Fontanini e Macorig chiedono una formazione professionale sul territorio in stretto contatto con le aziende

ConVegni

UDINE - La Provincia di Udine richiede con forza la possibilità di poter gestire direttamente il settore della formazione professionale, per stare ancora più accanto a quanti sono alla ricerca di un’occupazione interagendo in sinergia con i soggetti che si occupano del settore nel territorio.

Si è espresso in questi termini il presidente della Provincia, on. Pietro Fontanini, introducendo il convegno che si è svolto nel Salone del Consiglio di Palazzo Belgrado per le presentazione dell’indagine svolta tra i mesi di aprile e maggio dall’Ires, Istituto di Ricerche economiche e sociali del Friuli Venezia Giulia, sul tema del fabbisogno delle figure professionali da parte delle aziende.
Nel suo intervento Daniele Macorig, il cui assessorato provinciale al Lavoro è stato committente dell’indagine, ha ricordato invece l’impegno nelle politiche attive a favore di chi è alla ricerca di un posto di lavoro, grazie soprattutto alla rivoluzione copernicana messa in atto mediante l’adozione del masterplan indicato dalla Regione. Intendiamo proseguire nelle richieste avanzate dal presidente Fontanini, è una direzione necessaria da percorrere rivendicando il passaggio ad una formazione sul territorio in stretto contatto con le piccole e grandi aziende ha sottolineato Macorig.

10 Centri per l’Impiego della Provincia sono il nostro biglietto da visita per quanto riguarda il mondo del lavoro: svolgono infatti un ruolo di orientamento legato alle possibilità di capacità formativa”ha ricordato Macorig. A ciò si aggiunge la nuova figura dell’Operatore unico, 14 giovani laureati che si occupano di seguire passo passo quanti necessitano di essere guidati nella ricerca di un’occupazione. Secondo quanto ha detto l’assessore al Lavoro, come emerge dai dati dei Cpi, la forte flessibilità che richiedono le aziende in un momento di crisi come questo deve essere accompagnata da una pronta risposta da parte degli enti che si occupano di formazione dei lavoratori. A ciò si aggiunge l’ottimo risultato riscontrato nell’emersione delle assistenti familiari: sino ad ora ne sono state regolarizzate 120 mediante un bonus concesso alle famiglie che hanno deciso di intraprendere questo percorso di legalità e di emersione.
A tirare le conclusioni del convegno Maurizio Franz, presidente della Commissione regionale per le Attività produttive, che ha sottolineato come l’indagine, che è utile anche a livello regionale per lo studio del mondo del lavoro, ha dimostrato come nella Provincia di Udine, nonostante lo stato di crisi, l’occupazione ha registrato una sostanziale tenuta, a conferma della validità delle politiche attive messe in atto dalla Provincia sul territorio.
Tutti i dati della ricerca sono reperibili sul sito www.provincia.udine.it/LAVORO/OML/RICERCHE.