Error message

Il file non può essere creato.

Ricorda con rabbia

Stagione Teatrale 2012-2013

Ricorda con rabbia
di John Osborne
con Stefania Rocca, Daniele Russo, Angela De Matteo, Marco Mario De Notaris
Scene di  Francesco Ghisu
Costumi: Michela Marino
Luci: Camilla Piccioni
Regia di Luciano Melchionna
Una produzione Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini

Era la primavera del 1956, quando al Royal Court Theatre di Londra esordiva sul palcoscenico Look back in Anger (Ricorda con Rabbia) di John Osborne, commedia dura che veniva assunta subito quale manifesto degli Angry Young Men, un movimento di giovani delusi della realtà e privi di vere prospettive che si sviluppò in Inghilterra fra gli anni Cinquanta e Sessanta.
Nel mettere in scena dopo quasi Sessant’anni quel testo, oggi il regista Luciano Melchionna si chiede cosa sia cambiato da quel lontano 1956: difficile dire. Ma una cosa è certa «Per ora la risposta è ancora la rabbia».
Sono ancora arrabbiati i giovani, delusi, avvinghiati in percorsi senza uscite… per questo Ricorda con Rabbia è attuale, per questo ci prendono e ci fanno ancora male il linguaggio durissimo, il cinismo, la frustrazione, l’impotenza che si agitano negli animi dei protagonisti, che qui avranno i volti di due attori di grande forza e irruenza, come Stefania Rocca (amata attrice cinematografica – ricordiamo almeno La bestia nel cuore di Cristina Comencini – e televisiva, impossibile non averla apprezzata nella serie Rai Tutti pazzi per amore) e Daniele Russo, che a Trieste abbiamo applaudito la scorsa stagione ne La Ciociara.
Saranno loro a dare vita alla difficile insoddisfazione di Jimmy Porter e della sua giovane e bella moglie Alison, e al loro complesso rapporto d’amore e distruzione.
Jimmy è un “uomo contro” che non distingue più i confini della sua rabbia, è contro anche le campane che irrompono nella discussione, è contro la moglie – proveniente da una quieta borghesia  e dunque presa a simbolo di quei valori – è persino ‘contro’ la pioggia... Allora era emblema dello scontento diffuso di larghe fasce sociali: giovani che avevano studiato, coltivato ambizioni e si trovavano ora a venire a patti con un’Inghilterra in crisi economica e d’identità. Oggi i problemi che ci attanagliano sono diversi ma affini: ogni spettatore può riconoscere quella incontenibile rabbia in sé o in chi gli vive accanto, o nello sconosciuto che tutti i giorni prende con lui l’autobus e che improvvisamente esplode nella furia omicida...
«Ricorda con Rabbia – sostiene il regista – è apologia della rabbia irruenta, disperata, generalizzata, quella che ci circonda ora, rabbia verso una realtà che va liquidata, rivista alle radici. La pièce ha preannunciato i nostri tempi ed è ancora il manifesto di chi si scontra con una società indifferente. È l’ira di chi affronta con furia chi si trincera nella sua cittadella a difesa dell’arroganza e della nebulosità dei suoi finti moralismi, di convenzioni e ipocrisie sociali, che non lasciano spazio né consolazione agli altri». 

Scheda Evento

Quando:
Dal 1° al 3 febbraio 2013
Location:
Politeama Rossetti, Largo Giorgio Gaber 1 - TRIESTE
Contatto:
Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia
Tel.:
040 3593511