Bergonzoni in anteprima Fvg al Verdi di Pordenone con lo spettacolo Nel

Foyer
[img_assist|nid=15239|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE - Alessandro Bergonzoni sarà al Teatro Verdi di Pordenone sabato 25 ottobre, alle 20.45: il suo nuovo spettacolo Nel, che arriva in prima regionale, inaugurerà il cartellone della prosa, In particolare aprirà la sezione Interazioni che da sempre si affianca al cartellone più tradizionale, esplorando proposte sceniche alternative, nuova drammaturgia, giovani artisti e temi di forte quotidianità.   Come scrive efficacemente Magda Poli sul Corriere della Sera, Alessandro Bergonzoni (che quest’estate ha ricevuto il prestigioso Premio Hystrio-Teatro 2008“per il suo straordinario percorso artistico e per aver tracciato nella storia del teatro italiano un solco originale e inedito, che da un quarto di secolo fa di lui una delle realtà più vivaci e interessanti della nostra scena) è unico nel panorama dei comici. Definizione che per nulla lo definisce e la sua unicità risiede nella genialità con la quale gioca con parole, sensi, logica e sintassi. E un visionario della parola – prosegue la Poli - che di fronte a quel materiale magmatico, vivo e significante lo manipola, lo tratta con iniezioni di surreale, ne svela deformando altri possibili, pertinenti e sagaci significati, lo amplia, lo deforma in vortici di pensiero, in spirali di senso per raccontare storie senza storie, garbugli metafisici e esistenziali perché, come afferma nel suo straordinario Nel, bisogna avere cura del proprio metafisico, perché morti si nasce e vivi si diventa. Per il resto, come sa bene chi conosce e ama Bergonzoni, è impossibile spiegare in termini consueti o codificati il suo lavoro, se non ribadendo che anche Nel è costruito attorno ai temi comici fondamentali di ogni sua creazione: il rifiuto del reale come riferimento artistico, “l’esplorazione” linguistica e l’assurdo come mondo comico da esplorare a tutto campo. Un’ideale corda tesa – prova a descrivere così lo spettacolo Riccardo Rodolfi, che firma la regia insieme Bergonzoni - a delimitare gli spazi del monologo da quelli del soliloquio. Un attore-attore che si muove nella ricerca di una precisione contemporaneamente complessa e comicamente dissonante. Uno spazio per sottolineare la reale linea d’ombra di Alessandro, mai come stavolta, sotto i vostri occhi e per i vostri cervelli. Com'è sempre avvenuto in occasione di ogni suo precedente lavoro, anche con Nel Bergonzoni basa la propria prova su un lungo, intenso monologo in cui l'utilizzo della parola - "smembrata", privata del suo primo significato - gli permette di dare vita aduna sorta di "gioco" in cui sono stati intelligentemente mescolati svariati elementi. In un immaginaria "miscellanea" (attualità, storia, letteratura ), Bergonzoni[img_assist|nid=15240|title=|desc=|link=none|align=right|width=427|height=640] prende per mano il pubblico, permettendogli di compiere un ideale esplorazione in quella dimensione dominata dall'assurdità, dal nonsense del quale egli si fa brillantemente interprete, in una "girandola" di citazioni e di frasi sconnesse atte a simboleggiare una specie di divertente, strampalato "puzzle" che ne rappresenta la comicità. E dimostra una volta di più che le sue acrobazie del linguaggio non sono un omaggio estetico al “nonsenso” ma l’esatto contrario, cioè una vera e propria sfida di senso, lo stimolo a proseguire nella ricerca di un significato e di un pensiero diverso, di un punto di vista “altro”, estraneo a schemi e convenzioni. Interazioni Sabato 25 ottobre 2008, ore 20.45 Teatro Comunale Giuseppe Verdi, via Martelli, 13 - PORDENONE Nel di e con Alessandro Bergonzoni scene di Alessandro Bergonzoni regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi Progetti Dadaumpa Srl Premio Hystrio - Teatro 2008 Biglietti: Intero € 20,00, Ridotto € 16,00, Studenti € 12,00 Info: tel. 0434247624 www.comunalegiuseppeverdi.it