Fabrizio Di Luca - Favolando

La verità non sta in un solo sogno, ma in molti sogni, Mille e una notte. La favola non ha confini né luogo; i suoi protagonisti non appartengono a un: tempo definito, ma attraversano le epoche e lo spazio sociale e culturale,
approdando in un limbo sospeso, come quello di certe immagini che si presentano tra il sonno e la veglia.

Fabrizio Di Luca, giovane artista triestino che ha già ai suo attivo importanti esperienze e riconoscimenti, con la serie di quadri dedicata a Pinocchio e con le tele che sembrano frammenti usciti dai racconti di Shéhérazade, raccoglie le molteplici suggestioni d'arte e le coniuga con le pulsioni di una quotidiana (ir) realtà. Nelle sue opere la caustica derisione verso l'autorità di Honoré Daumier incontra le moderne visioni noir; rispetto al burattino Pinocchio,
tutto è sovradimensionato: un vorace Mangiafuoco sembra uscito da un girone dantesco, Lucignolo veste alla moda, la Fata Turchina diventa un'inquietante Dark Lady e il giudice sì trasforma in una severa e attempata scimmia. Il colore pastoso e neutrale di fondo si stende come una quinta, a celare elementi di cui intuiamo il pulsare; la solida formazione accademica permette all'artista una stesura irrequieta, ora attenta al particolare, ora mossa da un impeto che volutamente lascia alcune campiture irrisolte e vibranti. Di Luca riesce a re-interpretare e caricare di nuove riflessioni i temi cari all’ illustrazione, aprendo i recinti della favola per far fluire le energie e le istanze comunicative dell'arte.
(Lorella Klun)

Diplomato presso l’Istituto Statale d’Arte E. e U. Nordio (sezione “Decorazione pittorica) di Trieste. Ha partecipato a numerosi concorsi pubblici. Nel 2003 a Bordano (UD) ha conseguito il primo premio del concorso intitolato “Illustrazione per bambini – giochi d’acqua” nella categoria “Istituti d’arte”; nel 2004 ha conseguito il terzo premio nel concorso “Il volo”. Nel 2003 ha collaborato con il gruppo d’arte “Fattuale” alla realizzazione di una vela esposta per la manifestazione “Barcolana”. Ha partecipato al concorso per la realizzazione di una copertina di “Instant book” intitolata “Gialli divini”. Ha partecipato alle due precedenti edizioni della mostra d’arte giovanile “Artefatto”.
Attualmente  è iscritto al terzo anno del corso di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Venezia.

Scheda Evento

Quando:
Dal 22 giugno al 14 luglio 2012
Location:
Conestabo Art Gallery, Via Udine 2/1 - TRIESTE
Tel.:
040370274