Error message

Il file non può essere creato.

Alvin Youngblood Hart’s Muscle Theory @ Blues in villa 2011

Blues in Villa - Blues & Jazz Festival 2011 - 13° edizione

Alvin Youngblood Hart’s Muscle Theory

Conosciuto come il “musicista dei musicisti” le sue lodi sono state cantate da tutti, da Bob Dylan ai grandi chitarristi quali Eric Clapton e Mick Taylor. Sin dal suo primo debutto nel 1996, con l’album completamente acustico Big Mama’s Door, Alvin Youngblood Hart ha inviato il suo messaggio in ogni parte del mondo. Devoto seguace dei “no barriers”, posato da veterani come Gatemouth Brown e il grande Doug Sahm, Alvin continua a sfidare i così chiamati “puristi”. Dopo aver ricevuto nel 1997 il premio W.C Handy Award come Best New Artist, così come due Living Blues Awards, nel 1998, con il lavoro Territory, un eccitante tributo a tutte le forme della musica americana, riceve il premio Downbeat Magazine Critics Poll come Best Blues Album (nonostante l’album non faccia parte della categoria Blues). Nell’estate del ’99 collabora con il produttore Jim Dickinson alla realizzazione di Start With The Soul che viene acclamato entusiasticamente come una nuova discendenza del calssico Southern Rock e il ritorno di Alvin al “sacred garage”. Start With The Soul viene scelto dal New York Times come uno dei migliori dieci lavori del 2000 così come Blues record of the year dalla BBC. Nel 2001 partecipa, con il fedele compagno Big Jack Johnson, ai Best Guitarist Honors del Living Blues Magazine. Il 2003 è un anno molto impegnativo; non solo per 3 Grammy Nominations, ma anche per il tour mondiale a fianco di Job Cain, in un progetto dove partecipa anche il famoso chitarrista Audley Freed dei Black Crowes. Nell’agosto dello stesso anno viene invitato a far parte del Kip Hanrahan’s Conjure per Taj Mahal, nella più lunga e mondiale marcia che si estenderà per cinque notti a Tokio. Unendosi a grandi talenti, quali il gigante del sax tenore David Murray e il chitarrista Leo Nocentelli, come supporto musicale al poeta Ishmael Reed in occasione del Bay Area, rimane membro di questo cast producendo con loro il Bad Mouth Cd. Nel 2004 riceve un Grammy per il suo contributo a Beautiful Dreamer: The Songs Of Stephen Foster un progetto che prevede non solo musica, ma ogni espressione dell’arte e coinvolge la presenza di molti artisti quali Raul Malo, John Prine, Michelle Shocked e Pete Anderson, Mavis Staples, BR5-49, Judith Edelman, David Ball, Ron Sexsmith e Grey de Lisle. Nel 2006 prende una pausa per lavorare al film Black Snake Moan dove insegna alla star Samuel L. Jackson a suonare la chitarra e registra un duetto con Cristina Ricci per la colonna sonora. Verso la fine dell’anno si unisce a Ruthie Foster e alla leggenda del rock’n’roll Bo Diddley per un tour americano di ben 2 mesi. Recentemente Alvin mette a disposizione il suo talento all’educazione, nell’aprile del 2007 partecipa ad un tour del Mississippi High Schools come membro del Thelonius Monk Institute Of Jazz. Nell’estate dello stesso anno appare sul grande schermo grazie alla partecipazione al film diretto da Denzel Washington - The Great Debaters. Il suo ultimo disco “Motivational Speaker” é un’esplosione di rock e blues, con la sua particolarissima tecnica fingerpicking anche alla chitarra elettrica, un mix di retro rock con richiami ai Free, a Hendrix, agli Zeppelin e a Otis Redding. Fantastico anche con la chitarra acustica ed il banjo, attualmente porta in giro il suo power trio Muscle Theory che ha appena finito un tour in Germania aprendo come special guest per Gary Moore. Da Link Wray ad Howling Wolf, dagli Zeppelin a Otis Redding, Alvin Youngblood Hart’s Muscle Theory é un power trio vario e potente, con la calda voce blues di Alvin, che arriva direttamente dal Sud degli Stati Uniti.

Scheda Evento

Quando:
Domenica 10 luglio 2011, ore 21:00
Location:
Parco di Villa Varda - Brugnera (PN)
Contatto:
Associazione Culturale Blues in Villa
Tel.:
348-3548113 - 347-3518120