The Gentlemen of Verona: sperimentazioni sul contemporaneo in Italia alla Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti

Art&Fatti

VERONA - Inaugurerà sabato 24 settembre 2011 alle 18 presso la Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti di Verona la mostra The Gentlemen of Verona: sperimentazioni sul contemporaneo in Italia, a cura di Andrea Bruciati.

La realizzazione della mostra è possibile grazie al coinvolgimento dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e al fondamentale contributo dell’Associazione Contemporanea Verona che organizza l'evento in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Forti. L'Associazione è senza scopo di lucro ed è finalizzata alla promozione della conoscenza dell'arte contemporanea sul territorio: il suo direttivo è costituito dalle maggiori gallerie di Verona che, con il loro impegno, già operano attivamente proponendo eventi di arte contemporanea nelle loro sedi (Artericambi, Boxart, Galleria dello Scudo, FaMa Gallery, La Giarina Arte Contemporanea, MARCOROSSI artecontemporanea, Studio La Città), affiancate dai fondatori di ArtVerona, alcuni collezionisti e figure di rilievo nell'organizzazione di iniziative culturali.
Il progetto rappresenta un chiaro segnale di quanto forte sia la volontà delle gallerie private di aprire un dialogo con la pubblica amministrazione della città, offrendo un ulteriore stimolo alla sensibilizzazione nei confronti della creatività di oggi e di domani.
Questo primo esperimento, ideato e realizzato da Andrea Bruciati, ha condotto alla significativa rassegna espositiva The Gentlemen of Verona: sperimentazioni sul contemporaneo in Italia. Fulcro centrale della mostra è la ricchezza delle proposte artistiche che ha caratterizzato il contemporaneo nel territorio, attraverso le opere di grandi autori che hanno contrassegnato la storia dell'arte italiana dell’ultimo decennio e non solo.
La mostra collettiva presenta le opere di 21 artisti, suddivisi per fasce generazionali: in via di storicizzazione, mid-career e giovanissimi. Alcune delle opere sono state raramente esposte, mentre molte sono inedite o realizzate specificatamente per la mostra, a dimostrazione della potente spinta creativa che ormai da anni contraddistingue questa parte di Italia. 
Come sottolinea il curatore Andrea Bruciati, la cultura non è inutile perché, soprattutto se ci si riferisce al contemporaneo, serve al presente per stabilire un canale di accesso fra la nostra realtà e i cambiamenti in atto e la proiezione dei nostri sogni e ideali, per ipotizzare la realizzazione degli stessi. Trovando la sua legittimazione nell' utilità individuale, come le emozioni e l’intelligenza critica che è capace di generare, crea un mondo migliore per l’interesse collettivo.
Ad integrazione di questa importante esposizione, verrà realizzata una pubblicazione bilingue italiano/inglese quale supporto scientifico, che comprenderà interviste a tutti gli stakeholders coinvolti, un imponente e ricco apparato iconografico inerente la produzione degli artisti in mostra, nonché una singolare documentazione fotografica relativa alla storia delle gallerie interessate.

Dal 24 settembre 2011 all'8 gennaio 2012

Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti, Volto Due Mori, 4 - VERONA

The Gentlemen of Verona: sperimentazioni sul contemporaneo in Italia

Artisti: Luigi Carboni, Angelo Filomeno, Franco Guerzoni, Emilio Isgrò, Aldo Mondino, Giovanni Morbin, Luigi Ontani, Anna Galtarossa, Andrea Galvani, Daniele Girardi, Paolo Maggis, Andrea Mastrovito, Sissi, Alessandro Roma, Thomas Braida, Tomaso De Luca, Elio Germani, Valerio Nicolai, Agne Raceviciute, Dragana Sapanjos, Giulio Squillacciotti

A cura di Andrea Bruciati

Vernissage: sabato 24 settembre, alle ore 18:00

Orario:  da martedì a domenica ore 10:30 – 19:00;chiuso il lunedì. Giorni di chiusura 1 novembre 2011
8 dicembre 2011, 25 – 26 dicembre 2011,1 gennaio 2012 e 6 gennaio 2012

Info: Fama Gallery

Tel. 0458030985

info@famagallery.com

www.famagallery.com

Palazzo Forti

Tel 0458001903

www.palazzoforti.it

Nelle immagini: Maggis, miu7, 2011
Aldo Mondino. Concerto Barocco, 1978