Realtà ed immagini percorse

Dal 26 maggio al 24 giugno 2011

Oggi sempre più spesso all’immagine fotografica è d’obbligo attribuire il valore dell’opera d’arte: ha cessato insomma d’essere mero strumento di comunicazione di un evento, divenendo un vero e proprio problema rappresentativo e quindi da classificare per qualità del linguaggio ed estetica. Ridefinire la fotografia: è tale allora il proposito assunto dalla rassegna “Realtà ed immagini percorse”, che si apre giovedì 26 maggio alle 17 nelle sale della Biblioteca di Stato, in Largo Papa Giovanni XXIII, 6.

L’iniziativa è, con il contributo della Regione, della CISEAT, Circolo Italiano Studi Economici Arte e Turismo, sodalizio che già in passato si era segnalato per l’organizzazione di manifestazioni di documentazione storica e varia umanità.

“Realtà ed immagini percorse” è frutto di un progetto elaborato dal critico Carlo Milic, che allinea le opere di cinque operatori italiani, attivi in campo nazionale ed internazionale. Si tratta di Enzo Cumbo di Palermo, Jean Mill di Trieste, Paolo Rinaldi/Reynolds di Milano, Bruno Sorlini di Brescia e Giorgio Valentinuzzi di Udine. Fotografi invitati a partecipare alla rassegna, sulla scorta appunto di singolari ricerche espressive, fondate sostanzialmente sul rapporto visivo tra fisicità e realtà artificiali e virtuali.

Così Cumbo, che ha esposto in numerosi città europee ed in Australia, attinge ad impostazioni neoconcettuali; Jean Mill, che firma anche il design del catalogo, pone l’immagine in chiave di “segno fotografico”, oltre cioè il suo valore comunicativo; Rinaldi/Reynolds, operatore di prima linea nel mondo del fashion nazionale ed internazionale, suggerisce metafore inattese, fondendo modella ed ambiente; Sorlini, già “Teaching Artist” al Guggenheim di New York nel programma “Learning Through Art” ed ora docente all’Accademia di Belle Arti di Brescia, stratega nel mondo del virtuale, realizza immagini sulla scia del “reale allo stato passato”, Valentinuzzi, pittore e scultore attivo in USA e poi con Ottavio Missoni, fruisce della fotografia come mezzo per fermare il “momento decisivo” nel rimando dell’opera alla Natura.

“Realtà ed immagini percorse” illustra dunque cinque autorevoli interpretazioni del reale attraverso i linguaggi della fotografia: Alla vernice interverranno gli autori ed il critico Carlo Milic: La mostra si chiude il 24 giugno. Orari:Lunedì-Giovedì 8.30-18.30; Venerdì-Sabato 8.30- 13.30.

 

Scheda Evento

Location:
Biblioteca di Stato, Largo Papa Giovanni XXIII, 6 - TRIESTE
Tel.:
040300725