I Babilonia Teatri con Baby don’t cry a Bassano per Operaestate Festival Veneto 2010

Rassegne

Bassano del Grappa (VI) - Martedì 3 agosto tornano a Bassano al Teatro Remondini i Babilonia Teatri che assieme a Solares Teatro delle Briciole propongono un originale spettacolo pensato per il pubblico dei bambini dal titolo Baby don’t cry. E’ questo il primo appuntamento di una settimana che vede protagonisti a Operaestate Festival Veneto alcune realtà tra le più interessanti della nuova scena teatrale italiana.

Dopo Babilonia il 4 agosto sempre al Teatro Remondini di Bassano sarà la volta di Emma Dante con Ballarini mentre il 5 agosto ci si sposta a Castelfranco Veneto per assistere al dittico che la compagnia Anagoor ha dedicato a Giorgione e che vede per la prima volta ricomposti in una stessa sera Rivelazioni e Tempesta.
Dall’incontro tra una delle compagnie più importanti del teatro ragazzi italiano e un giovane gruppo di ricerca dallo stile inconfondibile nasce uno spettacolo originale e innovativo che affronta il tema del pianto. Piangere è un’esperienza che fanno tutti, sia i bambini che gli adulti. Si piange per paura, per tristezza, per capriccio. Si piange di gioia, di rabbia, di dolore. Chi piange più forte? Chi ha le lacrime più grosse? Chi usa più fazzoletti?

Il lavoro vuole restituire il valore assoluto che per noi ha il piangere in quanto strumento di comunicazione. Ma allo stesso tempo cerca di fare emergere le contraddizioni che il nostro mondo crea, anche in relazione a un’azione ancestrale com’è il pianto.

I bambini piangono per motivi diversi, - affermano i due autori e registi Enrico Castellani e Valeria Raimondi - a seconda delle esperienze di vita che hanno alle spalle. E` un dato che non giudichiamo e che a loro volta i bambini non giudicano. In questo lavoro raccontiamo semplicemente quali sono le diverse ragioni per cui si può piangere. Così ognuno può trovarsi rispecchiato in quel che vede e vivere lo spettacolo come un qualcosa che lo riguarda direttamente.

Il risultato è uno spettacolo che, pur parlando di bambini, cerca di non trattarli come tali. Un progetto nato per gli spettatori più piccoli, ma capace di parlare al pubblico di tutte le età di quanto faccia bene liberare quelle lacrime che, a volte per pudore, ci sforziamo di trattenere.
“In fondo il pianto è ordinario e straordinario insieme. – concludono i due autori - E` quotidiano ed eccezionale, è consuetudine e stupore. E` disperazione e gioco, spesso è un ibrido dove è difficile scindere tristezza e gioia, necessità e capriccio, felicità e disperazione, realtà e immaginazione”.
Ritenuti dalla critica “uno dei fenomeni più vitali e dirompenti” della scena teatrale italiana (Renato Palazzi), vincitori del Premio Scenario nel 2007 con l’acclamato Made in Italy e del Premio UBU nel 2009, Babilonia Teatri hanno visto al loro fianco Operaestate Festival Veneto in ben tre produzioni (Made in Italy, Pop Star e Pornobboy) e torneranno protagonisti a Bassano il prossimo 4 settembre con l’anteprima del nuovo lavoro The end, anch’esso coprodotto dal festival bassanese, prima di debuttare al CRT di Milano nel mese di dicembre.

Operaestate Festival Veneto 2010

Martedì 3 agosto 2010, ore 21.00

Teatro Remondini- Bassano del Grappa (VI)

Baby don’t cry

una produzione Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti progetto di Babilonia Teatri
a cura di Valeria Raimondi ed Enrico Castellani
con Marco Olivieri e Francesco Speri

con la collaborazione di Ilaria Dalle Donne e Vincenzo Todesco
musiche originali di Marco Olivieri
piano luci Babilonia Teatri e Emiliano Curà
scene Babilonia Teatri e Paolo Romanini TdB Lab
montaggio audio Babilonia Teatri/Luca Scotton
illustrazioni Ilaria Dalle Donne

Info: Biglietteria del Festival

tel. 0424524214/0424 217811

Numero Verde: 800 533 633.

www.operaestate.it