Al Festival Pianistico di Trieste 2009 l'estro e la maestria di Alessandro Lanzoni

Classica
TRIESTE - Secondo appuntamento, giovedì 24 settembre, sul palcoscenico della Sala Ridotto del Teatro Verdi di Trieste, alle ore 20.30, dell'ottava edizione del Festival Pianistico di Trieste con il concerto di uno dei più brillanti ed eclettici talenti della scena musicale nazionale, il pianista Alessandro Lanzoni, capace di trionfare nelle competezioni concertistiche internazionali sia come pianista che come violoncellista. A Trieste Alessandro Lanzoni offrirà una performance a tema, Dal classico all’improvvisazione, proprio per sottolineare l’articolato filo conduttore della serata. Vero e proprio enfant prodige della musica, Alessandro Lanzoni è talento giovane e vivacissimo (appena diciassettenne), ma già riconosciuto e celebrato dalla critica nazionale ed europea. Al pubblico del Festival pianistico il musicista fiorentino offrirà un piacevole excursus su musiche di Scott Joplin, George Gershwin, Duke Ellington, Charlie Parker, Thelonius Monk, Miles Davis, Bill Evans, Keith Jarrett. Nato in una famiglia di musicisti, Lanzoni ha subito messo in luce un precocissimo talento musicale, consolidato con studi classici, e riconosciuto dai numerosi primi premi in importanti Concorsi nazionali e internazionali. La sua formazione jazzistica avviene sotto la cura di Leonardo Pieri e Mauro Grossi e in virtù di altre importanti esperienze didattiche: John Taylor e Kenny Wheeler a Bertinoro, le workshop con Stefano Bollani e Franco D'Andrea, i seminari estivi di “Siena Jazz”. L'assegnazione di due Borse di Studio lo hanno portato a frequentare le Clinics di Umbria Jazz a Perugia e la Berklee School di Boston nell'estate 2007. A soli 14 anni si è imposto all’attenzione generale in ambito jazzistico con il primo Premio al prestigioso Concorso “International Massimo Urbani Award”, confermandosi poi nel 2008 con il primo Premio al Concorso Internazionale “Elba Jazz Contest” quale leader del “Teen Quartet”. Successivamente, a Firenze, ha vinto il concorso di esecuzione pianistica Jazz intitolato a Luca Flores. Si è finora esibito con artisti come Lee Konitz, Renato Sellani, Fabrizio Bosso, Lello Pareti, Gianni Basso, e nel 2007 ha debuttato a New York in Piano Solo nell'Auditorium della Morgan Library. Nel dicembre successivo è stato ospite dell'ONU per un concerto di grande rilievo alla presenza del Segretario Generale Ban Ki Moon e della stampa internazionale. Ira Gitler ha recensito l'evento su “Jazzimprov N.Y.” , sottolineando il sorprendente talento del giovane pianista. Col bassista Ares Tavolazzi e il batterista Walter Paoli ha formato un Trio che ha effettuato numerosi concerti in tutta Italia. E’ l’astro nascente del jazz italiano: la critica musicale e i periodici specializzati gli hanno dedicato numerosi servizi e interviste. L'ottava edizione del Festival Pianistico di Trieste è diretta da Fedra Florit e promossa dall’Associazione Chamber Music di Trieste, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla Cultura, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Trieste e la sponsorizzazione della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia. Biglietti presso Ticket Point Trieste (c.so Italia 6C, tel 040-3498276)