Exuvia, danza sulle pareti a Operaestate Festival Veneto 2009

UpTheWall
[img_assist|nid=21804|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Bassano del Grappa (VI) - Lunedì 20 luglio alle 21.20 Piazzotto Montevecchio in Centro storico a Bassano ospiterà lo spettacolo di danza sulle pareti Exuvia della compagnia italiana di danza verticale Il Posto con le musiche dal vivo de Marco Castelli small ensamble.

Può il corpo modellarsi sull’architettura e contemporaneamente essere influenzato da essa? Danzare sulle pareti degli edifici è possibile. Una danza verticale, per una nuova visione del mondo e dello spazio. E’ questo il progetto portato avanti dall’Associazione veneziana Il Posto all’interno del Progetto Proteo.

Lo spettacolo, proposto per la prima volta a Bassano, è una nuova esplorazione che gioca intorno al doppio senso della parola “muta”, intesa sia come trasformazione che come silenzio, per creare una visione nuova del corpo e della sua esibizione. Ed è[img_assist|nid=21805|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427] proprio da una sorta di metamorfosi animalesca che prende avvio la performance, che qui si confronterà con l’architettura dell’ex monte di Pietà nella suggestiva cornice di Piazzotto Montevecchio piccola e deliziosa piazzetta che è il centro dell’antica Bassano duecentesca. Da qui si animerà un’insolita e inquietante presenza di animali sulle parti degli edifici, animali capaci di trasformarsi in corpi umani e di muoversi su un piano inclinato a 90 gradi. A dare anuima a corpo alle figure le danzatrici Marianna Andrigo e Cecilia Fontanesi, su coreografia di Wanda Moretti.

La metafora dell’esibizione del corpo prende avvio, in questa nuova produzione, dalla suggestione degli animali che come strani esseri sofferenti che si lasciano guardare, abbandonando l’exuvia – l’involucro precedente – per concedersi definitivamente allo sguardo del pubblico in un susseguirsi di suggestioni visive, accompagnate dal vivo dalle musiche del Marco Castelli.

La sfida della gravità, il fascino del volo, il superamento del limite sono da sempre le sfide dell’uomo: la ricerca di una danza verticale esprime anche la volontà di allontanarsi dalla terra, staccarsi dai tempi dalla quotidianità ritrovando in questa nuova dimensione la leggerezza immateriale del desiderio di volare, in una poetica artistica che fonde insieme più linguaggi, contaminandoli tra loro.

Il Posto è oggi l’unica compagnia italiana di danza verticale e ha sviluppato negli anni creazioni coreografiche danzando su facciate di edifici, ponti, torri, fari, conventi, palazzi storici ma anche teatri e siti industriali, partecipando anche a numerosi Festival sia in Italia che all'estero. Da anni la compagnia lavora indagando lo spazio in tutti i suoi aspetti, da quello antropologico e sociale a quello architettonico e culturale. L’azione diviene ogni volta un'ambientazione esclusiva adattata ai luoghi che la ospitano: in una trasformazione continua, la struttura coreografica e spaziale e la scelta musicale e acustica preparate si fondono con il luogo della rappresentazione assumendo forme sempre nuove.

II Posto è un'associazione fondata nel 1994 a Venezia ed ha per oggetto la conoscenza, la pratica e lo sviluppo della danza e le attività di espressione del movimento. Nel 1999 in relazione al primo grande esperimento di danza verticale con 16 danzatori e un'orchestra di fiati, la danza verticale e lo sviluppo di una tecnica 'verticale' ha determinato la nascita della Compagnia, per la quale Wanda Moretti compie una continua ricerca di danzatori, che costituiscono oggi un importante patrimonio umano, artistico e tecnico.

 

Operaestate Festival Veneto 2009

Piazzotto Montevecchio - Bassano del Grappa (VI)

Lunedì 20 luglio 2009, ore alle 21.20

Exuvia (Progetto Proteo danza verticale)

Il Posto - Marco Castelli small ensamble

Ingresso libero

 

Info: Biglietteria del Festival

tel 0424 524214/0424 217819

www.operaestate.it .