Vortici di luce e buchi neri: Fabrizio Tamburini ne parla al Candiani di Mestre

Pocket News

Mestre (VE) Appuntamento martedì 5 aprile alle ore 17.30 al Centro Culturale Candiani con Fabrizio Tamburini - una delle menti più brillanti nel panorama scientifico e parte della ridotta schiera dei candidati al Premio Nobel per la Fisica – che potrà dialogare con i suoi concittadini in un incontro organizzato dal Centro Candiani in collaborazione con l’Università Popolare di Mestre.

Fabrizio Tamburini, veneziano da alcuni anni residente a Mestre, è autore di due eccezionali scoperte le cui applicazioni future potrebbero essere determinanti per l’umanità.
La prima riguarda le applicazioni del Momento Angolare Orbitale della Luce: se applicate alle onde radio, avremo un giorno un numero infinito di frequenze nelle telecomunicazioni e un considerevole aumento della capacità risolutiva dei microscopi e dei telescopi.
La seconda scoperta è di poche settimane fa e riguarda invece a possibilità di misurare la vorticità dei buchi neri contribuendo, in tal modo, alla conoscenza dell'universo intero e a testare, per la prima volta, l'esattezza della teoria sulla relatività generale espressa da Albert Einstein.
Partecipano all’incontro Antonio Bianchini e Tullio Cardona.

Ingresso libero