Gli Animali Speciali di Altan alla Galleria d'arte La Fortezza di Gradisca d'Isonzo

Art&Fatti

Gradisca d'Isonzo (GO) - Sabato 28 maggio, presso la Galleria d'arte La Fortezza di Gradisca d'Isonzo inaugura la mostra Animali speciali, che propone fino al 16 giugno, le tavole grafiche del grande fumettista Altan con le didascalie di Stefano Benni.

Francesco Tullio Altan – o, più semplicemente, Altan – non ha bisogno dipresentazioni. Padre di personaggi mitici come la Pimpa o il disincantato Signor Cipputi, nonché vignettista tra ipiù conosciuti ed apprezzati d'Italia, presenta alla Galleria La Fortezza diGradisca d'Isonzo una serie di tavole grafiche riunite sotto il titolo di Animali Speciali. In esse, gli scritti satirici di Stefano Benni arricchisconole già brillanti deformazioni ironiche con cui la penna dell'artista intervienesulle forme di alcuni tra i più comuni animali di compagnia. L'esposizione, che l'alto valore artistico rende uno degli appuntamenti clou del 2011 per i locali di Via Ciotti, si inaugura il prossimo sabato 28 maggio alle ore19.00 Per l'occasione, l'artista – presente in galleria – sarà peraltro lieto di dedicare ai presenti una serie esclusiva di serigrafie realizzate appositamente per La Fortezza. 

Il disegno di Altan è strano quanto quello di un marziano, scrive di lui Georges Wolinsky, nessuno disegnava così prima di lui. Il suo tratto morbido avvolge le forme, le plastifica. Ma la vera peculiarità della sua opera, a conti fatti, trascende l'inconfondibilità del segno per concentrarsi, piuttosto, sulla sua incredibile capacità dissacrante. Fondendosi con quegli aspetti di tenerezza quasi ingenua che tanto l'hanno fatto amare da generazioni di bambini, essa crea nei suoi disegni un mix esplosivo e contrastante che si scorge eppure fugge alle definizioni. Altan riesce ad essere così pungente perchè i suoi stessi personaggi prendono ledistanze dalla situazione che stanno vivendo, quasi si rendessero conto diessere attori di una scena. Proprio come nei monologhi a fumetti di Jules Feiffer, che tanto gli sono stati d'ispirazione e impulso negli anni giovanili.

Nato a Treviso nel 1942, Francesco Tullio Altan ha intrapreso gli studi a Bologna, per poi frequentare la Facoltà di Architettura di Venezia. Dopo le prime collaborazioni con il mensile persoli uomini “Playmen”, si trasferisce a Rio de Janeiro, dove lavora nel cinema brasiliano e crea il suo primo fumetto per bambini. Dal 1974 inizia a lavorare regolarmente come cartoonist anche per giornali italiani. Tornato in patria nel1975, risiede per un periodo a Milano per poi trasferirsi stabilmente ad Aquileia, dove tutt'ora vive. In questo stesso anno realizza uno dei suoi personaggi più fortunati: si tratta di Pimpa, il cagnolino a pois che entrerànei cuori dei bambini di tutt'Italia e che, dal 1987, vanterà un omonimo mensilepubblicato anche in Argentina e Turchia. Ma la celebrità di Altan si deve anche al versante del tutto opposto dei fumetti satirici e decisamente per adulti.Comparsi per la prima volta sul mensile Linus, essi troveranno in seguito spazio anche su Panorama, Tango, Cuore e Smemoranda, oltre che su L'espresso eLa Repubblica. Numerosi romanzi a fumetti sono poi stati pubblicati dal 1977 inItalia e all'estero, e c'è stato spazio anche per le taglienti riscritturebiografiche di personaggi storici quali Cristoforo Colombo o San Francesco D'Assisi. Nel corso della sua lunga carriera, il versatile Altan ha anche illustrato numerose opere di altri autori, ha scritto sceneggiature per film e speciali televisivi e ha seguito l'adattamento per il teatro delle sue storie di Kamilo Kromo, Colombo e Pimpa.

Dal 28 maggio al 16 giugno 2011

Galleria d'arte La Fortezza, Via Ciotti 25 - Gradisca d'Isonzo (GO)

Francesco Tullio Altan - Animali Speciali

Vernissage: sabato 28 maggio 2011, alle ore 19.00 

 

Orario: giovedì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 19.30, domenica dalle 10.00 alle 12.30

Ingresso libero

La mostra è realizzata con il contributo della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia

Info: gallerialafortezza@gmail.com

www.facebook.com/pages/LA-FORTEZZA/215339961118