Friuli Doc 2011 al via con Fabio Capello

E20
Grande chiusura domenica con il concerto di Umberto Tozzi

UDINE - Sarà il commissario tecnico della della nazionale inglese di calcio, Fabio Capello, a tenere a battesimo giovedì 15 settembre la XVII edizione di Friuli Doc, la più grande rassegna enogastronomica della regione in programma a Udine dal 15 al 18 settembre, quest’anno dedicata alla Terra dei Patriarchi.

Una rassegna che si conferma come la più prestigiosa vetrina dei prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia, con in primo piano il marchio regionale Tipicamente friulano, offrendo al contempo ai suoi visitatori un menu ricco di sorprese, intrattenimento e musica di qualità. Sulla scia del successo degli scorsi anni, inoltre, anche in questa edizione è confermato il grande concerto finale, affidato come sempre a un grande nome della musica italiana. Ospite della serata conclusiva di Friuli Doc 2011 sarà Umberto Tozzi che con i suoi intramontabili successi saprà coinvolgere il pubblico di ogni età, lasciando un ricordo indelebile della XVII edizione.
Il taglio del nastro che aprirà ufficialmente la kermesse sarà giovedì 15 settembre alle 17.30 in piazza Libertà. A scandire l’evento saranno le note suonate dalla Fanfara della Julia, eccezionalmente presente per il momento clou che apre le porte della rassegna al pubblico regionale. Speaker ufficiale sarà Martina Riva, majanese di nascita, ma romana d’adozione dove lavora nella redazione spettacoli di Sky Tg24 come esperta di cinema. Sarà lei a presentare il testimonial di quest’anno, Fabio Capello, e le autorità locali, con il sindaco della città Furio Honsell a fare gli onori di casa. Come già annunciato, infine, sopra piazza Libertà volerà la mascotte di questa edizione, tre enormi palloni tricolore in omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia.

Dopo lo stop per i lavori di ristrutturazione, torna piazza XX Settembre, prima novità di quest’anno, dove troveranno posto, al coperto, gli stand della Provincia di Udine, capofila degli undici Comuni del territorio della “Terra dei Patriarchi” (Aquileia, Udine, Cividale, San Daniele, Gemona, Moggio, Tarcento, Zuglio, Codroipo, Marano e Rosazzo). Qui si potranno infatti degustare le prelibatezze del Consorzio Vini Aquileia, le Proloco di Godia, Avasinis e Coderno, il Consorzio Dolce Nord Est con le Proloco di Campeglio e di Magnano in Riviera, la Cooperativa dei Pescatori di Marano Lagunare e la Pro loco di Bagnaria Arsa, di Udine e di Rosazzo.
Sempre per palazzo Belgrado sarà disponibile poi la centralissima piazza Libertà, sul cui terrapieno si presenteranno dal punto di vista storico e turistico tutti gli 11 comuni coinvolti. Sempre qui, sotto la loggia del Lionello, troverà posto anche “Bimbi Doc”, il contenitore di iniziative e attività rivolte ai più piccoli, che per alcuni eventi si trasferirà anche nella corte di palazzo Morpurgo e sotto il loggiato del castello.
Prima di cedere il passo ai lavori di manutenzione programmati al termine della kermesse, anche piazza Matteotti farà ancora la sua parte, con il grande tendone allestito, come lo scorso anno, dall’Ersa Fvg. Filo conduttore di quest’anno sarà “Nonni e nipoti”, un modo per avvicinare le giovani generazioni alle tradizioni enogastronomiche e non solo della regione. Tra le prelibatezze che qui si potranno degustare i prodotti lattiero caseari di montagne e di pianura, il Montasio, il San Daniele, la trota e molto altro.
La Camera di Commercio di Udine, in collaborazione con Udine e Gorizia Fiere, sarà invece presente in piazza Venerio, per la prima volta affidata all’ente camerale sotto l’egida del Friuli Future Forum. Qui si proporrà il mercato dei prodotti tipici regionali come anteprima di “Good!”, la fiera udinese dedicata al mondo enogastronomico. Un modo per degustare e acquistare prodotti tipici, ma anche per riflettere sui temi della manifestazione, le evoluzioni del cibo e il futuro.
Comunità montana della Carnia, pro loco pontebbana, Gemona, Faedis e Nimis ancora una volta protagoniste in piazza Duomo (comprese piazzetta Bertrando, via Vittorio Veneto e via San Francesco). Come sempre a fare gli onori di casa saranno, tra gli altri, i gettonatissimi cjarsons, la richiestissima birra di Sauris e le immancabili frittelle di mele. Appendice di piazza Duomo sarà anche quest’anno via San Francesco, dove troveranno posto le prelibatezze di Pontebba e i formaggi di Gemona.
Tradizionale presenza sul piazzale del Castello, torna anche quest’anno sul punto più alto della città la Comunità collinare, così come resta confermato, ma stavolta con uno stand più grande, il tarvisiano e la pro loco di Capriva in largo Ospedale Vecchio.
Le pro loco di Buttrio e di Savorgnano del Torre troveranno poi spazio rispettivamente in piazza Marconi e piazza san Cristoforo, e le specialità dell’associazione sagra dell’Oca di Morsano resteranno sempre in piazzetta Belloni.

Queste le piazze. Ma Friuli Doc, come sempre, non si esaurisce qui. Tante, anzi tantissime, infatti, saranno le vie del centro cittadino pronte ad ospitare altrettanti soggetti, tra mostre, esposizioni e prelibatezze enogastronomiche. In via Mercatovecchio e all’inizio di via Vittorio Veneto resta confermata la tradizionale presenza di Confartigianato, mentre la Confederazione Nazionale dell’Artigianato, ospite per la prima volta di Friuli Doc, realizzerà una mostra fotografica sui mestieri artigiani nella Sala della Contadinanza in Castello. In via Stringher invece verrà allestito uno spazio dedicato ai musei friulani, come ad esempio quello della Civiltà contadina di Pozzo di San Giorgio della Richinvelda o il Museo archeologico medioevale di Attimis.
Via Cavour poi accoglierà l’Ecomuseo delle Acque e l’associazione “Lat” di Gemona, con l’associazione Apistici, l’associazione Ovicaprini, la pro loco di Pantianicco ed il frantoio di Campeglio. I Giardini del Torso saranno invece la vetrina degli uffici comunali per la Promozione della Salute e dello Sviluppo Sostenibile unitamente con l’ufficio Città Sane e il Ludobus e alcune associazioni cittadine come l’Acat, Air e Andi, Ace contro L’elettrosmog, Ateneo delle Idee e Fareegiocare e Uisp. Tutti con l’obiettivo comune di realizzare alcune attività volte alla valorizzazione e promozione del gioco, dell’ ecosostenibilità e dello stare insieme.
Come già annunciato, l’Agenzia Giovani del Comune, in collaborazione con le Officine Giovani, nell’Oasi giovane di piazzetta Antonini (via Petracco) davanti all’università, daranno vita a numerose attività rivolte al pubblico giovane. Nella prima parte di via Gemona, infine, troveranno posto gli stand dedicati all’artigianato artistico e allestiti dal borgo cittadino.
Molte altre vie, infine, saranno popolate dai tanti stand e dalle casette del Comune messe a disposizione delle associazioni del territorio per la promozione delle loro attività.
Come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno nei giorni della manifestazione, saranno inoltre previste deroghe all’allietamento musicale negli pubblici esercizi. In particolare, i locali potranno fare musica all’esterno fino all’1 di notte, senza creare disturbo o sovrapposizione con gli altri spettacoli della kermesse. Per quanto riguada invece l’allietamento all’interno degli esercizi, la deroga è prevista fino alle 2 per venerdì 16 settembre e fino alle 2.30 per sabato 17.

Dopo Demo Morselli nel 2009 e Paolo Belli nel 2010, per il gran finale della XVII edizione di Friuli Doc ci sarà Umberto Tozzi. La Pregi srl di Renato Pontoni, infatti, ha scelto un nome di primo piano del palcoscenico musicale nazionale per la serata che chiude la più grande kermesse enogastronomica della regione. Una kermesse che, come ormai da diversi anni a questa parte, non è solo una vetrina dei prodotti enogastronomici, ma anche un ricco cartellone di eventi, concerti e spettacoli di qualità.
Il concerto del vincitore di Sanremo 1987 proporrà alle 21.30 i più grandi successi del cantautore italiano, spaziando dall’intramontabile Gloria alla romantica Ti amo, passando per le famosissime Si può dare di più, Gente di mare e Gli altri siamo noi e molti altri ancora.
Il programma artistico proposto quest’anno potrà contare complessivamente su quasi 100 appuntamenti e circa 500 artisti coinvolti. Un programma capace di coniugare la cultura dell’ascolto, la tradizione e l'innovazione, puntando a un costante rinnovamento e miglioramento e cercando di dare spazio anche a nuove realtà.
Una delle novità di quest’anno – spiega il “direttore artistico” di Friuli Doc, Renato Pontoni –  sarà l’utilizzo costante di piazza Libertà quale palcoscenico per gli spettacoli. Ogni sera, sul palco appositamente allestito, troveranno spazio  autentici show rivolti a tutte le fasce di pubblico”. Giovedì si apre con MT Live, un eclettico trasformista che cambia in continuazione genere musicale e performance per un divertimento assicurato. Venerdì sera, invece, sarà la volta della  FVG pop rock project, un coro supportato da rock band e orchestra con archi e fiati, di 25 artisti, con la direzione artistica del Maestro Rudy Fantin e diretta dal Maestro Alessandro Pozzetto per uno spettacolo di forte impatto e pieno di energia. Sabato sera, la Remengo Brothers e la Sip Band si uniranno per regalare tre travolgenti ore di funky, r&b & disco, all'insegna del ballo e del divertimento con jam session finale per la serata intitolata “Black night explosion”.
Nelle altre location di Friuli Doc, tra i grandi nomi presenti, come già anticipato, ci sarà Dorina. La nota cantante triestina, resa famosa dall’ultima edizione di X-Factor in onda su Rai2, sarà, sabato 17 alle 21.30, special guest sul palco di piazza Duomo dell’artista friulano Luca Roncadin insieme con l’orchestra Rhythm & Blues Band di Cividale.
Per la prima volta a Friuli Doc, si esibirà anche Omar Pedrini ex leader dei Timoria che, accompagnato da un’altra chitarra in acustico, riproporrà i suoi successi di sempre, cover e improvvisazioni in chiave rock.
In tutti i palchi coperti delle piazze e lungo le vie, inoltre, suoneranno dal vivo gruppi formati da due, tre o più elementi, cover band grandi e piccole e big band di grande richiamo popolare che spazieranno dal pop al rock, dal jazz all’hip hop, dalla disco al reggae. Solo per citarne alcuni, ci saranno i “Musicisti Entusiasti”, “Playa Desnuda”, “Crunchy Candies”, “Exes, Rhithm Blues Band”, “Arbe Garbe” e molti altri ancora.
Molte saranno anche le attrazioni on the road durante tutti i quattro giorni: dalle brass band più popolari come la “Mezza Sporca Dozzina” e “Furlans a manete”, alle tradizionali ed emozionanti bande di Cividale, Coja di Tarcento, Cervignano e Aquileia.
Non potranno mancare le proposte musicali della  tradizione  friulana locale come il gruppo de Lis Stelutis di Udin, gli Strepitz, Zuleika, Frizzi Comini Tonazzi, l’orchestra Petris e i solisti, ed altri. Il concerto dei Gorni Kramer quartet con la voce di Martina Feri si svolgerà, in Sala Ajace domenica alle ore 11 per soddisfare un pubblico raffinato, amante della musica degli anni 40 e 50 del grande direttore d’orchestra, arrangiatore, fisarmonicista e autore di oltre 1000 canzoni.
Molte saranno anche le attrazioni on the road durante tutti i quattro giorni: dalle brass band più popolari come la Mezza Sporca Dozzina e Furlans a manete, alle tradizionali ed emozionanti bande di Cividale, Coja di Tarcento, Cervignano e Aquileia.
Il programma si arricchirà di animazioni inedite con diversi gruppi impegnati nelle vie del centro storico, dai Clerici Vagantes  agli sbandieratori di Cordenons fino al Cinemamobile (cortometraggi per bambini all’interno di un simpatico mezzo), insieme con le attrazioni consolidate come il Carro di Staranzano.
Numerose anche le attività per i bambini, sparse in diverse location (Loggia del Castello, Loggia del Lionello, Largo Ospedale Vecchio, Palazzo Morpurgo) e rivolte non solo al tema di quest’anno, ma anche ad altri temi sviluppati durante la  manifestazione quali l’ecologia, il riciclo dei materiali e il rispetto dell’ambiente. Spazio dunque alla fantasia tra laboratori trucchi, storie, giochi e molto altro a cura di Maravee, Julia Artico, Ursus, Giraffa Ginger Fest e Codex. Inoltre, divertimento linguistico, traduzioni musicali dall’inglese al friulano per i bambini con il Wall Street Institute.

Dal 15 al 18 settembre 2011

UDINE - location varie

Friuli Doc 2011: Vini-vivande-vicende-vedute - XVII edizione - Terre dei Patriarchi

Giovedì 15 settembre

Il programma della giornata inaugurale


ore 15.30

Sala del Consiglio del Palazzo della Provincia

Tradizione e cultura della tavola
La cucina italiana dopo l'unità d'Italia
a cura dell’Accademia Italiana della Cucina

ore 17.30

Piazza Libertà

Inaugurazione di Friuli Doc 2011

Con le note della Fanfara della Julia
con la partecipazione del Testimonial Fabio Capello

ore 17.30 e ore 20.00

Palasport Benedetti, via Marangoni

ore 18.00

Giardino del Torso, via del Sale

Musica under-12 con DJ Gargamella

Basket DOC per piccini e... allenatori

ore 18.00

Piazza Venerio

In Piazza la Radio
Diretta e animazione con la Radio
a cura della Camera di Commercio di Udine

ore 18.15

Piazza Matteotti

Un brindisi tipicamente friulano

Taglio del nastro e inaugurazione
a cura di ERSA FVG

ore 18.30

Via Petracco - Oasi

Serata UNIUD.DOC – L’Università di Udine a Friuli Doc
Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori
Il volto umano del ricercatore

ore 19.00

Friuli Future Forum,  Via Savorgnana

Inaugurazione
Assaggi di cucina della tradizione e del futuro
a cura della Camera di Commercio di Udine

ore 19.00

Palazzo Kechler, Piazza XX Settembre


Udine tra segni, luoghi e tradizioni: un percorso di immagini e parole

a cura di Confartigianato di Udine

ore 20.00

Via Petracco - Oasi

A tutto suono!
in collaborazione con la Web radio d’Ateneo con Giulia Daici, Fahrenight, Evol, Green Shadows,
Rocktail, Blue Jam, Archer Divinity

ore 20.30

Giardino del Torso, Via del Sale

Rassegna di Film Anni '30
a cura di Ateneo delle Idee

 

ore 21.00

Giardino del Torso, via del Sale

Musica con DJ Kappah

ore 21.30

Piazza San Cristoforo

Furlan Pop Rock con Strepitz

ore 21.30

Piazza Marconi

Acoustic Pop con A & P

ore 21.30

Piazza Matteotti

Cover Rock con i Diatriba

ore 21.30

Piazzale del Castello

Folk a 360°con Petris e i Solisti

ore 21.30

Largo Ospedale Vecchio

Folk in casa con Frizzi Comini e Tonazzi

ore 21.30

Piazza Duomo

Classic Swing  and Soul con i Musicisti entusiasti

ore 21.30

Piazza Libertà

Trasformismo, musica e spettacolo con MT Live

ore 21.30

Piazza XX Settembre

Cover Disco Rock con Alta Tensione

Info: Tutte le maggiori informazioni si potranno trovare sul programma artistico distribuito nei vari infopoint o al PuntoInforma del Comune di Udine in via Savorgnana 12 (0432 414717).