Dettagli di territorio. I fotografi italiani della UBS Art Collection

Dal 13 al 15 maggio 2011

Per la prima volta in Italia, la UBS Art Collection svela al pubblico opere inedite dei più grandi fotografi italiani con una mostra itinerante in otto città che toccherà il Caffè pedrocchi di Padova, dal 13 al 15 maggio 2011.

Insieme ai grandi nomi della fotografia italiana (Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Franco Fontana, Luigi Ghirri, Francesco Jodice, Mimmo Jodice, Massimo Vitali), in occasione della mostra verranno esposti nelle rispettive città (Roma e Torino) gli scatti dei vincitori del concorso fotografico “UBS e il territorio. Il dettaglio come codice.
E’ una delle più delle più importanti collezioni di arte contemporanea presenti al mondo e, per la prima volta e in coincidenza con i primi 15 anni di presenza di UBS in Italia e con le celebrazioni dei 150 anni dell’unità d’Italia, UBS Art Collection svelerà al pubblico italiano una serie di opere realizzate dai più grandi fotografi del nostro Paese con una mostra itinerante che toccherà otto città italiane.
Da Torino, prima tappa in programma il prossimo 24 marzo, passando per Firenze, Roma, Modena, Treviso, Padova, Brescia e infine Bologna, sarà possibile ammirare trentacinque fra i lavori dei più celebrati fotografi italiani che hanno saputo riscoprire e reinterpretare, ciascuno a suo modo, il tema del paesaggio e del territorio negli ultimi quarant’anni, contribuendo alla nascita di una nuova fotografia italiana contemporanea.

Così, accanto alle geometrie astratte e ai netti contrasti di colore di Franco Fontana, ai ritratti quasi “parlanti” delle sculture classiche e dei paesaggi archeologici di Mimmo Jodice, si troveranno gli ambienti tanto familiari quanto metafisici di Luigi Ghirri, la cui eleganza compositiva e acume intellettuale ne fecero uno dei fotografi più influenti del dopoguerra in Europa. Gabriele Basilico focalizza invece il proprio lavoro sulla fotografia dei paesaggi urbani e, grazie alla propria passione per l’architettura, percorre un approccio più documentaristico, capace di raccontare la bellezza celata in luoghi e paesaggi industriali. Affascinanti e a volte romanzate, quasi “sovrannaturali”, sono le immagini di Olivo Barbieri che catturano la magia incompresa della vita di tutti i giorni e dei luoghi più comuni. Le grandi fotografie di Massimo Vitali diventano invece vere e proprie finestre sul mondo, dove paesaggi sovraffollati e brulicanti di persone si trasformano in “paesaggi umani”, a rappresentare uno spaccato sociale della nostra epoca. Una testimonianza di contemporaneità che Francesco Jodice raccoglie invece in maniera metodica, quale osservatore internazionale del mondo moderno e della sua globalizzazione, mettendo a confronto ambienti sociali di tutto il mondo e mostrandoci come le città possano condizionare il modo in cui viviamo.

In occasione della mostra itinerante verranno inoltre esposti, nelle rispettive città e accanto ai grandi nomi della fotografia italiana, gli scatti dei vincitori del concorso fotografico: “UBS e il Territorio. Il dettaglio come codice", destinato a giovani talenti emergenti nel campo della fotografia di età compresa tra i 18 e i 35 anni, domiciliati o residenti a Torino e Roma e relative province.
Presieduto da Stephen Mc Coubrey, Curatore della UBS Art Collection, e composto da una doppia giuria di esperti, il collegio avrà il compito di selezionare e premiare i giovani fotografi che meglio avranno interpretato paesaggi e architetture della città attraverso i suoi particolari. A comporre la giuria sono stati chiamati Guido Curto, Giorgetto Giugiaro, Ugo Nespolo, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Paolo Turati per Torino, e Corrado Augias, Paolo Giorgi, Margherita Guccione, Ada Passaretta, Dino Sorgonà, Claudio Strinati e Dario Zerboni per Roma.

Oltre all’opportunità di esporre insieme ai grandi nomi della fotografia italiana, i vincitori saranno premiati con un viaggio e soggiorno a Basilea per tutta la durata di Art Basel 2011, la più prestigiosa fiera d'arte moderna e contemporanea a livello internazionale di cui UBS è sponsor principale dal 1994 e con la realizzazione di un catalogo delle proprie opere in mostra.

UBS Art Collection

Con oltre 40.000 opere tra dipinti, fotografie, disegni, sculture e video realizzati da giovani talenti e artisti di fama internazionale a partire dalla seconda metà del XX secolo, UBS Art Collection è una delle più importanti collezioni di arte contemporanea al mondo. Forte dell’impegno verso l’arte e la cultura che da sempre contraddistingue la banca, UBS Art Collection esprime una precisa filosofia e volontà, che vede nella crescita del proprio patrimonio artistico uno strumento capace di stimolare il pensiero e di rafforzare l’impegno di UBS a favore della cultura nelle comunità in cui opera.

Scheda Evento

Location:
Caffè Pedrocchi, via VIII febbraio 15 - PADOVA
A cura di:
Stephen Mc Coubrey