A FilmForum 2010 le premizioni del Limina Award 2010

ConSequenze
UDINE – Dopo due serate di proiezioni al Visionario, nel segno della riscoperta dell’archivio di Luigi Chiarini e di preziose pellicole ritrovate e riproposte al pubblico udinese con l’accompagnamento musicale “live” del pianista Carlo Moser, FilmForum inaugura un percorso portante di questa edizione 2010, quello della scrittura sul cinema. Sono in programma domani, dalle 11.30 nella Sala Convegni di Palazzo Antonini, le premiazioni dei LIMINA AWARD 2010, i prestigiosi riconoscimenti nazionali assegnati nei giorni scorsi dalla CUC, Consulta Universitaria per il Cinema. Ha vinto l’edizione 2010 dei Limina Award l’antologia critica del poeta e sceneggiatore Attilio Bertolucci, padre dei filmmaker Bernardo e Giuseppe, brillantemente ricordato con il volume Attilio Bertolucci, Riflessi da un paradiso: scritti sul cinema, a cura di Gabriella Palli Baroni (Moretti & Vitali, 2009); e inoltre, nell’ambito degli studi sul cinema, premiati Monica Dall'Asta, autrice di Trame spezzate. Archeologia del film seriale (Le Mani, 2009), e per la sezione internazionale, parimerito, Raymond Bellour, con Le Corps du cinéma: Hypnoses, émotions, animalités (POL, Paris, 2009), e Anton Kaes con Shell Shock Cinema. Weimar Culture and the Wounds of War (Princeton UP 2009), sulla cinematografia tedesca “espressionista”. Infine ha vinto il Limina Award 2010 per la migliore traduzione italiana di un importante contributo agli studi cinematografici James Naremore, con il volume Su Kubrick (Edizioni Kaplan, Torino 2009), che presenta informazioni inedite sul contesto culturale e sulla storia produttiva dei film del grande cineasta. Domani, a Palazzo Antonini, sarà presentata anche la nuova pubblicazione di Film Forum, In The Very Beginning and At The Very End/Dall’inizio, alla fine, a cura di Francesco Casetti, Jane Gaines e Valentina Re, in uscita per edizioni Forum Udine. Il volume, realizzato in collaborazione con il Permanent Seminar on History of FIlm Theories, contiene oltre cinquanta saggi sulle teorie del cinema, con gli atti del XVI Convegno Internazionale di Studi sul Cinema promosso nel marzo 2009 a Udine. Il percorso di FilmForum sulle scritture per il cinema proseguirà a Gorizia con un ciclo di ‘incontri con l’autore’, che metterà a fuoco le più interessanti uscite editoriali sul cinema in Italia, insieme ai loro autori. E intanto cresce l’attesa per l’evento speciale dell’edizione 2010 di FilmForum: venerdì 19 marzo, alle 21.00, a Palazzo Della Torre a Gorizia, si presenta in anteprima nazionale il primo film italiano girato su Second Life, Vola Vola, del regista Berardo Carboni, protagonista l’attore Alessandro Haber. L'ispirazione è venuta al regista dalla lettura di uno dei libri dello studioso di mondi virtuali Mario Gerosa, che in seguito sarà uno dei collaboratori alla sceneggiatura del film. Vola Vola si occupa delle dimensioni politiche e sociologiche dei mondi mediali, della libertà di espressione e dell'etica Hacker, della logica spietata che presiede le produzioni televisive. Ingresso libero Info: filmforum.uniud.it