Doppio appuntamento con Il libro della vita al Verdi di Pordenone

Foyer

[img_assist|nid=5598|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE – Doppio appuntamento martedì 3 e mercoledì 4 aprile nella Sala prove del Teatro Verdi di Pordenone. Nell’ambito della rassegna Interazioni andrà in scena Il Libro della vita, spettacolo autobiografico di e con Mimoun El Baroni. Mimoun El Baroni,  marocchino è uno degli attori della Compagnia della Fortezza, un gruppo di detenuti formatosi nel ’88 all’interno del carcere di massima sicurezza di Volterra.

Progetto attraverso il quale il regista Armando Punzo e i suoi collaboratori sono riusciti, in questi anni, a portare migliaia di spettatori dentro il carcere, contribuendo a valorizzare il teatro come attività a scopo terapeutico.

Un tavolino, una sedia, un quaderno davanti e un uomo che parla. Di sé, della sua famiglia lasciata, dell’impegno politico e intellettuale, di immigrazione clandestina, del sogno americano, del viaggio in nave, dell’approdo alla realtà, del carcere.
Questo il tema profondo e coinvolgente proposto da Mimoun che nel suo spettacolo è Ali. Ali racconta la sua vita, fatta di un mondo berbero, di rabbia, di non riconoscenza, di poesia. E questo viaggio nell’inferno del nostro tempo sfida non solo la possibilità dell’essere detto, ma anche il dominio della forma, in questo caso della forma di una drammaturgia ridotta veramente all’osso, e dà vita a questa forma della biografia sulla scena.

Il teatro dell’autobiografia prende il monologo e lo sdoppia di personaggi: il padre, la madre, i ragazzi del popolo, che si alternano felicemente nell’unica voce recitante, screziandola di[img_assist|nid=5599|title=|desc=|link=none|align=right|width=428|height=640] toni, registri, in felice alternanza: secca e densa insieme. Ombre della propria vita che emergono e prestano le proprie voci a quella, unica e multipla insieme, del protagonista.
Una piece dura e avvincente, piena di dolore e di vita. L’incontro tra il regista e il suo attore dà vita ad un confronto con frammenti di realtà raccontati da un’individualità che è quella di Mimoun, ma che, forse, può diventare emblema.
La scommessa è quella di partire da un’apparente non teatralità per aprire nuove finestre di conoscenza sul mondo e sulle possibilità di fare teatro.

Martedì 3 e mercoledì 4 aprile 2007, ore 20.45

Teatro Comunale Giuseppe Verdi – PORDENONE

Il libro della vita

ideazione e regia di Armando Punzo
 
di e con Mimoun El Barouni
 
Carte Blanche - Compagnia della Fortezza – Volterrateatro

Info: tel. 0434247624

www.comunalegiuseppeverdi.it