Formare imprenditori adeguati ai nuovi contesti

Università
UDINE - La facoltà di Economia dell'università di Udine ha istituito un nuovo indirizzo in Imprenditorialità, all'interno del corso di laurea specialistico in Economia aziendale. Ad annunciarlo è il preside Gian Nereo Mazzocco: "Con questa scelta la facoltà di Economia risponde a due fondamentali obiettivi: da un lato la creazione di profili con competenze altamente qualificate in imprenditorialità e management e, dall'altro, la diffusione sul territorio di una nuova cultura imprenditoriale, basata non solo su attitudini personali, ma anche su processi di apprendimento strutturato relativi a metodologie, tecniche, capacità progettuali e stili di comportamento". Le associazioni di categoria hanno già espresso grande soddisfazione per l'avvio del nuovo corso che va a soddisfare un fabbisogno di formazione imprenditoriale, più volte espresso dal territorio. È destinato in modo particolare ai giovani che vogliano percorrere la strada dell'imprenditoria o decidano di continuare l'attività dei padri imprenditori. Potranno iscriversi tutti i laureati triennali della facoltà di Economia. "L'indirizzo specialistico in Imprenditorialità - afferma Cristiana Compagno, presidente del consiglio di corso di laurea - si articola su 120 crediti formativi e offre insegnamenti specificatamente dedicati allo sviluppo di competenze imprenditoriali in contesti competitivi altamente complessi. La struttura del corso di laurea si basa su un equilibrio formativo tra il potenziamento delle capacità individuali di orientamento al problem solving e all'innovazione e la creazione di competenze di tipo manageriale per la gestione dei cambiamenti strategici e organizzativi. In questo quadro formativo - prosegue Compagno - le discipline impartite vanno dal comportamento organizzativo alla leadership, dalla gestione strategica dell'innovazione alle tecniche di cambiamento organizzativo, dai modelli di imprenditorialità al family business, dall' antitrust alla tutela della proprietà intellettuale".