Verso un paesaggio sonoro: le musiche classiche del mondo mediorientale e i loro rapporti con il sufismo

Candiani Summer Fest 2011 - Kifaya! Il vento nuovo della libertà

Venerdì 17 giugno 2011, ore 18.00

Verso un paesaggio sonoro: le musiche classiche del mondo mediorientale e i loro rapporti con il sufismo, conferenza con ascolti ed esempi suonati dal vivo a cura di Giovanni de Zorzi.

Le musiche classiche del mondo mediorientale risuonano in uno spazio geografico che, andando da Occidente ad Oriente, si estende dall'attuale Andalusia sino alla Cina occidentale. Il mondo culturale islamico si sviluppò, infatti, in vari centri distanti tra loro (ad esempio, Damasco, Baghdad, Cordoba, Costantinopoli, Bukhara, Samarcanda, Herat) così che si formò una vera e propria rete entro la quale circolavano uomini di cultura, intellettuali, artisti, che molto spesso erano influenzati dal sufismo (tasawwuf) o che si erano formati in una scuola sufi. Nonostante le molte nazioni nelle quali è frammentata oggi quest'area vastissima, per indicare le numerose caratteristiche che accomunano le tradizioni musicali "d'arte", "colte", "classiche" che nei secoli vi sono sorte, si usa un unico termine della lingua araba: maqâm.
Nell’incontro si cercherà, con ascolti ed esempi, di introdurre i presenti in questo nuovo, affascinante, "paesaggio sonoro".

Giovanni De Zorzi, è allo stesso tempo suonatore di flauto ney e dottore di ricerca in Etnomusicologia. Veneziano, da circa vent'anni si occupa di musica classica e sufi di area ottomano-turca, iranica e centroasiatica. La sua attività alterna l'impegno concertistico, in solo o alla guida dell'Ensemble Marâghî, la ricerca sul campo, la scrittura, la direzione artistica di programmi musicali diversi e la didattica, strumentale e accademica. Ha pubblicato di recente il libro Musiche di Turchia. Tradizioni e transiti tra Oriente ed Occidente. Con un saggio di Kudsi Erguner, Milano Ricordi/Universal Music, 2010.

Scheda Evento

Location:
Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani 7 - Mestre (VE)
Tel.:
041.2386111