposta in un nuovo allestimento della Fondazione Teatro La Fenice con regia e scene di Günter Krämer, costumi di Falk Bauer, luci di Guido Petzold.Sette le repliche, martedì 21 ottobre alle ore 19.00 (turno D1), mercoledì 22 alle ore 19.00 (fuori abbonamento), venerdì 24 alle ore 19.00 (turno E1), sabato 25 alle ore 19.00 (recita riservata a Il Sipario Musicale), domenica 26 alle 15.30 (turno B1), martedì 28 alle 17.00 (turno C1), mercoledì 29 alle 19.00 (fuori abbonamento).L’iniziativa Adotta un’opera è stata presentata oggi alla Fenice dal Sovrintendente Giampaolo Vianello, Paolo Costa, Presidente dell’Autorità Portuale di Venezia e Ugo Campaner, Presidente APV Investimenti. Adotta un’opera è progetto riservato alle aziende nell’ambito delle attività di found raising svolte dalla società società Fest – Fenice Servizi Teatrali.  Nabucco Il librettista Temistocle Solera, già collaboratore di Verdi per Oberto, conte di San Bonifacio e futuro estensore di Attila, attinse dal dramma Nabuchodonosor di Auguste Anicet-Bourgeois e Francis Cornu (Parigi 1836) e dall’omonimo ballo storico di Antonio Cortesi (Teatro alla Scala 1838),  che Verdi ha iniziato a lavorare all’opera nel maggio 1841. Verdi da giovane ricercava precisamente drammi dai contenuti ‘forti’ e dalle contrapposizioni nette, semplici e, per l’appunto, ‘melodrammatiche’ perché più adatte ad una drammaturgia musicale dalle tinte accese ed intense, concepita per il massimo coinvolgimento emotivo dell’ascoltatore. È possibile inoltre che l’affinità di soggetto con gli esempi di opere ‘corali’ rossiniane potesse in qualche modo stimolare Verdi all’emulazione. Non secondario, per il successo dell’opera, fu anche il cast a disposizione, che comprendeva il più celebre baritono dell’epoca, Giorgio Ronconi, il soprano Giuseppina Strepponi e il basso profondo Prosper Dérivis. Nabucco è anche un dramma d’individui, che incontra un culmine di rarefatta e raffinata delicatezza d’orchestrazione nella conclusione e un momento d’altissima individuazione drammatica nella delineazione degli alterni stati d’animo che avvincono Nabucco al termine del secondo atto. Insieme a Va’ pensiero, questi episodi rappresentano i momenti più alti d’una drammaturgia fondamentalmente nuova, fondata sull’idea della resa teatrale da perseguire a qualsiasi costo. Nel nome di quest’idea Nabucco, quel 9 marzo 1842, avrebbe segnato per Verdi il primo completo trionfo di una lunga serie.    Stagione Lirica della Fenice   Dal 19 al 29 ottobre 2008   19/10/2008 ore 19.00 21/10/2008 ore 19.00 22/10/2008 ore 19.00 24/10/2008 ore 19.00 25/10/2008 ore 19.00 26/10/2008 ore 15.30 28/10/2008 ore 17.00 29/10/2008 ore 19.00   Teatro La Fenice - VENEZIA   Nabucco dramma lirico in quattro parti   libretto di Temistocle Solera   musica di Giuseppe Verdi    personaggi e interpreti principali:  NabucodonosorAlberto Gazale (19,21,24,26)Piero Terranova (22,29) Leo Nucci (25, 28)  Ismaele Roberto De Biasio (19,21,24,26,28) Alessandro Liberatore (22,25,29)  Zaccaria Ferruccio Furlanetto (19,21,24,26,28)Michail Ryssov (29) Konstantin Gorny (22,25)  Abigaille Paoletta Marrocu (19,21,24,26,28) Alessandra Rezza (22,25,29)  Fenena Anna Smirnova (19,21,24,26,28) Tiziana Carraro (22,25,29)   Gran sacerdote Francesco Musinu   Abdallo Luca Casalin  Anna Francesca Sassu  maestro concertatore e direttore Renato Palumbo     regia e scene Günter Krämer costumi Falk Bauer light designer Guido Petzold   Orchestra e Coro del Teatro La Fenice direttore del Coro Claudio Marino Moretti  con sopratitoli nuovo allestimento Fondazione Teatro La Fenice   Info: www.teatrolafenice.it/