Flussidiversi 2010 incoronerà Patrizia Valduga. I suoi versi incisi sulla scogliera di Caorle

Rassegne
[img_assist|nid=27632|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Caorle (VE) - Patrizia Valduga sarà l'Ospite d'Onore della terza edizione di Flussidiversi, il festival di poesia nato nel 2007 a Caorle e che quest'anno è in programma nella città veneta dal 28 al 30 maggio. n questi tre giorni l'antico centro marinaro sarà popolato di poeti e di chi ama la poesia. Infinti "semi di poesia" voleranno sulle acque della Laguna e tra i campielli, innalzati nelle sette lingue di in cui si esprimono i poeti di Flussidiversi. Sono le lingue in uso nelle nazioni e regioni aderenti alla Comunità Alpe - Adria. Semi di poesia prodotti in un file rouge di versi dipanato lungo più di 56 ore e che vedrà impegnati decine di poeti. Una onda di emozioni che raggiungerà, nelle diverse lingue, tutti coloro che della poesia avvertono l'intimo bisogno.Versi contaminati da musica, arte, fotografia, a indicare come Flussidiversi sia sempre più una rassegna aperta ai contaminazioni, dove tutte le Arti si offriranno reciprocamente spunti: di profonda emozione.Di tutto questo sarà "regina" Patrizia Valduga."Succederà" a Andrea Zanzotto e Christoph Wilhelm Aigner, protagonisti delle prime due edizioni di Flussidiversi. I suoi versi, scritti per l'occasione, resteranno scolpiti per sempre, accanto a quelli dei suoi due predecessori, sulla scogliera di Caorle.Patrizia Valduga, nata nel 1953 a Castelfranco Veneto, vive a Milano. È fra [img_assist|nid=27633|title=|desc=|link=none|align=right|width=519|height=640]le voci più significative della poesia contemporanea italiana. Ha esordito nel 1982 con Medicamenta (Guanda). Sono seguiti: La tentazione (Crocetti, 1985), Medicamenta e altri medicamenta (Einaudi, 1989), Donna di dolori (Mondadori, 1991), Requiem (Marsilio, 1994; poi in versione ampliata Einaudi, 2002), Corsia degli incurabili (Garzanti, 1996), Cento quartine e altre storie d'amore (Einaudi, 1997), Prima antologia (Einaudi, 1998), Quartine. Seconda centuria (Einaudi, 2001), Manfred (Mondadaori, 2003), Lezione d'amore (Einaudi, 2004), Postfazione a Ultimi versi di Giovanni Raboni (Garzanti, 2006).È notevole la sua attività di traduzione: John Donne, Canzoni e sonetti (Studio Editoriale, l985); Stéphane Mallarmé, Poesie (Mondadori, 1991); Paul Valéry, Il Cimitero marino (Mondadori, 1995); Molière, Il Misantropo e Il Malato immaginario (Giunti, 1995); Riccardo III di Shakespeare (Einaudi, 1998); Respice et crede di Pierre Ronsard (Il Faggio, 2005); e per il teatro: Féerie di Céline, L'Avaro e Tartuffe di Molière, Gli imprevisti accanto al fuoco di Crébillon fils, La voce umana di Cocteau, Macbeth di Shakespeare, Non io, Compagnia e Monologo di Beckett.Ha fondato nel 1988 il mensile «Poesia», che ha diretto per un anno.A promuovere Flussidiversi 2010, con la Comunità Alpe Adria, il Comune di Caorle, l'APT e gli altri organismi territoriali, è la Regione del Veneto. Curatore di Flussidiversi è Antonio Cassuti; il coordinamento, per conto della Regione del Veneto è di Angelo Tabaro; l'organizzazione è dell'Ufficio Cultura del Comune di Caorle.   Dal 28 al 30 maggio 2010    Caorle (VE) -  locations varie   FlussidiversiPoesia e poeti in Alpe-Adria Info: www.flussidiversi.it