Giuseppe Bianco - Genesi

Dal 2 luglio al 3 settembre 2011

Sabato 2 luglio dalle ore 20, Tindaci propone “White Night”, una serata unica per presentare 3 diverse situazioni che uniscono arte, moda e musica: Spazio Tindaci propone “Genesi”, esposizione di Giuseppe Bianco, La Rinascita Tindaci inaugura i saldi estivi, il Gruppo Jazz del Conservatorio Pollini si esibirà in uno speciale concerto che accompagnerà la serata.

Giuseppe Bianco presenta in esclusiva per Spazio Tindaci la sua prima personale dal titolo Genesi che si compone di una trentina di opere a spray su tela e ad acrilico e spray su tela. Il giovane artista, nato nel 1984 e originario della Basilicata, si trasferisce a Padova per studiare Progettazione e Gestione del Turismo Culturale, laureandosi nel 2008 con una tesi sulla Graphic Novel. L’amore per il disegno ha sempre fatto parte della sua vita, tanto che fin da piccolo la voglia di disegnare ha spinto Giuseppe ad esercitarsi e a provare le varie tecniche.
L’artista sceglie il tipo di tecnica a seconda di ciò che intende rappresentare, infatti i lavori eseguiti a spray si riferiscono ad un mondo per certi versi antico, fatto di valori, tradizioni e gesti che, se l’artista non recuperasse per riportarli alla luce, probabilmente andrebbero perduti per sempre. I soggetti trattati sono ritratti di famiglia, piccoli scorci di quotidianità come un pescatore che ripara le sue reti, o un nonno e il suo nipotino che guardano assieme il mare. Fanno parte di questo gruppo anche le opere dedicate alla guerra o alle manifestazioni di piazza. I personaggi in questo caso sono del tutto anonimi, i soldati sono semplici ombre nella foschia della trincea, quello che li rende immediatamente riconoscibili sono le armi e gli elmetti. La scelta dell'artista di non mostrare i volti dei soldati o dei manifestanti nel caso delle sommosse corrisponde alla precisa volontà di rappresentare non una guerra in particolare ma tutte le guerre, così come tutte le rivoluzioni. La guerra e la rivoluzione sono intese come distruzione e annullamento che preludono alla rinascita, ad una nuova genesi. Al concetto di genesi, intesa come inizio nascita e da cui deriva il titolo della mostra, si ricollegano anche quelle opere in cui Giuseppe Bianco celebra quella semplicità dei gesti e quei valori che rendono il passato uno spunto, una traccia per affrontare quello che viene.

Il repertorio del Gruppo Jazz del Conservatorio Pollini , composto da Giuseppe Malinconico al pianoforte, Antonia Scalera al basso, Andrea Cecchetto alla batteria, Emanuele Ruggiero alla chitarra, Ludovico Rinco alla tromba e Mattia Soloperto al sax, si basa su rielaborazioni di "standard" e di composizioni di jazz moderno

La mostra sarà visibile fino al 3 settembre 2011.
 

Scheda Evento

Location:
Spazio Tindaci, Via Dante 17 - PADOVA