I Mille Occhi 2009: nella giornata di giovedì riflettori puntati su Helena Ignez e Sonia Savić

ConSequenze
TRIESTE - Giovedì 24 settembre al Teatro Miela settima giornata di programmazione per l’ottava edizione de I Mille Occhi, festival internazionale del cinema e delle arti. Al centro del programma Helena Ignez, che assieme alla figlia produttrice Sinai Sganzerla e al direttore della fotografia André Guerreiro Lopes presenta alle ore 11 Reinvençao da Rua - Uma Reflexão, cortometraggio firmato dalla stessa Ignez, e Grito da Terra di Olney São Paulo. Alle ore 20 un altro cortometraggio da lei firmato, A Miss e o Dinossauro 2005 - Bastidores da Belair, seguito da Copacabana Mon Amour di Rogério Sganzerla. Entra nel vivo anche il percorso dedicato a Sonja Savić: alle ore 17 Mirjam Koren Babić introduce l’anteprima internazionale di Masmediologija na Balkanu (Massmediologia nei Balcani) di Vuk Babić, mentre in serata è previsto un doppio appuntamento in sala video che in parte completa il discorso iniziato nel pomeriggio.A Miss e o Dinossauro 2005 - Bastidores da Belair è un personalissimo making of delle produzioni clandestine della Belair: Copacabana Mon Amour, Sem Essa Aranha, Cuidado, Madame e A Família do Barulho. La cinepresa Super 8 ritrae il gruppo di artisti e amici durante una festa prima che Julio Bressane, Rogério Sganzerla e Helena Ignez lascino il Brasile per l’esilio. In Copacabana Mon Amour, Sganzerla filma il quartiere così come piace al diavolo e mostra come il paesaggio di questa ex capitale marcisca meravigliosamente. Nel film si vede la favela carioca – che una volta fece perdere la testa anche a Orson Welles – come veramente è, barbara e nostra. In Copacabana abbiamo il brillante seguito del progetto del regista di fare un cinema“pessimo e libero, ora girato in cinemascope e tutto con la cinepresa in mano. (Remier Lion) Particolarmente interessanti i lavori proposti nell’itinerario su Sonja Savić. Vuk Babić ha realizzato Masmediologija na Balkanu e Balkanska perestrojka nei due ultimi anni antecedenti alla scissione della Jugoslavia: si tratta dell’adattamento della commedia DR di Branislav Nušić (Belgrado, 1864-1938), incentrata sulla vita e le circostanze del lavoro del piccolo imprenditore che cerca di trasformare suo figlio in un personaggio che lui avrebbe voluto essere, per facilitargli la vita. Ne vien fuori una satira nušiciana con tagliente senso dell’umorismo in simbiosi con l’occhio analitico di Babić.Da segnalare, in serata, pure l’accoppiata formata da Once Upon a Honeymoon di Leo McCarey e Missione Wiesenthal di Vittorio Cottafavi. Il film di McCarey è uno di quelli in cui il regista collabora con successo con Cary Grant, qui affiancato da Ginger Rogers. Particolarmente rilevante l’aspetto politico, se si considera che l’obiettivo non dichiarato è quello di convincere la nazione americana che è necessario partecipare alla guerra in corso. Come commenta Barthélemy Amengual, d’altra parte, “i richiami al patriottismo, al civismo, al dovere umanitario, all’eroismo, vengono moltiplicati con un’emozione spesso autentica […], anche se lo humour […] a volte sembra contraddire in modo molto violento questi appelli. Si tratta del tributo pagato alla lucidità critica, sollecitata, dello spettatore, e allo spirito di democrazia del paese (l’opposizione di Sua Maestà), del resto senza pericolo poiché lo humour impegna la dignità dell’umorista e il film intero ha stabilito in modo preciso dove si situa la dignità: nel combattimento.” Dal 18 al 26 settembre 2009Teatro Miela, Piazza Duca degli Abruzzi, 3 - TRIESTEI Mille occhi 2009, festival internazionale del cinema e delle arti - Paura e desiderio - VIII edizione    Giovedì 24 settembre:   Sala Cinema   Ore 15.00   L’Archipel des amours di Jean-Claude Biette, Cécile Clairval, Jacques Davila, Michel Delahaye, Jacques Frenais, Gérard Frot-Coutaz, Jean-Claude Guiguet, Marie-Claude Treilhou e Paul Vecchiali, Francia, 1982, 35mm, col, 99’, sott. it.     Ore 17.00   alla presenza di Mirjam Koren Babic´Masmediologija na Balkanu (Dr. br. 1) [Massmediologia nei Balcani] di Vuk Babic´, con Sonja Savic´, RSF Jugoslavia 1989, 35mm, col, 110’, sott. it, in anteprima internazionale.   Ore 20.00   alla presenza di Helena Ignez, Sinai Sganzerla e André Guerreiro Lopes   A Miss e o Dinossauro 2005 - Bastidores da Belair di Helena Ignez, Brasile, 2005, MiniDv, col-b/n, 17’, sott. it.   Copacabana Mon Amour di Rogério Sganzerla, con Helena Ignez, Brasile, 1970, 35mm, b/n, 85’, sott. it, nuova copia 35mm in anteprima.   Ore 22.00   Once Upon a Honeymoon di Leo McCarey, USA, 1942, 35mm, b/n, 114’, sott. it.   Missione Wiesenthal di Vittorio Cottafavi, Italia, 1967, Beta SP, b/n, 82’.   Sala Video   Ore 11.00   alla presenza di Helena Ignez, Sinai Sganzerla e André Guerreiro Lopescon presentazione della collana DVD Coleçao Cinema Marginal Brasileiro   Reinvençao da Rua - Uma Reflexão di Helena Ignez, Brasile, 2003, Beta SP, b/n, 32’.   Grito da Terra di Olney São Paulo, con Helena Ignez, Brasile, 1964, DVD (da 35mm), b/n, 80’.   Ore 17.00   Le Carré de la fortune - Portrait di Pascale Bodet e Emmanuel Levaufre, con Michel Delahaye, Francia, 2007, MiniDV, col, 155’.   Ore 20.00   Desperado Tonic di Boris Petkovicˇ, Varja Mocˇnik, Hanna A.W. Slak e Zoran Zˇivulovicˇ, con Sonja Savic´, Slovenia 2004, DVD (da 35mm), col, 71’, sott. ingl.   Ore 22.00 Balkanska perestrojka (Dr. No. 2) [Perestrojka nei Balcani] di Vuk Babic´, con Sonja Savic´, RSF Jugoslavia, 1990, DVD (da 35mm), col, 105’. Biglietti: giornaliero 4 € abbonamento 22,50 € (con catalogo in omaggio)