Del sesso della donna come campo di battaglia nella guerra in Bosnia

La Scena mobile 2010

Venerdì 19 novembre 2010, ore 18:30

di Matéi Visniec

regia di  Nicola Bonazzi

con Micaela Casalboni e Giulia Franzaresi

La Scena mobile torna, venerdì 19 novembre alle ore 18.30 al Centro Culturale Candiani, per lo spettacolo Del sesso della donna come campo di battaglia nella guerra in Bosnia, organizzato dal Centro Culturale Candiani in collaborazione con il Centro Donna del Comune di Venezia - Teatro dell’Argine in collaborazione con il CIMES – Dip.to di Musica e Spettacolo Alma Mater Studiorum Università di Bologna.
Lo spettacolo di Matéi Visniec, uno dei maggiori drammaturghi europei, per la regia di  Nicola Bonazzi con Micaela Casalboni e Giulia Franzaresi, è una vicenda semplice ed emozionante, che ci riporta al cuore della nostra modernità lacerata attraverso la storia di due donne, Kate e Dorra che si confrontano sul tragico destino di sopraffazione toccato a quest’ultima..
Lo scenario è quello della guerra nella ex Jugoslavia. Kate, una psicologa americana chiamata a sostenere i militari impegnati nella riapertura delle fosse comuni, si occupa ora di Dorra, una giovane donna che ha subito violenza in un’azione di rappresaglia. Nell’anodina tranquillità di una clinica svizzera, Dorra, dopo silenzi ostinati e furiosi, ripercorre le ragioni dell’odio secolare di cui è stata vittima, mentre Kate annota i progressi della sua condizione, integrandoli con osservazioni teoriche sulle pulsioni di aggressività verso la donna nelle guerre interetniche.
Quando la volontà di annientamento di Dorra sembra prevalere, un evento inatteso riapre la porta alla speranza.
La violenza delle guerre balcaniche rivive sulla scena alla luce di una sensibilità acuta e penetrante, grazie a due indimenticabili figure di donna alle prese con un dramma irriducibile, in un teatro della parola che riesce a dare evidenza fisica al dolore e allo strazio di ogni guerra.
 

Scheda Evento

Location:
Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani 7 - Mestre (VE)
Tel.:
041.2386111