Con una tavolo rotonda su Ejzenstejn e la consegna dei Limina Awards 2009 si conclude la parte udinese di FilmForum 2009

ConSequenze
[img_assist|nid=18974|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE – Si conclude giovedì 26 marzo, al FilmForum 2009 di Udine, il convegno mondiale di studi sul cinema dedicato a In the very begininng, At the very end, che si svolge presso l’Ateneo friulano, nelle due sedi di Palazzo Antonini e Palazzo Caiselli. Fino a giovedì, nell’atrio di Palazzo Antonini resta visitabile anche la mostra Palladipelledime, con i lavori prodotti nel laboratorio condotto da Stefano Ricci per il corso di fumetto e grafica contemporanea al Dams di Gorizia. Da venerdì 27 marzo FilmForum 2009, diretto da Leonardo Quaresima e promosso dall’Università di Udine, si sposterà a Gorizia per nuovi incontri, workshops e proiezioni sul tema Cinema and Contemporary Arts. - Evento di particolare rilievo, nella giornata di domani, alle 12.00 a Palazzo Antonini, sarà la tavola rotonda dedicata al grande maestro del cinema Sergej Ejzenštejn. Introdotta dal docente Philip Rosen (Brown University), la tavola rotonda registra la partecipazione degli esperti Antonio Somaini (Università di Genova – Politecnico di Milano), Dunja Dogo (Università di Siena) e Luka Arsenjuk (Duke University). Conclusioni a cura del docente David Rodowick (Harvard University). In occasione dell’iniziativa, sarà presentata la pubblicazione curata da Francesco Pitassio La forma della memoria. Memorialistica, estetica, cinema nell’opera di Sergej Ejzenštejn. Il volume, edito Forum, contiene saggi (fra gli altri) di Vittorio Strada, Leonardo Quaresima, del direttore del Museo del Cinema di Mosca Naum Klejman, e inoltre un testo inedito a firma di Sergej Ejzenštejn, Le cinque epoche. A proposito della realizzazione del film La linea generale, uscito[img_assist|nid=18975|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=481] unicamente sulla Pravda del 6 giugno 1926. - Sempre domani, alle 11.30 a Palazzo Antonini, è prevista la cerimonia di premiazione dei vincitori dei Limina Awards 2009, riservati al miglior libro di cinema edito in Italia e all’estero pubblicato nel corso del 2008. I Premi sono stati vinti quest’anno dallo storico e critico cinematografico Gian Piero Brunetta (Universita’ di Padova) (Limina Award 2009 per i miglior saggio professionista, con il volume Il sergente nella neve. la sceneggiatura Einaudi 2008), da Marco Bertozzi (Storia del documentario italiano, Marsilio Venezia 2008) e Marco Senaldi (Doppio sguardo. cinema e arte contemporanea, Bompiani Milano 2008) per il miglior saggio italiano, da András Bálint Kovács (Screening modernism european art cinema, 1950-1980) per il miglior saggio straniero e per la miglior traduzione dal saggio L’uomo visibile. B.Balázs, a cura di Leonardo Quaresima, edito Lindau 2008. Domani sera, infine, al Cinema Visionario dalle 21, il programma di proiezioni sarà dedicato ai grandi maestri teorici del cinema contemporaneo: in programma di Thierry Kuntzel il film Echolalia, e dei registi Eugène Green, Pedro Costa e Harun Farocki il film Memories (Memorie), 2007. Ingresso libero, Info: tel. 0432556648 http://udineconference.uniud.it