Cinzia Fiaschi, Wilmer Herrison, Claudia Zuriato - Paesaggi inconsueti

Dall'11 al 30 giugno 2010

Collettiva di tre artisti affacciatisi già da tempo sul panorama artistico nazionale e internazionale: Claudia Zuriato, Wilmer Herrison e Cinzia Fiaschi. L’esposizione è incentrata sul tema del Paesaggio, vuole sondare l’accezione meno comune del termine, quello desueto, intimo, che offre all’interlocutore molteplici e soggettive interpretazioni. Lo spettatore vivrà l’opera in modo assolutamente personale, ma anche gli stessi artisti coinvolti avranno la possibilità di esternare la loro propria visione del paesaggio, ognuno con la sua poetica e la sua tecnica, con un filo comune che indaga luci e trasparenze, finiture brillanti o opache in cui il colore in tutte le sue variazioni sembra danzare da un'opera all'altra in un'armonia di sensibilità che si incontrano all'unisono.

Claudia Zuriato, nata a Venezia nel ’74, incontra il mondo dell’arte nel corso dei suoi studi. Durante questo periodo e percorso formativo, guidata dai maestri dell’Accademia di BB.AA. di Venezia, abbraccia l’astrattismo dedicandosi allo studio e all’uso della materia come forma espressiva in connubio con segni grafici essenziali: fin da subito le sue opere, sia in fase di studio e formazione, che nella definizione, sono caratterizzate dai materiali adottati che spaziano dal composito di resine, all’uso di elementi in vetro, agli agglomerati cementizi con sabbie, aniline, terre, sali: materiali delineati in geometrie e disegni semplici e definiti; contemporaneamente si dedica anche alle altre tecniche grafiche, rielaborandone l’uso tradizionale.

Wilmer Herrison viene dal Venezuela, La piccola Venezia, vive in Europa da circa un decennio e dal 2005 risiede a Parigi dove ha completato la sua formazione artistica all'École du Louvre. Le sue opere, tranne alcune eccezioni in cui emerge il suo forte legame con la terra natia, trasmettono emozioni attraverso l’astrattismo, in cui il colore, puro e deciso, è il vero protagonista della tela. L’artista ha recentemente esposto a Venezia, in occasione delle sue personali PACHAMAMA tenutasi presso ADmore Galleria Ss. Cosma e Damiano, Isola Giudecca e SERENISSIMA, appena conclusasi presso lo Spazio Eventi Libreria Mondadori a San Marco.
Cinzia Fiaschi presente in selezionati eventi espositivi, con frequenti viaggi in USA, indica come suo stabile concept esecutivo la fermezza e la chiarezza dell’atto improvvisato (action-azione pittorica) all’unisono con il proprio corpo (gesto-movimento) necessario per intraprendere il suo personale viaggio estetico ed emotivo. Partecipa a workshop di contact improvvisation teatro-danza e Ideokinesi in Italia e all’Estero, crea istallazioni scenografiche per teatro, danza e set cinematografici. Da anni si presenta al pubblico con l’interessante “Colorinmovimento Project”, un progetto multimediale composto di istallazioni e tecniche miste accompagnato dalla variegata e internazionale Compagnia DAP (dance in action painting) da lei stessa concepita e creata nel 2003

Scheda Evento

Location:
Spazio Arte dei Mori, Campo Dei Mori - Cannaregio 3384 - VENEZIA
Vernissage:
venerdì 11 giugno, alle ore 18:00
Orario:
tutti i giorni 11.00-19.00. Sabato e domenica su appuntamento
Tel.:
0415244424