Balletto di Sofia - La bella addormentata

Stagione Teatrale 2011-2012 - Io sono danza 2011-2012

La bella addormentata

Musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky

Coreografia di Kalina Bogoeva su Marius Petipà

Scenografie di Ivan Savov

Costumi di Ivan Savov

Il Balletto di Sofia e' la prima compagnia privata di balletto bulgara nata dall'unione dei Solisti del Sofia National Ballet e creata appositamente per permettere l'effettuazione di tournée al di fuori del Teatro Nazionale di Sofia all'estero. ll corpo di ballo è stato formato selezionando ballerini da tutti i balletti bulgari in attività e dagli allievi diplomati della Scuola nazionale di danza di Sofia.

Costumi e scene sono quelli dei teatri bulgari o appositamente creati per i vari progetti.

Il Balletto Nazionale di Sofia in quanto tale è alla soglia del suo ottavo decennio. Il primo spettacolo di balletto professionale bulgaro, "Coppelia" di Atanas Petrov, fu presentato il 22 febbraio 1928. Da allora cominciò la sua crescita la Compagnia Nazionale di Balletto, associata all'Opera nazionale sin dalla sua creazione. Negli anni il Balletto Nazionale crebbe a livelli artistici memorabili, riconosciuti con entusiasmanti recensioni e opinioni dalla critica mondiale.

Sin dalla sua nascita il balletto bulgaro sintetizzava nelle sue ricerche la scuola classica russa e la libera ed espressiva danza tedesca. Mentre Anastas Petrov proponeva proprie versioni dei balletti classici "Coppelia", "Chopiniana", "Raimonda", "La fata bambola", "Giselle", "Il lago dei cigni", "Esmeralda", ed anche della prima opera di tematica nazionale "Il drago e Yana" di Hristo Manolov (1937), nello stesso periodo svolgeva l'attività la splendida rappresentante della libera ed espressiva danza tedesca Maria Dimova, che trovò una nuova lettura del folclore bulgaro nei suoi allestimenti scenici di "Nestinarka" (danzatrice sulla brace) di Marin Goleminov (1942) e "German" di Filip Kutev.

Dopo il 1945 l'influsso della scuola classica russa si rafforzò e contribuì a portare il Balletto bulgaro ad altissimi livelli. Persino i balletti su motivi folcloristici bulgari venivano creati da coreografi stranieri, innanzitutto russi.

I ballerini del Balletto di Sofia sono allievi della Scuola nazionale di danza a Sofia, e delle scuole accademiche russe a Mosca e a San Pietroburgo. Negli ultimi anni i direttori del balletto, sono stati gli eminenti artisti del balletto bulgaro quali: Petar Lukanov, Hikmed Mehmedov, Yasen Valchanov, Maria Ilieva, Silvia Tomova.

Il Balletto Nazionale di Sofia e' stato ospite in decine di paesi in tutto il mondo ed e' stato riconosciuto sia dal pubblico che dalla critica.

Sinossi

Prologo

Alla corte di re Floristano, viene indetta una festa per il battesimo della principessa Aurora: vengono invitati cavalieri, dame e le fate buone del regno, che portano con loro doni per la principessa. Tra gli invitati però manca la strega Carabosse, non presente nella lista; per vendicarsi, nonostante le suppliche della corte, la maga getta una maledizione alla piccola: al sedicesimo anno di età, la principessa morirà pungendosi con un fuso. La fata dei Lillà però, non avendo ancora fatto il suo regalo, decide di modificare la maledizione: questa non morirà infatti alla puntura, ma sprofonderà solamente in un lunghissimo ed eterno sonno che avrà fine solamente grazie al bacio di un giovane principe.

Atto I

Al giardino del castello si festeggia il sedicesimo anno di età della principessa, dopo che ogni fuso è stato bandito dal regno e il suo uso vietato severamente. Aurora appare e, corteggiata da quattro pretendenti che arrivano dai quattro rispettivi continenti, balla con quattro (il famoso Adagio della Rosa): le varie danze di corte distolgono l'attenzione del pubblico e così la maga Carabosse, travestita da vecchia mendicante, le porge un fuso. Incuriosita dall'oggetto mai visto, Aurora tocca la punta del fuso e sviene: la fata dei Lllà allora trasforma la morte in sonno, con il suo dono. Gli invitati si addormentano e il castello viene avvolto da rovi e circondato da un fitto bosco.

Atto II

Scena Prima: trascorrono cento anni e, in una radura nei pressi del castello ancora avvolto dai rovi, una compagnia di nobili è presa in una battuta di caccia, allietandosi nel fitto bosco con pic-nic e danze. Tra questi è presente anche il principe Desirè: l'atmosfera cambia e appare la fata dei Lillà, che conduce il principe da Aurora, avvisandolo dell'accaduto. La visione di questa splendida principessa fa innamorare il giovane principe: giunto al castello incantanto.
Scena Seconda: il principe riesce ad entrare nel castello e, trovata la principessa, le da un bacio, spezzando l'incantesimo; la corte allora si risveglia e le danze ricominciano; il principe potrà ora sposare la principessa Aurora

Atto III

C'è una grande festa al castello e tra gli invitati compaiono il principe azzurro e la principessa Florin; compaiono anche molti dei personaggi delle fiabe di Perrault (Il Gatto con gli stivali e la gatta bianca, Cenerentola e il Principe Fortuné, Cappuccetto rosso e il lupo). I due promessi sposi danzano, in un celebre Passo a Due, alla reggia di Floristano, e con loro anche tutti gli invitati in onore del futuro re e della futura regina.

I Solisti

Vessa Tonova

Il suo talento è stato apprezzato fin quando era una studentessa presso la State School of Choreography, dove si è diplomata nel 1989. Era un allieva della prima ballerina Emilia Dragostinova. Dal 1989 si è unita all'ensemble del National Ballet Company. Ha ricoperto i primi ruoli in "Romeo e Giulietta", "Giselle", "Lo Schiaccianoci", "La bella addormentata", "Cenerentola", "Il lago dei cigni". Al Concorso Internazionale di Jackson, Stati Uniti, nel 1986, si è posizionata al quarto posto. Per due volte le è stato conferito il Prize of Achievemt in coppia con Vladimir Roger, ha vinto il Concorso Internazionale di Danza a Varna (1986, 1988) con il Prize for Partnership, il premio per la migliore coreografia di Modern dalla International Ballet Contest a Varna (1990), ed è stata finalista al concorso di Osaka (1988) e Mosca (1989). È nata nella città di Vratza. Si è diplomata presso la State School of Choreogrphy, nella classe di Natalia Koneva. Dal 1985 i suoi insegnanti sono stati Еmilia Dragostinovа e Rumen Rashev, che erano anche i suoi educatori, e solisti con la National Opera e Ballet House, a cui insegnarono fino al 1989, quando Vesa Tonova si diplomò. In quel periodo riuscì ad ottenere un notevole successo in concorsi e festival internazionali di danza. Assieme a Vladimir Roger è stata invitata da André Philippe Epsain in apertura al Concorso Internazionale di Danza a Parigi nel 1986. Molte le partecipazioni seguite poi in concorsi internazionali: a Jackson - Stati Uniti, Varnа - Bulgaria, Mosca - Russia, Оsakа - Giappone, il festival in Germania e in Francia, l'Accademia di Balletto di Varna, nel 1987 - coreografie di George Balanchin, sotto la direzione di Brigit Thom, e nel 1989 - John Kranko, sotto la direzione di Hans Vogel, quando Vesa Tonova e Vladimir Rouge erano una coppia dimostrativa. È stata invitata nel 1991 a Berlino da Hans Vogel a partecipare ad un concerto sotto la sua direzione coreografica. Divenne nel 1992 prima ballerina presso il National Opera e Ballet House, cimentandosi non solo nel repertorio internazionale classico, ma anche nel balletto neoclassico e contemporaneo. Con la medesima Compagnia si è esibita in Europa, Asia e Sud America. Nel 2003 ricevette il premio "Christal Lira" per l'arte del balletto.

"Sono stato deliziato dalla prima de "La bella addormentata". L'esecuzione di Aurora (Vesa Tonova), una ballerina con capacità sbalorditive, mi ha lasciato senza parole. I suoi movimenti sono graziosi e puri, le sue braccia sono cosi espressive che addirittura mi hanno tolto il fiato; la sua interpretazione osserva le regole e mi porta i brividi." Mahar Vaziev (Direttore del balletto del teatro Mariinskij) Kultura Weekly

"Vesa Tonova è una Silfide naturale, esaltante, poetica. La sua danza è stata segnata da una musicalità irreprensibile, un senso dello stile e dei dettagli". Teodor Popov, "Musica"

Trifon Mitev

Trifon Mitev è uno dei solisti più importanti del Balletto Nazionale di Sofia. Si è diplomato presso la Scuola Coreografica di Stato di Sofia (ora Scuola Nazionale di Danza Arte), come uno studente di Rumen Rashev. Due stagioni dopo essersi unito alla compagnia di balletto del National Opera e Ballet House è stato invitato a danzare sul palcoscenico del Royal Ballet di Vallonia, in Belgio. Dopo il suo ritorno in Bulgaria divenne un membro del National Ballet e ha partecipato come ospite - prime solista nel Balletto "Arabesk", con l'Opera di Rousse e il Teatro Nazionale di Musica di Sofia. Si è esibito in modo straordinario nel ruolo di Siegfried ne "Il lago dei cigni", il principe in "Cenerentola", principe Desire in "La Bella Addormentata", Albert in "Giselle", Romeo in "Romeo e Giulietta", Yorgos in "Zorba il greco" etc. Con la compagnia di danza moderna Arabesk, ha preso parte a spettacoli come "Carmina Burana", "Love dialogues", etc.. Ha partecipato con successo a numerosi concorsi internazionali di danza. Nel 2006 Trifon Mitev è stato insignito del "Crystal Lira" Premio per il Ballet Arts per il suo ruolo nel balletto "The modest woman" musica di Prokofiev, Rachmaninov e Stravinsky, e per la parte di Albert nel balletto "Giselle" di Adolph Adam sul palcoscenico dell'Opera di Sofia.

Vessela Emilova Vassileva

Vessela Emilova Vassileva è nata a Rousse, Bulgaria. Dal 1994 al 99 ha frequentato la Scuola Nazionale delle Arti con il professor Veselin Stoyanov e ha studiato danza classica con il maestro Chavdar Hristov. Dal 1999 al 2002 ha studiato presso la Scuola Nazionale di Danza Arte di Sofia con Fanny Cherneva e Kalina Bogoeva e ha frequentato i seminari presso l'Accademia di Balletto di Kalina Bogoeva e l'International Ballet Academy di Varna. Dal 2003 ad oggi si esibita come ballerina dell'Opera & Società Filarmonica di Rousse; mentre dal 2002 al 2004 ha ballato con la compagnia di Jeannette Jacquet il "Balletto Classico di Parigi" in tour in tutta Europa. Repertorio: "Il lago dei cigni" - Odette / Odile; "La bella addormentata" - Aurora; "Lo Schiaccianoci" - Masha; "Giselle" - Giselle; "Apollo Musaget" - Polimnia; Produzioni Moderne: "The Flower Street" - con la coreografa Mariana Krancheva; "L'isola di libertà" - con il coreografo Yassen Stoyanov.

L'interpretazione di Aurora, Vessela Vassileva, è stata come una statua di raffinata porcellana - tenera, fragile, vulnerabile, ma allo stesso tempo, tecnicamente ben preparata". Prof. Anelia Yaneva, Journal "Cultura"

Emil Yordanov

Emil Yordanov è nato a Varna, Bulgaria, e si è diplomato alla Scuola Nazionale di Danza nella classe di Peter Koldamov. Ha continuato i suoi studi presso l'Accademia Nazionale di Musica, Danza e Belle Arti di Sofia - Corso di laurea e pedagogia ballettistica.

Nel 2004 ha ricevuto la medaglia di I° grado nell'XI Incontro Nazionale di giovani artisti di balletto "A. Petrov" di Sofia. Nel 2005 gli viene conferito il diploma honoris causa per la Giornata della Cultura e dell'alfabeto slavo dal Ministero della Cultura Bulgaro.

Nel 2006 ha vinto premi in vari concorsi internazionali di balletto in Italia e Bulgaria. Ha iniziato la sua carriera professionale nel National Opera and Ballet di Sofia e si è esibito come solista nei ruoli: Siegfried ne "Il lago dei cigni", Albrecht in "Giselle", Desiré ne "La bella addormentata", Armand Duval ne "La Signora delle Camelie", John in "Zorba il Greco", Franz in "Coppelia", il Principe ne "Lo Schiaccianoci".

E' stato invitato come solista "ospite" in diverse produzioni dei balletti di Burgas e Plovdiv. Nel 2008/2009 è stato in tour in diverse città d'Italia in svariati ruoli, oltre che in Canada, Giappone, Stati Uniti, Germania, Danimarca, Italia e Grecia.

Kaloyan Boyadjiev

Nato a Sofia nel 1977 ha studiato alla Sofia National School of Dance Art dal 1986 al 1995 nella classe di Maria Stefanova e Ilian Drangadzhov. Negli ultimi anni di studio ha preso parte negli spettacoli del Balletto Nazionale Bulgaro contemporaneo "Arabesque", Amarant Dance Studio e National Opera and Ballet Sofia. Nel 1995 ha iniziato a lavorare allo State Ballet Pretoria, Sud Africa, dove è stato solista fino al 2000. Dal 2000 al 2002, ha ballato solista principale nel National Opera and Ballet Sofia. Dal 2002 fino ad oggi Kaloyan Boyadjiev è solista del Balletto Nazionale Norvegese.

In questi gruppi Kaloyan Boyadjiev ha realizzato molti ruoli solistici principali. Alcuni di essi sono: Romeo e Mercuzio in Romeo e Giulietta (Michael Korda), Basilio nel Don Chisciotte (Nureyev, Lukanov - Petipa), James in Silfide (Bjorn - Bournonville), Colin in La Figlia mal guardata (Ashton); Albrecht in Giselle (Petipa); John in Zorba il Greco (Massine); Lucenzio ne La bisbetica domata (Cranko); Lo Schiaccianoci nello Schiaccianoci (Grigorovich, Bjorn); Gennaro in Napoli (Bournonville); Idolo d'Oro in Bayadere (Petipa); Stanley Kowalski in Un tram che si chiama desiderio (Neumayer), Cassio in Otello (Ljubovic), Lisandro e Puck nel Sogno di Una Notte di Mezza Estate (Sund), Jester in Cenerentola (Ashton e Stevenson), e ha preso parte nei balletti: Bella Figura e Wings of Wax (Kylian); Softly as I leave you, Shangri-la, Start to finish (Lightfoot); Workwithinwork, The Second Detail e The Vertiginous Thrill of Exactitude, Limbs Theorem (Forsythe), Por vos muero, White Darkness (Duato), Ariel nella Tempesta, Vittima Sacramento Primavera e sali in Arena (Tetley) Rubini, Il Palazzo di Cristallo, Agon, Quattro Temperamenti, Sinfonia in tre Imperial ballet, Who Cares (Balanchine);

Finalista al Concorso Internazionale di Parigi nel 1994, Premio come danzatore moderno nel Concorso di Balletto a Pretoria 1997. Nomination per la lira di cristallo (2001) e Premio Vita Award, Sud Africa (1998). Assegnato il premio Vita Award per il balletto (1999)

Ha lavorato con grandi coreografi come: Jiri Kylian, William Forsythe, Nacho Duato, Mats Ek, Paul Lightfoot e Sol Leon, Glen Tetley, John Neumeier, Lar Lubovich, David Dorson, Christopher Lydon, Ronald Hynd, Ben Stevenson, Rudi van Danzig.

Ovidiu Iancu Matei

Nato il 10 Ottobre 1983 in Romania, Ovidiu Iancu Matei si è laureato nel 2002 nella Scuola Coreografica "Floria Capsali" di Bucarest. Dal suo ultimo anno di tirocinio, nel 2003 è stato assunto come primo ballerino al Teatro dell'Opera Nazionale di Bucarest. Nello stesso anno è stato selezionato per una borsa di studio presso il National Ballet School di Londra. Tre volte vincitore di premi importanti al Concorso Nazionale "Oleg Danovski" a Costanza, (nel 1997 - 3 ° premio, nel 1998 - 2 ° Premio, nel 2001 - 1 ° Premio).

Ha partecipato e vinto ai concorsi in Francia: nel 1999, 3 ° premio a Nimes e nel 2001 il Prix de Neuilly al concorso "Chaussons d'Or". Nel 2001 è stato insignito del Diploma di Eccellenza da parte del Ministero della Ricerca e dell'Istruzione per la sua eccezionale evoluzione artistica, nonché del Diploma di "Speranza per la Romania" Fondazione per promuovere l'immagine della Romania all'estero. Nel 2003 ha vinto la selezione nazionale per Giovani Danzatori Eurovision. La selezione, che faceva parte della campagna nazionale "I wanna dance" in Amsterdam, è stata trasmessa dal Canale Nazionale Rumeno. E' stato invitato come solista da diversi balletti in tour in Olanda, Germania, Italia, Francia, Belgio, Inghilterra, Austria, Svizzera e Polonia.

Il suo repertorio include i ruoli principali nei balletti: "Coppelia", "Il lago dei cigni", "Giselle", "Don Chisciotte", "La Bella Addormentata", "La Sylphide", "Le Corsaire", "La Esmeralda", "Satanella", "La Bayadère", "Les Sylphides" "Cenerentola" "Notre Dame", "Pas de Six", "La Serenata e Valse Fantasie" (George Balanchine).

Marta Petkova

Nata il 14.01.1986 nella città di Sofia. Si diploma nella stessa città alla Scuola Nazionale di Danza nella classe di Rumiana Atanasova nel 2004.

Nel 2002 entra a far parte dell'ensemble del National Ballet Sofia, dove nel 2003 diviene solista e dal 2006 prima ballerina, esibendosi nei ruoli di Kitri (Don Chisciotte), Giselle, Myrtha (Giselle), Clara (Lo schiaccianoci), Aurora (La Bella Addormentata) e molti altri. Vincitrice di numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Si è esibita a San Pietroburgo, Russia, Washington, USA, Ucraina e altri paesi.

Scheda Evento

Quando:
Sabato 17 dicembre 2011, ore 21:00 e domenica 18 dicembre 2011, ore 16:30
Location:
Teatro Toniolo, P.tta Cesare Battisti, 1 - Mestre (VE)
Contatto:
Ufficio Promozione e Comunicazione
Tel.:
041 3969220/230