Facebook ha i giorni contati. Parola di Bruce Sterling a Gorizia per il FilmForum Festival 2011

ConNotati

GORIZIA – Ebbene sì, Facebook ha i giorni contati. Ed è un pazzo chi punta sul futuro a lungo termine della geniale intuizione di Mark Zuckerberg, così come degli altri social network. Basti pensare a Myspace, che nel giro di un anno ha perso più del 70% del suo valore e dei suoi contatti.

Parola di Bruce Sterling, scrittore di fantascienza fra i più celebrati del nostro tempo,  teorico del cyberpunk e grande studioso dei nuovi media. Ospite a Gorizia della penultima giornata di FilmForum Festival, lo scrittore statunitense ha tenuto questa mattina, nella Sala Convegni di Palazzo della Torre, un’affollata lectio sul tema Media Transition and Media Mutation. Celebre per Mirrorshades, un'antologia di racconti di fantascienza del 1986 che ha contribuito a definire il filone cyberpunk, Sterling ha pubblicato diversi romanzi e racconti di fantascienza anche in Italia per le case editrici Fanucci e Mondadori.
E’ veramente assurdo che sia durata tutto questo tempo l’invenzione fortunosa di uno studente che si è ritirato dal college.  In ogni caso, i social network avranno al massimo 7, forse 10 anni di vita ancora. Poi, com’è nell’ordine delle cose, saranno sostituiti da nuovi media e nuovi linguaggi, probabilmente da un’evoluzione dei personal blog. A Gorizia Sterling ha trattato anche i temi della cyber war paventata nei giorni scorsi dal presidente Usa Barack Obama: Siamo già in guerra, effettivamente – ha sottolineato Sterling. - Puo’ sembrare una parola grossa, considerare ‘attacco bellico’ una semplice intrusione dentro un computer. Ma non dimentichiamo che i pc sono stati inventati durante la Seconda Guerra mondiale, quando i militari avevano la necessità di decodificare i codici nemici. E che dire del blog del presidente russo, solo poche settimane fa hackerato e messo fuori uso da nemici di cui non si scoprirà mai l’identità? O dei continui attacchi informatici degli hacker cinesi, che tutti ben conoscono e che nessuno affronta con decisione? . Noto per la produzione fantascientifica, Bruce Sterling si farà ispirare adesso dall’Italia, Paese in cui ha eletto la sua residenza per diversi mesi all’anno. Il mio prossimo romanzo sarà ambientato fra Capri e Los Angeles – ha anticipato lo scrittore a Gorizia – E non è detto che si tratti ancora di fantascienza.

Mercoledì 13 aprile, penultima giornata, a Gorizia, per FilmForum Festival – Spring School 2011: in mattinata, nell’ambito delle sessioni di convegno sarà presentato a Palazzo Della Torre il volume edito da Mimesis Cinema, Il porno espanso. Dal cinema ai nuovi media,a cura di Enrico Biasin, Giovanna Maina, Federico Zecca con una postfazione di Peter Lehman . La pubblicazione rientra in uno dei quattro versanti di studio della Spring School, quello dei ‘porn studies’, che esplora quest’anno le geografie dell’audiovisivo pornografico, cercando di leggere tale produzione da una prospettiva cartografica.
Si concludono anche gli incontri quotidiani del PRIN: alle 18, presso la Mediateca Casiraghi è in programma la tavola rotonda dedicata a La critica video ludica, protagonisti Diego Malara di XL, Federico Ercole del Manifesto e Alessandra Contin della Stampa. Prevista anche la proiezione in loop di una serie di filmati prodotti per Fuori Orario. Infine, al Kinemax di piazza Vittoria alle 21, riflettori sul nuovo mediometraggio Machinima presentato dai videomakers Alberto Momo e Federico Ercole di Fuori Orario e prodotto dal Dams di Gorizia. A seguire l’omaggio all’artista Stefano Ricci, disegnatore, fumettista e video maker, che firma l’immagine di FilmForum Festival.

Info: filmforum.uniud.it