Ivan Cotroneo presenta La Kryptonite nella borsa al Cinema Zancanaro di Sacile

Pocket News

 Sacile (PN) - Al via  la rassegna Viaggio in Italia, la penisola raccontata al cinema, dal 22 febbraio al 21 marzo al Cinema Zancanaro di Sacile. Il primo appuntamento è con La Kryptonite nella borsa, il film prodotto dalla Indigo Film che segna l'esordio alla regia dello scrittore e sceneggiatore Ivan Cotroneo, che per l’occasione sarà presente, assieme alla produttrice sacilese Francesca Cima, alle 21.00 al Cinema Zancanaro di Sacile.

Ivan Cotroneo è uno sceneggiatore di successo che ha vinto vari premi, tra cui il premio Solinas, il premio Moravia, il premio Saint-Vincent Cinema in Diretta, il premio letterario internazionale Merano Europa e collaborato con registi del calibro di Ozpetek e alle sceneggiature dei film di Pappi Corsicato (Chimera, I Vesuviani), Renato De Maria (Paz! e La prima linea), Daniele Luchetti (Dillo con parole mie), Riccardo Milani (Piano, solo), Maria Sole Tognazzi (L'uomo che ama), Luca Guadagnino (Io sono l'amore). Lo sceneggiato di cui è ideatore e sceneggiatore, Tutti pazzi per amore, ha rivoluzionato il mondo della fiction italiana.

Francesca Cima fonda nel 1994 la Indigo Film, insieme a Nicola Giuliano e Carlotta Calori, con cui ha frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia.La Indigo Film è oggi una delle più interessanti case di produzione italiane, dando vita a importanti esordi nel cinema, da La ragazza del lago di Andrea Molaioli a La doppia ora di Giuseppe Capotondi, Hai paura del buio di Massimo Coppola, La bocca del lupo di Pietro Marcello. Ha prodotto tutti i film di Paolo Sorrentino, tra cui Il Divo e This Must Be the Place, interpretato da Seann Penn e il secondo film di Molaioli, Il gioiellino, sul crak Parmalat.

Dentro La kryptonite nella borsa, film d’esordio del regista e scrittore Ivan Cotroneo – sceneggiatore fra i più apprezzati nel panorama cine-televisivo – ci sono molti degli elementi più rappresentativi del cinema italiano contemporaneo, oltre a costituire un intenso seppure leggero nel tono romanzo di formazione, capace di affrontare tematiche forti, sia dell'univesro femminile che di quello adolescienziale.

La storia raccontata nel film è ambientata in una Napoli del 1973. Peppino è il più giovane membro della famiglia Sansone. Neanche dieci anni, l'onta di una forte miopia giovanile e un'ammirazione per lo strambo cugino che crede di essere Superman. In seguito alla sua morte, il piccolo Peppino comincia a immaginarne la presenza, e di questo supereroe fantasma dal naso aquilino e dal forte accento napoletano fa il suo unico amico fidato. Quando la madre Rosaria entra in depressione dopo aver scoperto che il marito la tradisce, sarà infatti lui, più che i due zii giovani e incoscienti o i tre piccoli pulcini donati dal padre fedifrago, a insegnargli come trovare il proprio posto nel mondo.
Gli altri appuntamenti di questo lungo viaggio attorno alla penisola saranno Missione di pace, di Francesco Lagi (29 febbraio), Tormenti – film disegnato, di Filiberto Scarpelli (7 marzo), Il paese delle spose infelici, di Pippo Mezzapesa (14 marzo) e Bar sport, di Massimo Martelli (21 marzo).

Info: Cinemazero
tel. 0434-520404
www.cinemazero.org/