Donna non rieducabile: la vicenda di Anna Politovskaja al Palamostre per Akrópolis 9

Foyer
[img_assist|nid=18640|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Terzultimo importante appuntamento per la rassegna Akròpolis. E' infatti di stretta e drammatica attualità il memorandum teatrale Donna non rieducabile, proposto martedì 10 marzo e inserito nel programma di Calendidonna 2009, al Palamostre, ore 21, in ricordo di Anna Politkovskaja. Venne definita dal Cremlino “donna non rieducabile”. Le hanno sparato il 7 ottobre 2006 prima al cuore e poi alla testa all’ingresso di casa sua. Un edificio alla periferia di Mosca. Lascia due figli. Lascia un’inchiesta sulle torture in Cecenia dei russi che non potrà più essere pubblicata dal suo giornale, la “Novaja Gazeta”. Lascia tutti i suoi documenti, archivi, foto, pc alla polizia russa, che come prima misura dopo la sua morte ha sequestrato tutto ciò che ha trovato nel suo modesto appartamento. Per leggerlo con calma durante le indagini. Lascia Putin, un ex membro del KGB, oggi potente di Russia. Lascia alla guida della Cecenia Kadyrov, uomo di Putin, da lei accusato di crimini contro la popolazione cecena. Lascia il silenzio del Cremlino, forse in lutto stretto. Ai suoi funerali nessun rappresentante del governo russo, nessun uomo politico e nessun giornale di Stato. Uno dei più importanti uomini delle istituzioni commentò: “Anna Politkovskaja? Non so chi sia”. Questo “memorandum teatrale”, con le voci incalzanti di due emozionanti interpreti, le rende giustizia. Rende merito alla sua sete di verità e al suo sacrificio per la difesa dei diritti di parola e di informazione. Lo firma Stefano Massini, caparbio scrittore di testi teatrali[img_assist|nid=18641|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=465] attenti ai misfatti del presente. Senza concessioni al patetismo, ma solo alla ferocia della cronaca. E sempre con lo sguardo rivolto sottotraccia anche alle derive in cui la democrazia può essere messa in pericolo. Sempre. Non solo in Cecenia. Teatro Club Udine - Akrópolis 9 x ScenAperta Martedì 10 marzo 2009, ore 21:00 Teatro Palamostre, piazzale Diacono 21 - UDINE Donna non rieducabile memorandum teatrale su Anna Politkovskaja testo di Stefano Massini con Luisa Cattaneo e Roberto Gioffrè regia Stefano Massini Il Teatro delle Donne – Calenzano (FI) / Centro Nazionale di Drammaturgia Info Teatro Club tel. 0432.507953 www.teatroclubudine.it