Al via il Festival internazionale del cinema Kino Otok - Isola Cinema

Rassegne

[img_assist|nid=6853|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Isola (Slo) - Si terrà da giovedì 31 maggio sino a lunedì 4 giugno la quarta edizione del Festival internazionale del cinema Kino Otok - Isola Cinema. Gli ingredienti principali del festival rimangono invariati: cinque giorni di spettacoli, proposti in una meravigliosa cornice come quella offerta dall’accogliente cittadina costiera istriana, consentono di potersi occupare tutto il giorno (e anche la notte) dell'arte cinematografica in modo rilassato ma intenso.

Da sottolineare lo sforzo degli organizzatori nel far accompagnare le opere cinematografiche sempre con il commento personale dell’autore. Questo per far si che non si propongano proiezioni nude e crude poiché nessuna proiezione di un film sarebbe realmente ‘completa’ senza la presenza del suo regista. Da ciò l’encomiabile volontà degli organizzatori di invitare quanti più registi possibile.

Tema di questa quarta edizione del Festival del cinema Kino Otok - Isola Cinema sarà La persistenza della visione, e alla serata inaugurale, a presentare il film d’apertura della rassegna Bamako sarà proprio il suo autore, un grande poeta della cinematografia contemporanea, il regista del Mali Abderrahmane Sissako.
La prima serata che avrà luogo nel pittoresco Cinema estivo di[img_assist|nid=6854|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=428] Otok in Piazza Manzioli, nel centro storico di Isola, continuerà poi con la presentazione di una nuova sezione cinematografica dal titolo Dobri sosedje: medregijski program (Buoni vicini: programma interregionale). Il programma, che ogni anno porta due autori da paesi confinanti con la Slovenia, verrà inaugurato dal film vincitore del premio per il miglior debutto al Festival di Venezia nel 1961, Banditi a Orgosolo del veterano italiano Vittorio De Seta. In seguito, il regista si unirà al pubblico di Isola, ed alla fine del festival presenterà il suo ultimo lavoro Lettere dal Sahara.

Nella sezione Focus: Vittorio De Seta verranno proiettate le nuove copie dei magnifici documentari corti degli anni ’50 del secolo scorso. E come rappresentante austriaco di quest’anno ci sarà Peter Schreiner con il suo intimo documentario Bellavista.
Il Cinema estivo Otok è già da tradizione il palcoscenico centrale del concorso Trgatev (Vendemmia), dove cinque film da ogni parte del mondo concorrono per il premio del pubblico e l’acquisto dei diritti per la distribuzione cinematografica in Slovenia. La Vendemmia di quest’anno sarà aperta dal film Daratt (Stagione secca), che non lascia spazio a dubbi sul talento di un altro regista subsahariano, il vincitore del premio speciale della giuria allo scorso Festival di Venezia Mahamat-Saleh Haroun, che quest’anno sarà a Isola. Gli altri film in gara sono: Zapiski putevogo obkhodchika (Appunti di un controllore ferroviario) del regista cosacco Žanabek Žetiruov, Glue del regista argentino Alexis dos Santos, Saratan del regista Ernest Abdidžaparov (Kirgizistan) e Jin tian de yu zen me yang? (Come va con i pesci oggi?) di Guo Xiaolu, regista cinese trapiantata a Londra.

Al Kino Otok - Isola Cinema si svolgerà per la seconda volta il programma educativo dal titolo Silvanova kino šola (La scuola di cinema di Silvan), che è dedicato e prende il nome dal padrino del festival (e fondatore della Cineteca Slovena) Silvan Furlan. Il motto del programma di quest’anno, che sta nascendo in collaborazione con l’Associazione cineteca, è Io sono la scena del film. Oltre alle presentazioni dei film della svizzera Jacqueline Veuve e del belga Boris Lehman (entrambi presenti al festival), faranno parte del ciclo di conferenze e presentazioni anche le opere di Jonas Mekas (Stati Uniti), Naomi Kawase (Giappone), Viktor Kossakovski (Russia) e titoli dalla collezione del misterioso collettivo sloveno noto con il nome di OM Produkcija.

Il festival Kino Otok - Isola Cinema invita ogni anno alcuni fedeli collaboratori stranieri a portare al festival i propri amici del mondo del cinema. Il premiato regista e sceneggiatore sloveno (nonché presidente onorario di Kino Otok - Isola Cinema) Jan Cvitkovi? questa volta ha invitato Christopher Coppola (Stati Uniti) e il suo progetto PAH-Fest, che promette un vero e proprio festival nel festival telematico. Olaf Müller, critico tedesco della rivista Film Comment, presenterà il film Schuss! del regista Nicolas Rey (Francia). Helmut Groschup, il direttore del Festival internazionale del cinema di Innsbruck che con Kino Otok - Isola Cinema forma una forte partnership dal nome Kooperativa, verrà a Isola con il creativo brasiliano [img_assist|nid=6855|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=420]José Araù e il suo film As Tentações do Irmão Sebastião Le tentazioni di frate Sebastiano. Il direttore dell’Art-center internazionale De Beursschouwburg (nonché selezionatore programmatico belga e custode) Cis Bierinckx ha scelto Xiaolu GUO con il film Address Unknown (il suo film Come va con i pesci oggi? è in gara nella sezione Vendemmia), mentre il selezionatore programmatico di festival e critico britannico Neil Young ci presenterà Graham Robertson (Stati Uniti) e il suo film Able Edwards.

L’eclettica sezione festivaliera Odprti otok (Isola aperta) quest’anno include i seguenti film: Manoro (L’insegnante) del regista Brillante Mendoza (Filippine), la nuova versione redux del film Who Killed Cock Robin? del regista statunitense Travis Wilkerson, Waarom heeft niemand mij verteld dat het zo erg zou worden in Afghanistan? (Perché nessuno mi ha detto che in Afghanistan sarebbe andata così male?) del regista Cyrus Frisch (Olanda) e Kenen joukoissa seisot (Rivoluzione) del regista finlandese Jouka Aaltonen, che sarà anche l’ultimo film proiettato in questa edizione del festival.
Il curatore Igor Prassel, in collaborazione con il Festival internazionale del film d’animazione Animateka, presenterà inoltre i più bei momenti del Film d’animazione cinese contemporaneo.

Infine, tra il 6 e il 10 giugno si svolgerà un programma di dopofestival nell’art-cinema Kinodvor a Lubiana, dal titolo Otok v Ljubljani (L’Isola a Lubiana). Oltre ad una selezione dal programma del festival Kino Otok - Isola Cinema, il programma includerà anche alcuni eventi speciali, la prima della distribuzione cinematografica del vincitore dello scorso anno (premio del pubblico al Festival Kino Otok - Isola Cinema 2006), vale a dire il film Gol ya puch (Pieno o vuoto) del regista iraniano Abolfazl Jalili, e la prima, fortemente attesa, del nuovo film del regista sloveno (che però vive a Parigi) Boris Petkovi?, dal titolo Paris.love.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.isolacinema.org