La modestia

Stagione Teatrale 2012-2013

La modestia
di Rafael Spregelburd
traduzione di: Manuela Cherubini
con (in ordine alfabetico) Francesca Ciocchetti, Maria Paiato, Paolo Pierobon, Fausto Russo Alesi
Scene: Marco Rossi
Costumi: Gianluca Sbicca
luci di: A.J. Weissbard
Regia di Luca Ronconi
Una produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, Fondazione Festival dei Due Mondi di Spoleto, Associazione Mittelfest
su progetto di Santacristina Centro Teatrale

Drammaturgo, regista, attore, traduttore nato nel 1970, l’argentino Rafael Spregelburd è una delle figure più rilevanti della scena contemporanea del suo Paese e notevole è la sua fama internazionale: in Italia è stato scoperto da Franco Quadri, che l’ha pubblicato per Ubulibri, la casa editrice da lui diretta. La modestia, testo singolarissimo per messaggio e concezione, segna l’incontro in palcoscenico fra questo interessante autore e uno dei massimi maestri del teatro italiano, Luca Ronconi. Ne nasce uno spettacolo spiazzante ma di ardito fascino, che chiede ad attori e spettatori un impegno del tutto nuovo.
La modestia è una delle sette opere brevi che rappresentano la dissoluzione della morale moderna e che l’autore ha raccolto nell’Eptalogia «un progetto – spiega lo stesso Spregelburd – nato da un mio incontro fortuito con La Ruota dei Sette Peccati Capitali di Hieronymus Bosch, un dipinto che si trova esposto su un tavolo e non appeso alla parete, in una piccola sala del Museo del Prado a Madrid. Al di là del fascino che Bosch ha sempre esercitato su di me, con i suoi paesaggi fuori dal tempo, ove tanto l’inferno quanto il paradiso suscitano analogo terrore, questo dipinto pare rimandare a un antico modello: quello dello spettatore “attivo”. Occorre compiere un piccolo sforzo (ovvero girare intorno al quadro) per poter ammirare la riproduzione di ciascun peccato dal corretto punto d’osservazione. È una fatica simbolica ma enorme al tempo stesso: imporre all’osservatore di abbandonare una posizione confortevole, sicura e tranquilla, per intraprendere un insolito percorso circolare. Mi piace immaginare che a voi, spettatori seduti di fronte a La modestia, sarà chiesto di compiere uno sforzo simile».
La commedia in effetti racconta contemporaneamente due storie, vissute da due coppie in ambiti geografici e cronologici del tutto differenti: l’una accade nella Buenos Aires dei nostri giorni, l’altra  invece in un paese balcanico, nel passato. La particolarità è che entrambe vengono messe in scena nel medesimo spazio e dagli stessi attori, che passano da un contesto all’altro, connotando solo con la recitazione i continui cambiamenti di ruolo e di “storia”.
Un compito per nulla facile, al quale Luca Ronconi ha chiamato quattro interpreti d’eccezione come Paolo Pierobon, Maria Paiato, Fausto Russo Alesi e Francesca Ciocchetti, costretti ad affrontare costantemente uno spiazzamento che li rimette sempre in discussione. Divengono così essi stessi segno della crisi, del vuoto, del confuso nulla del nostro presente che Spregelburd denuncia nell’Eptalogia.

Scheda Evento

Quando:
Dal 5 al 7 aprile 2013
Location:
Politeama Rossetti, Largo Giorgio Gaber 1 - TRIESTE
Contatto:
Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia
Tel.:
040 3593511