Art

Stagione Teatrale 2012-2013
Art
di Yasmina Reza
con Alessio Boni, Alessandro Haber e Gigio Alberti
traduzione di Alessandra Serra
Scene di Gianni Carluccio
Costumi di Nicoletta Ceccolini
luci di Marcello Iazzetti
Una produzione Nuovo Teatro in collaborazione con Gli Ipocriti

Iraniana di padre e di madre ungherese, ma parigina a tutti gli effetti perché nella capitale francese ha vissuto ed esercitato fino ad oggi, prima come attrice e poi soprattutto come autrice, Yasmina Reza è una delle scrittrici più seguite dal pubblico e apprezzate dalla critica degli anni recenti. L’esordio nella drammaturgia le vale ben due Premi Molière, poi, nel 1994 arriva Art con cui si aggiudica il successo internazionale.
Il pubblico dello Stabile regionale ha potuto conoscerne lo stile acuto ed ironico nel 2010, quando sul palcoscenico del Politeama Rossetti fu calorosamente accolto Il dio della carneficina (Carnage), pièce incentrata sulla discutibile realtà dell’educazione dei figli e di certi rapporti di coppia al giorno d’oggi, portato successivamente al cinema da Roman Polanski. Anche in Art, la Reza parte da un’occasione quotidiana, apparentemente leggera, per scavare poi più a fondo nella verità dei rapporti interpersonali, della loro trasparenza, della loro profondità. Le sue armi sono uno sguardo molto obiettivo – ma mai veramente cinico – sulla vita e sui suoi protagonisti, ritratti talvolta con ironica comprensione, talvolta con dura imparzialità, attraverso un linguaggio di classe e una costruzione d’effetto e divertente.
I protagonisti di Art sono tre amici, Serge, Marc e Yvan: con le loro soddisfazioni professionali, le frustrazioni o le vittorie sentimentali, simpatici, affiatati... Apparentemente li lega un rapporto tutto affidabilità e cameratismo. Un giorno scoprono che Serge ha fatto un importante acquisto, un quadro... tutto bianco. Si tratta di una grande – e preziosa, pare – monocromia, un autentico “Antrios”, questo il nome dell’artista, di quel genere che lascia perplesso più di qualche visitatore dei musei d’arte contemporanea... E naturalmente perplessi appaiono anche Marc e Yvan: chi lo camuffa meglio, chi non ci riesce affatto, la questione del quadro dà la stura a uno scontro feroce, fatto di verità e rivalità, di menzogne e di battute, di debolezze e meschinità.
Quella che inizia come una divertente satira sull’arte, prende via via la forma – e qui la bravura dell’autrice – di un’indagine nei rapporti d’amicizia, giocata ugualmente a colpi di battute e di reazioni comiche.
Sui nostri palcoscenici i tre amici hanno i volti di tre interpreti dalle personalità diverse e forti, tutti con ottime carriere cinematografiche oltre che teatrali alle spalle: Alessio Boni, Alessandro Haber e Gigio Alberti. Li dirige con sicurezza Giampiero Solari, esperto di drammaturgia contemporanea e di comicità, affascinato da questo “passaggio dentro un quadro bianco”.

Scheda Evento

Quando:
Dal 16 al 18 aprile 2013, ore 20:30
Location:
Politeama Rossetti, Largo Giorgio Gaber 1 - TRIESTE
Contatto:
Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia
Tel.:
040 3593511