Al via al Visionario di Udine il corso di cinema condotto da Giorgio Placereani

Pocket News

UDINE - Prenderà il via giovedì 9 febbraio al Visionario il nuovo corso di cinema condotto da Giorgio Placereani. Organizzato dalla Mediateca Mario Quargnolo col C.E.C., il corso in 4 lezioni pomeridiane (dalle ore 17.30 alle 19.30 nei giorni 9, 15, 23 febbraio e 1 marzo)  getterà luce sulla figura del narratore cinematografico attraverso l’analisi dell'universo diegetico (ossia l'universo del racconto), le “voci” del narratore, la metalessi (il racconto smascherato), la musica nel film (incontro condotto da Roberto Calabretto in collaborazione con l’Università degli Studi di Udine – Master in composizione di musica per film).

Il corso di Giorgio Placereani parte dall’assunto che quanto vediamo sullo schermo esprima “il vero”, come se nelle immagini di ogni film si dissolva in un “grande narratore” implicito, una figura che la teoria ha battezzato con termini come “grande venditore di immagini” o “meganarratore”, che non va confusa coi discorsi che fanno i personaggi e che non può essere ricondotta alla figura “extra-testuale” dell’autore. Poiché si modula in mille forme diverse, il narratore, o istanza narrante, dunque, è una “voce” difficile da riconoscere.

Placereani illustrerà i modi in cui il “grande narratore” si manifesta nel film e affronterà problemi connessi come quello - centrale nel cinema contemporaneo - dello statuto di verità dell’immagine,  della questione del tempo nel racconto cinematografico, degli statuti del sonoro, del vero e falso del “documento”, dell’universo diegetico, del sistema di aspettative dello spettatore, del rapporto che il narratore pone fra spettatore e personaggio e, infine,  delle forme in cui il racconto cinematografico si svela in quanto racconto.
Per partecipare è necessario inoltrare l'adesione a giulia@cecudine.org,  versare € 20 il primo giorno di corso, diventare soci della Mediateca Mario Quargnolo (tesseramento gratuito). È possibile iscriversi anche giovedì 9 febbraio.