Per Akrópolis 8 in scena Indemoniate al Palamostre

Foyer
[img_assist|nid=10744|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Per il terzo appuntamento di Akrópolis 8 del Teatro Club, tassello di teatro civile di ScenAperta, sabato 17 e domenica 18 novembre, alle ore 21 al Palamostre, è la volta dell'attesissima di Indemoniate, lo spettacolo prodotto dallo stesso Teatro Club insieme al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, sul testo scritto a quattro mani da Giuliana Musso e Carlo Tolazzi.   Indemoniate è interpretato da Sandra Cosatto, Marta Cuscunà, Fabiano Fantini, Riccardo Maranzana, Federico Scridel, Massimo Somaglino, quest’ultimo anche responsabile della regia. Spettacolo già fortunato, sia per la felice coproduzione che ha unito due importanti realtà produttive regionali, sia per il forte successo di pubblico e critica già riscontrato a Trieste nel corso delle 14 repliche nella Sala Bartoli del Politeama Rossetti, sempre al tutto esaurito dopo il debutto del 29 ottobre scorso. Del ragguardevole risultato sono soddisfatti tutti i protagonisti di questa avventura teatrale a lieto fine, che intorno a un episodio antico di storia locale ha saputo gettare un ponte significativo tra Udine e il capoluogo giuliano: innanzitutto i responsabili della produzione, Antonio Calenda e il direttore organizzativo Stefano Curti, per lo Stabile, e Angela Felice e[img_assist|nid=10745|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=462] Giovanna Nadali, per il Teatro Club, e naturalmente gli artisti, cui, oltre agli attori e autori, vanno aggiunti Belinda De Vito, per scene e costumi, Claudio Parrino, per musiche e luci, Marta Bevilacqua, per i suggerimenti coreografici, e Serena Di Blasio, per l’assistenza alla regia. Una piccola tribù a cui va dato il merito di aver dato forma compiuta a un lungo lavoro di ricerca, che, tra tappe permanenti da prova aperta e mise en space, ha alle spalle almeno due anni e mezzo di lavoro. Quasi un cantiere sempre aperto, data la difficoltà di fissare l’arduo argomento scelto a tema: il fenomeno di possessione femminile che nel 1878 perturbò per un anno la piccola comunità carnica di Verzegnis e, dopo un sordo contrasto tra il clero e le autorità civili, fu sedato con l’intervento della forza pubblica e il ricovero coatto di 17 presunte indemoniate nel manicomio di Udine. Di quel fatto, la cui eco arrivò perfino nell’aula del Parlamento del Regno, lo spettacolo sa ora restituire tanto la dimensione documentaria quanto la suggestione metaforica, in un raro equilibrio stilistico tra parola dialogata e gesto misterioso, tra naturalismo scenico da tranche de vie popolare di fine ‘800 e allusività di eco universale nella direzione del malessere, della protesta, della compassione e, contro tutto questo, dell’ottusità del potere. In esclusiva per le rappresentazioni udinesi, sarà proposto inoltre, nel pomeriggio di domenica 18, alle ore 18, sempre al Palamostre, anche lo spettacolo Pizzicata dal desiderio, frutto di un laboratorio di artigianato teatrale nato proprio su suggestione del lavoro sulle Indemoniate di Verzegnis e animato dall’attrice Francesca Varsori dell’Associazione Culturale Luna e l’altra con un gruppo di donne assistite dall’O.P.P. triestino. E’ un esempio, in questo caso, di teatro-verità che prende spunto dal tarantismo pugliese, antico rituale terapeutico nato intorno al 1100 e in uso fino agli anni ’70. Ma soprattutto, dentro l’isola protetta della scena, ambisce a denudare il disagio reale, anche qui al femminile, delle creature escluse dalla festa dei vincenti, incastrate in invisibili ragnatele, ma baciate, rispetto agli altri, dal dono inimitabile e indicibile dell’innocenza, della purezza e della libertà. Akrópolis 8, percorsi di teatro civile - ScenAperta Sabato 17 novembre e domenica 18 novembre 2007, ore 21:00 Teatro Palamostre, Piazzale Diacono - UDINE Indemoniate drammaturgia di Giuliana Musso e Carlo Tolazzi con Sandra Cosatto, Marta Cuscunà, Fabiano Fantini, Riccardo Maranzana, Federico Scridel, Massimo Somaglino regia Massimo Somaglino Teatro Club Udine – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia Info: Teatro Club Udine tel. 0432-507953 info@teatroclubudine.it www.teatroclubudine.it