Amo l'amore che da boom

Giardini Sospesi 2011

Domenica 19 giugno 2011, ore 21.00

Amo l'amore che da boom
omaggio al poliedrico artista francese Boris Vian
con l’attore Loris Contarini
e i musicisti Paolo Valentini e Ivan Tibolla.

Sarà lo spettacolo di teatro-canzone “Amo l’amore che fa boom!”, omaggio a Boris Vian, ad aprire domenica 19 giugno, alle ore 21.00 a Padova, il cartellone dei “Giardini Sospesi”. La rassegna, che da anni anima le estati padovane, per questa edizione cambia scenografia e si sposta al Bastione Alicorno (di consueto si svolgeva al Bastione santa Croce); vedrà lavorare insieme alla direzione artistica e all’organizzazione i circoli Arci Carichi Sospesi, per la parte teatrale, e Mela di Newton, per quella musicale.
Sul palco della prima serata l’attore Loris Contarini, i musicisti Paolo Valentini alla chitarra e Ivan Tibolla alla fisarmonica e al pianoforte, in un intreccio continuo di prosa, poesia e canzoni, tutte firmate Boris Vian: un omaggio al poliedrico francese che fu ingegnere, romanziere, poeta, cantante, paroliere, trombettista, critico jazz, pornografo, sceneggiatore, traduttore e patafisico.

L’opera omnia dell’artista, che morì nel 1959 a soli 39 anni, è un inno alla vita, l’incontro di elementi opposti, una magica alchimia di leggerezza e gravità. Malato di cuore, poi morto per un infarto, Vian visse consapevolmente con velocità e intensità, proprio perché sapeva che non avrebbe potuto vivere a lungo: per lui di una vita non conta la durata ma l’energia con cui è vissuta. Di lui, l’amico Raimond Quenau scrisse che tutta la mole di lavoro e di energia non era che la punta dell’iceberg: “Boris Vian si prepara ancora a diventare Boris Vian”.
Così lo spettacolo, prodotto dall’associazione culturale Amistad, celebra non solo la sua creatività poliedrica ma anche la sua capacità di voler vivere fino in fondo, senza risparmio. Originalità di linguaggio, neologismi onomatopeici e stravaganti, spesso ottenuti dalla fusione inaspettata di più parole, sono la cifra distintiva dell’autore di cui c’è ampia traccia in tanti dei testi recitati e cantati.
La ricerca di un incontro e di una fusione tra linguaggi artistici differenti è uno degli elementi caratterizzanti del lavoro e della carriera dell’attore e regista Loris Contarini, il cui percorso incrocia fin da subito quello di altre discipline artistiche e di altri artisti; ha lavorato a numerose produzioni teatrali, tra cui spiccano quelle a fianco di noti scrittori come Carlo Lucarelli, Marcello Fois, Tahar Ben Jelloun e quella ormai consolidata con Massimo Carlotto.
Compositore, etnomusicologo, chitarrista polivalente Paolo Valentini lavora in numerose produzioni musicali “live”; ha scritto colonne sonore per spettacoli teatrali e documentari e ha collaborato con David Riondino. Ivan Tibolla, pianista e fisarmonicista, ha partecipato a rassegne musicali e concerti con artisti del mondo del jazz e ha composto la colonna sonora del cortometraggio “Amor sacro e amor profano”, premiata al Festival dei corti di Chianciano Terme e al festival Oscarino di Bergamo.

Scheda Evento

Location:
Giardini Sospesi, Bastione Alicorno - PADOVA
Contatto:
Arci Carichi Sospesi