A Lagunamovies 2011 Rossana Casale omaggia la figura di Lelio Luttazzi

Rassegne

Grado (GO) - Second life come espressione di un talento poliedrico: quello di Lelio Luttazzi, che a Grado ritroveremo, nella serata di venerdì 12 agosto  fra musica, cinema e scrittura. Un’altra suggestiva declinazione del tema che accompagna l’edizione 2011 del festival Lagunamovies.

Grado (GO) - Second life come espressione di un talento poliedrico: quello di Lelio Luttazzi, che a Grado ritroveremo, nella serata di venerdì 12 agosto  fra musica, cinema e scrittura. Un’altra suggestiva declinazione del tema che accompagna l’edizione 2011 del festival Lagunamovies.

A Grado, echeggerà un ricordo del grande musicista e compositore triestino, a due anni dalla sua presenza al festival di Grado, che Luttazzi onorò di una splendida serata nell’agosto 2009. L’incontro è organizzato in collaborazione con la Fondazione Lelio Luttazzi, costituita e presieduta dalla moglie di Lelio, Rossana Luttazzi. E’ passato poco più di un anno dalla scomparsa del Maestro: l’8 luglio 2010 il ‘re dello swing’ si spegneva infatti a Trieste. Lelio Luttazzi, artista poliedrico e innovatore, fu tra i primi a “fare jazz” in Italia, brillante conduttore prima radiofonico e quindi televisivo, amato dal grande pubblico di ieri e di oggi anche per quell’umanità e quella sensibilità culturale e civile che sempre in lui trasparivano.

Lagunamovies vuole celebrare la verve artistica di Luttazzi, così brillante e insieme rigorosa, capace di spaziare con versatilità dalla musica alla scrittura, all’amore per il cinema che l’artista coltivò con moltissime colonne sonore – come quella del film “L’ombrellone”, di Dino Risi, di cui è stato anche interprete – ma anche con l’entusiasmante banco di prova di un film rimasto inedito, di cui negli anni Settanta curò soggetto, sceneggiatura, regia e musiche, oltre ad interpretarlo. Così come Lelio Luttazzi coltivò con orgoglio la sua passione per la scrittura, lavorando in modo tutt’altro che estemporaneo a diversi romanzi e a molti racconti, registrando regolarmente l’incoraggiamento e le critiche lusinghiere di amici e voci autorevoli del settore, primo fra tutto Mario Soldati. Scritti che saranno prossimamente pubblicati da una grande casa editrice, e in cui troviamo personaggi, atmosfere e tematiche calate nel nostro tempo, raccontato con sguardo attento e al tempo stesso con quell’acuta e sempre elegante ironia che fu cifra caratterizzante della personalità del grande artista.

A ricordare Lelio, nella serata di Lagunamovies condotta dalla giornalista Marinella Chirico, saranno la moglie Rossana, che ha dato vita nel settembre 2010 all’attivissima Fondazione Lelio Luttazzi, e la cantante Rossana Casale, unita al Maestro da una grande amicizia e dalla sintonia musicale che li stava portando a incidere insieme un disco del quale sono traccia preziosa alcuni pezzi inediti. Accompagnata a Grado dal pianista Luigi Bonafede, Rossana Casale delizierà il pubblico del festival con alcune dediche musicali a Lelio Luttazzi, intercalate alla lettura di racconti inediti a cura dell’attore Gualtiero Giorgini.

Lagunamovies 2011 - 8^ edizione - Second life. L’altro lato della vita

Venerdì 12 agosto  2011, ore 21:00

Diga Nazario Sauro - Grado (GO) 

L'altro lato del maestro: Lelio Luttazzi fra musica, cinema e letteratura

in collaborazione con la Fondazione Lelio Luttazzi

In caso di maltempo all’Auditorium Biagio Marin

Ingresso libero

Lagunamovies 2011 è promosso dal Comune di Grado con l’Assessorato alla Cultura della Regione Fvg, su progetto di Sergio Naitza, Daniela Volpe e Paola Sain, in sinergia con la Fondazione Carigo e Banca di Cividale, e con GIT, Promohotel e Consorzio Dolegna: il Collio a 7 stelle.

Info: www.lagunamovies.com