Tra Udine e Villach il K3, festival internazionale del Cortometraggio 2011

ConSequenze

UDINE - 30 cortometraggi selezionati tra 694 provenienti da tutto il mondo, tra fiction, animazione, documentario, sperimentale, commedia, dramma e video-arte: questo il corpus dell'edizione 2011 del  K3, il festival internazionale del Cortometraggio, in programma, tra Udine e Villach, dal 29 giugno al 3 luglio 2011.

La kermesse sarà inaugurata, mercoledì 29 giugno, alle ore 20, al cinema Visionario di Udine con la proiezione del primo blocco di cortometraggi provenienti dai Paesi Bassi e ben quattro premiere italiane provenienti dall’Austria, Croazia, Svezia. Dopo una pausa si proseguirà alle 21.30 con la seconda tranche con tre corti dall’Iran, Francia e Germania.

Tra I cortometraggi in programma The origin of creatures, una proiezione futuristica del mondo dopo un disastro catastrofico, Mouse Palace, ricreato sul modello di un vero appartamento in scala 1:10 con materiali commestibili per topi. I roditori, non appena arrivati al loro alloggio, hanno cominciato a rosicchiarlo. Il segno distintivo nelle pellicole di Harald Hund e Paul Horn è il modo allegro ed ironico di ridurre all‘assurdo le nostre idee di spazio e normalità. Spicca inoltre Streets of Invisible: Mike Stone (Karl Malden) e Steve Keller (Michael Douglas), sono tornati sulle strade odierne per prendere un maniaco omicida che avrebbe dovuto essere incarcerato 30 anni fa. Il famoso poliziesco degli anni 70 è ambientato ai giorni d’oggi in Google Street View. Un cortometraggio ricavato utilizzando esclusivamente le immagini di Google (Street View, Earth & Maps) e materiale audio dell’originale serie-TV Le strade di San Francisco. Seguirà Il Fiume, che attraverso molteplici strutture scoppiettanti trasmette risorse audiovisive per creare atmosfere che uniscono narrazione e concetti estetici al di là di una fotografia, Versus, catturata con una telecamera-box di 82 anni, che ritrae il paesaggio sociale privo di romanticismo. Il photofilm utilizzato ha una data di scadenza e passato attraverso i processi di distruzione della pellicola per ottenere il danno luce particolare che ha consentito l'ulteriore impiego .Il lavoro indaga ed esamina l'uomo come presenza attiva imprevedibile tra natura e tecnologia, analogica e digitale, statica e dinamica.

Ignorance invece racconta di un uomo che ritorna dal suo medico dopo un doloroso e problematico acciacco. Il dottore ha cercato invano di curarlo con ogni trattamento e chiama i suoi colleghi per un aiuto. Ne risulterà che la condizione patologica del paziente è una questione che concerne il pianeta intero. Una satira politica sul tema dell'ignoranza e sulla possibilità di un contagio ironocamente mondiale Segue Il Fiume Silenzioso, ambientato in Romania nel1986: Gregor e Vali vogliono andare via. Entrambi hanno bisogno l'uno dell’altro, ma vi è sfiducia reciproca. Una notte Gregor trova i suoi dubbi confermati. Alla fine rimane solo la speranza.

Invece il cortometraggio Per Sogand vede protagonista uan donna di nome Leyla Golchinpour, una giovane iraniana che ha divorziato dal marito a causa della sua dipendenza dalla droga e ora ha ottenuto un lavoro come saldatrice per le fabbriche e si occupa degli edifici dell’area. Guadagna i soldi per la vita di sua figlia.

Chiuderà la serata, alle 23 e sempre al Visionario, il dj set del viennese Michael Moser, nato nel 1969 a Villach e attualmente residente a Vienna. Lavora come musicista e dj, è stato membro della band art pop Snakkerdu Densk e della Electro Big Band Orchestra 33 1/3. Inoltre ha partecipato alla Swap Swaap Tundra (free jazz, techno) e alla improvvisazione collettiva Skud. Ha presentato le sue abilità musicali alla Viennale e alla Kunsthalle, così come alla Rhiz e Fluc

Dal 29 giugno al 3 luglio2011

UDINE e Villach (Aut) - location varie

K3 Festival internazionale del Cortometraggio