Enrico Ghezzi, Bernard Eisenschitz, Rinaldo Censi, Cyril Neyrat e Raymond Bellou chiudono Passion Godard a Udine

ConSequenze
[img_assist|nid=26507|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Si conclude sabato 6 febbraio Passion Godard: il cinema (non) è il cinema, il Convegno Internazionale di Studi dedicato a Jean-Luc Godard nell’anno del suo Ottantesimo compleanno,  inauguratosi ieri 5 febbraio e organizzato dal C.E.C. - Centro Espressioni Cinematografiche di Udine, Cinemazero di Pordenone e La Cineteca del Friuli di Gemona. Anche la seconda e conclusiva giornata del Convegno si svolgerà al Visionario dove, a partire dalle ore 9.00, si alternerannointerventi, relazioni, testimonianze e approfondimenti. Il convegno Passion Godard: il cinema (non) è il cinema, curato da Roberto Turigliatto, chiude la 12^ edizione de Lo Sguardo dei Maestri e la retrospettiva che dall’ottobre 2009 al febbraio 2010 ha portato sugli schermi del Visionario di Udine e di Cinemazero di Pordenone ben 27 film firmati da Godard, in edizione originale e provenienti dai più importanti archivi di cinema europei. La giornata di ieri venerdì 5 febbraio ha visto succedersi gli interventi di storici e critici italiani e di rilievo internazionale del calibro di Jean Douchet, Frédéric Bonnaud, Dario Marchiori, Federico Rossin, Alberto Scandola e di Adriano Aprà. Domani sabato 6 febbraio il simposio andrà a completarsi con gli interventi del cinephile d’eccezione Enrico Ghezzi, di Bernard Eisenschitz, di Rinaldo Censi, di Cyril Neyrat, di Raymond Bellour e  Giorgio De Vincenti. Enrico Ghezzi (il cui intervento sarà preceduto da quello del giovane docente di cinema ed estetica Cyril Neyrat - appassionato cultore di una cinefilia non “mondializzata”) ha definito Godard come “un pittore che racconta all'infinito i dati gli istanti i punti i pixel del proprio autoritratto, per non arrivare a compierlo (…) intento a rinviare il momento in cui l'autoritratto ovale sarà terminato". Enrico Ghezzi sintetizzerà la sua personale riflessione sul cineasta in Debord à part, la ricerca dell’insoluto e il capolavoro riconosciuto.   Venerdì 5 e sabato 6 febbraio 2010    Visionario, via Asquini, 33 - UDINE  Passion Godard: il cinema (non) è il cinema Convegno internazionale di studi Il programma Sabato 6 Febbraio ore 9.00 Bernard Eisenschitz - Deux films: Eloge de l’amour et Notre Musique Rinaldo Censi - The source of all motion is thought» (note su Puissance de la parole) Cyril Neyrat - Peinture de la guerre, guerre de la peinture, ou Godard et la question de la technique (sur quelques films satellites d'Histoire(s) du cinéma) Raymond Bellour - Le grand art de citer de Jean Luc Godard: l’exemple de Menschen am Sonntag Enrico Ghezzi - Debord à part, la ricerca dell’insoluto e il capolavoro riconosciuto Giorgio De Vincenti - Il cinema ”cosmologico” di Jean-Luc Godard negli anni Ottanta, tra scienza, saggio e Web Ingresso libero Info: CEC Udine tel. 0432299545 cec@cecudine.org  www.cecudine.org Cinemazero Pordenone tel. 0434520404 info@cinemazero.it www.cinemazero.it