Ecce robot! Cronaca di un’invasione: Daniele Timpano porta Mazinga Z e la Goldrake generation al Comunale di Monfalcone

Rassegne
[img_assist|nid=27212|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Monfalcone (GO) -  Venerdì 12 marzo, alle ore 20.45, contrAZIONI, la rassegna del Teatro Comunale di Monfalcone dedicata alla scena teatrale emergente, chiude l’edizione 2009-2010 con Daniele Timpano, figura fra le più interessanti ed anomale del teatro contemporaneo italiano, autore ed interprete dello spettacolo Ecce robot! Cronaca di un’invasione. Prodotto da amnesiA vivacE con la collaborazione di Armunia Festival Costa degli Etruschi, Ecce robot! è un esilarante viaggio attraverso la storia dei cartoni animati giapponesi, liberamente ispirato all’opera di Go Nagai (l’ideatore di celebri serie quali Goldrake e Mazinga), una ricerca documentata e ricca di citazioni che contiene, al suo interno, un’arguta analisi dell’Italia che da quei mostri meccanici venne invasa.Iniziata infatti nell’aprile del 1978 sulla seconda rete nazionale con Goldrake, l’invasione dei serial nipponici, economicamente molto convenienti, proseguì su un’infinità di reti regionali per tutti gli anni Ottanta (fino al 1990 le serie animate trasmesse in Italia furono oltre 350).Ecce robot! ripercorre per frammenti l’immaginario eroico di una generazione cresciuta davanti alla televisione e, al contempo, racconta l’Italia degli anni Settanta: quella delle stragi, delle Brigate Rosse, del rapimento di Aldo Moro; quella in cui genitori, giornalisti e intellettuali bollavano come violenti e diseducativi i cartoni animati in questione (con alcune prestigiose eccezioni, per esempio Gianni Rodari e Marco Ferreri), ma anche quella in cui proliferavano le televisioni locali, sconvolgendo i ritmi delle famiglie e le modalità di educazione dei figli.Scrive Daniele Timpano nelle note di drammaturgia: Spigolosi, violenti, sessisti, scorretti, incuranti di qualsiasi bassa considerazione pedagogica (anche perché spesso originariamente non destinati a una fascia di spettatori under 12, bensì adolescenziale), molti di questi cartoni animati, che sulla carta sembrerebbero essere (e in parte sono davvero) dei semplici sottoprodotti della cultura di massa, sono stati invece miti e [img_assist|nid=27213|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427]modelli di riferimento, occasione di spunti, di traumi, di crescita o viceversa di rimbecillimento per tutta una generazione. Diseducativi? Violenti? Pericolosi? Può darsi. D’altronde sono stati loro i nostri veri genitori. Tutto ciò che so, che sento e sono, è cominciato – nel bene o nel male – davanti alla TV.Tra resoconto delle trame dei cartoni giapponesi e ricostruzione storica di un’invasione (quella dei serial nipponici nei palinsesti pubblici e privati ma anche quella della televisione dentro le nostre teste), lo spettacolo è il divertito e autocritico racconto di una generazione che, ignara di vivere negli anni di piombo, cresceva tra robots d’acciaio.Inventore di un modello di teatro assolutamente personale e nuovo, dal ritmo sostenuto, dalla recitazione disarmonica e dai toni surreali, Timpano ricostruisce con maniacale precisione un’intera puntata di Mazinga Zeta (da solo, con il solo ausilio delle luci, incarnando tutti i personaggi!) e descrive la vana crociata di genitori uniti contro il maligno catodico nipponico che monopolizza i figli d’occidente. Stagione Teatrale 2009-2010/ contrAZIONIVenerdì 12 marzo 2010, ore 20.45 Teatro Comunale, Corso del Popolo 20 - Monfalcone (GO)  Ecce robot! Cronaca di un’invasione scritto, diretto e interpretato da Daniele Timpano ispirato liberamente all’opera di Go Nagai Una produzione amnesiA vivacE in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi Info: Biglietteria del Teatro tel. 0481790470 www.teatromonfalcone.it