Delitto perfetto: Geppy Gleijeses porta la suspense di Hitchcock in Teatro

Foyer
[img_assist|nid=11443|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Per quattro giorni Geppy Gleijeses proverà a dimostrare che il giallo funziona anche a Teatro. L’artista napoletano sarà ospite per quattro serate nel circuito ERT con il suo Delitto perfetto, adattamento teatrale dell’omonimo lavoro di Frederick Knott e, soprattutto, della sceneggiatura di Alfred Hitchcock. Lo spettacolo aprirà la breve tournee venerdì 11 gennaio nel Teatro Auditorium Candoni di Tolmezzo (ore 20.30), sarà poi al Verdi di Maniago sabato 12 gennaio alle 20.45 e chiuderà il fine settimana a Cividale, per la stagione del Ristori, domenica 13 gennaio alle 20.45. L’ultimo appuntamento è in programma martedì 15 gennaio, sempre alle 20.45, al Teatro Odeon di Latisana, per la rassegna firmata da ERT e CIT. Geppy Gleijeses, oltre ad essere interprete, è anche regista della produzione firmata Teatro Stabile di Calabria; con lui in scena ci saranno Stefano Santospago, Marianella Bargilli e Massimo Cimaglia. Una menzione particolare la merita Raffaele Pisu, al ritorno sul palco dopo alcuni anni d’assenza. Questa la vicenda: Tony, sposato con una donna bella e ricca, nonostante gli agi è ossessionato dai debiti della sua carriera fallita da tennista. Il desiderio di ereditare la fortuna della sposa lo spinge ad architettarne il delitto. Chi meglio di Swann, ex compagno di college ora in cattive acque, può fare al caso suo? Il piano è semplice ed efficace, ma le cose non vanno come Tony si aspetta…Delitto perfetto non presenta le caratteristiche del whodunit, il giallo classico nel quale il pubblico deve seguire tutto come i personaggi. Il pubblico sa tutto dal principio, mentre i personaggi non sanno nulla e l’assassino (il mandante) sa solo qualcosa. Non vi è un solo dettaglio che depisti il pubblico. Non è un whodunit perché non si deve scoprire l’assassino, la sua identità è nota fin dall’inizio. La suspense è creata dal fatto che il pubblico osserva i personaggi comportarsi allegramente in un’atmosfera malsana, partecipa con trasporto perché sa a quale destino vanno incontro i poveri attori. Sorgono nella mente di chi assiste continue domande: il marito assassino si darà alla fuga? Che ne sarà della moglie? L’ispettore salverà l’innocente? “Quello che mi ha affascinato[img_assist|nid=11444|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427] in questo testo – spiega Gleijeses - è la totale “amoralità” del protagonista ma anche di tutti gli altri personaggi; una delle scene più belle è quella in cui, tessendo una inesorabile tela di ragno, giocando al gatto col topo Tony rivela al compagno di università che lo ha seguito ininterrottamente per un anno e quest’ultimo apprende che una persona che gli era pressoché ignota fino a dieci minuti prima è penetrato nella sua vita come un virus. In una scena composta da un intrigo di scale alla Maurits Escher, che ho chiesto a Lorenzo Ghiglia di progettare, si dipana un gioco al massacro contrappuntato dai fastidiosi e civettuoli chiacchiericci borghesi alla Doris Day anni ’50. Mentre galleggia la felice famigliola inglese, si annodano sciarpe per strangolare, si affilano forbici da affondare e si ingrassano corde per impiccare. Straordinario contrasto”. Delitto perfetto di Frederick Knott sceneggiatura di Alfred Hitchcock regia di Geppy Gleijeses con Geppy Gleijeses, Raffaele Pisu, Stefano Santospago, Marianella Bargilli e Massimo Cimaglia Una produzione Teatro Stabile di Calabria Venerdì 11 gennaio 2008, ore 20.45 Teatro Auditorium Luigi Candoni - Tolmezzo (UD) Sabato 12 gennaio 2008, ore 20.45 Teatro Giuseppe Verdi - Maniago (PN) Domenica 13 gennaio 2008, ore 20.45 Cividale Del Friuli – Teatro Adelaide Ristori Martedì 15 gennaio 2008, ore 20.45 Latisana – Teatro Odeon Info: Ufficio Cultura di Tolmezzo, tel. 0433487911 Pro Loco di Maniago, tel. 0427730779 Ufficio Cultura Comune di Cividale, tel. 0432710350 CIT Latisana, tel. 043159288 www.ertfvg.it