Goran Bregovic a Tarvisio per il No Borders Music Festival 2009

ConCerti
[img_assist|nid=21762|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Tarvisio (UD) - Dopo Madonna, e aspettando Bruce Springsteen, Lenny Kravitz, Vinicio Capossela e Paolo Conte, domenica 19 luglio, il No Borders Music Festival ospita, in Piazza Unità, l'artista che più rappresenta lo stile e la filosofia senza confini della manfestazione: Goran Bregovic. I ritmi coinvolgenti della sua Wedding & Funerals Band faranno ballare, a partire dalle 21.15, tutto il centro di Tarvisio. Con le radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock.... dando vita ad una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere. Nato a Sarajevo da madre serba e padre croato, Goran Bregovic crea i suoi primi gruppi rock a sedici anni: il rock aveva all'epoca un ruolo fondamentale nella nostra vita. Era l'unica possibilità per poter esprimere pubblicamente il nostro malcontento senza rischiare di finire in galera, o quasi. Per far piacere ai suoi genitori, Goran si impegna a proseguire i suoi studi di filosofia e sociologia che lo avrebbero portato ad insegnare, se l'enorme successo del suo primo disco non avesse deciso altrimenti. Seguono quindici anni con il suo gruppo White Button e tredici album venduti in 6 milioni di copie. Tour interminabili in cui Goran diventerà l'idolo della gioventù jugoslava. Alla fine degli anni 80, Bregovic si libera del suo ruolo sfibrante di "star" e si isola in un "ritiro dorato" in una piccola casa sulla costa adriatica, un vecchio sogno d'infanzia, qui compone le musiche del terzo film dello storico amico Emir Kusturica "Il Tempo dei Gitani". Ben presto però i primi disordini scoppiano in Yugoslavia e i due amici sono costretti ad abbandonare tutto e trasferirsi a Parigi. Alle sue origini già miste, Goran ha aggiunto una moglie mussulmana, che rende la mescolanza di culture nella sua vita ancora più allegra e stimolante. Alkohol è il titolo del nuovo disco di Goran Bregovic, uscito ad[img_assist|nid=21763|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=446] inizio 2009. Così lo descrive l'artista: Alkohol è suddiviso in due parti: la prima, Rakija prende il nome dalla bevanda alcolica nazionale serba, il brandy alla prugna, ed è stata registrata dal vivo a Guca nell'estate 2007. Guca è una piccola cittadina serba di circa 20.000 abitanti, in cui ogni anno ad agosto si tiene il famosissimo Festival delle bande di ottoni, manifestazione alla quale partecipano in media 150.000 persone che, per tre giorni consecutivi, sotto il caldo torrido, mangiano carne alla griglia e crauti acerbi, bevono, ascoltano musica e bevono ancora...questo per spiegare il titolo. Le canzoni registrate a Guca non sono mai state pubblicate prima, e devono essere ascoltate e danzate sotto l'effetto di forti superalcolici... Three Letters è la seconda parte, ed è la parte più raffinata, lo champagne del disco, e si addice a bevande alcoliche decisamente più leggere e a luci più soffuse... Due modi diversi di godersi la vita. No Borders Music Festival 2009 Domenica 19 luglio 2009, ore 21.15 Piazza Unità d'Italia - Tarvisio (UD) Goran Bregovic and The Wedding & Funerals Band Biglietti: 20.00 € + 3.00 € d.p. In caso di cattivo tempo il concerto si terrà alle 21.15 presso il Palazzetto dello sport di Tarvisio. Info: tel. 899325226 www.nobordersmusicfestival.com