Donne senza uomini di Shirin Neshat, Leone d’Argento 2009, al Visionario di Udine

ConSequenze
UDINE - Venerdì 12 marzo al Visionario arriva il film acclamatissimo da pubblico e critica internazionali: Donne senza uomini di Shirin Neshat. Vincitore del Leone d’Argento per la Migliore Regia a Venezia 2009, il film è un’esclusiva per la provincia di Udine. Tratto dal romanzo omonimo di Shahrnush Parsipur, una delle più celebri scrittrici iraniane, Donne senza uomini segna il debutto nel lungometraggio dall’artista e fotografa Shirin Neshat (famosa per i suoi ritratti di corpi di donna interamente ricoperti da scritte in calligrafia persiana), da 30 anni a New York e da 12 creatrice di affascinanti video installazioni sui temi della politica, della cultura e della religione. Immergendo nel realismo magico la storia dei destini di 4 donne (Munis, Zarin, Faezehe Fakhri), Shirin Neshat ritorna con Donne senza uomini all’Iran degli anni ‘50 contribuendo al racconto della storia di un paese travagliato da poteri ottusi, ciechi alle ragioni della democrazia. Sullo sfondo dei tumulti politici di Teheran, le 4 protagoniste, diverse per natura, aspirazioni e classe sociale di appartenenza, lottano per ritrovare la libertà, portandone sulla pelle il prezzo, a seguito di violenze e soprusi. Un giardino di campagna, locus amoenus dominato da accese tessiture cromatiche che si contrappongono al color seppia che connota il contesto urbano in cui le vicende politiche si svolgono, è il luogo fondamentale verso cui le 4 donne convergono e dove trovano rifugio, lontano dalle avverse circostanze. Caratterizzata da un’affascinante fotografia e dalla sublime colonna sonora composta dal Maestro Ryuichi Sakamoto, Donne senza uomini è un’opera che sa scuotere ed emozionare, toccando temi profondi, personali e universali. L’iraniana Shirin Neshat è una fotografa e video artista che con le sue opere (in esposizione nelle maggiori gallerie del mondo, dalla Tate di Londra al Guggenheim Museum di New York) indaga l’identità delle donne musulmane. Conosciuta e acclamata a livello internazionale per la serie fotografica Women of Allah, Shirin Neshat debutta con Donne senza uomini nella regia cinematografica a seguito di un decennale impegno nella realizzazione di video installazioni: tra queste, Turbulent (1998) e Rapture (1999) con cui ha vinto il Premio Internazionale alla 48a Biennale d'Arte di Venezia.   Dal 12 al 15 marzo 2010, ore 15.00 – 16.45 – 18.30 – 20.15 16 e 17 marzo, orari 15.30 – 17.15 18 marzo, ore 15.00 – 16.45 – 18.30 – 20.15    Visionario, via Asquini, 33 - UDINE   Donne senza uomini (Zanan-e Bedun-e Mardan, Germania/Austria/Francia 2009, 95’ ) di Shirin Neshat   Info:  CEC/Centro Espressioni Cinematografiche tel. 0432299545  info@cecudine.org www.cecudine.org