I ponti di Madison County con Paola Quattrini e Ray Lovelock al Comunale di Cormòns

Foyer
[img_assist|nid=18372|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Cormòns (GO) - E’ una commedia che ho voluto io in prima persona. Mi ero innamorata del film. Dopo un percorso tortuoso e lungo, di quasi due anni, sono riuscita ad avere i diritti del testo. E non è stato facile nemmeno l’allestimento, con la regia di Salvati, che è molto meticoloso e preciso. Ci siamo sfiniti durante le prove, ma alla fine le fatiche sono state ripagate. (Paola Quattrini) Arriverà venerdì 20 febbraio, alle 21, al Teatro Comunale di Cormòns, in prima regionale, l’atteso I ponti di Madison Countytratto dall'omonimo romanzo di Robert James Walzer, nell’adattamento e regia di Lorenzo Salvati, con Paola Quattrini, Ray Lovelock e Ruben Sigillo. E’ la storia di una donna sposata, moglie e madre irreprensibile, rassegnata ad una vita casalinga tranquilla, che incontra improvvisamente l’imprevisto: un viaggiatore libero e selvaggio. Due vite si intersecano e, nello spazio di pochi giorni, si stravolgono completamente. I vecchi sogni erano bei sogni... non si sono avverati... comunque li ho avuti. La donna, che sceglie di riprendere la sua solita vita per sempre, è guidata non da rassegnazione, né da senso del dovere dettato dal conformismo delle convezioni sociali, ma dalla sublime forma di saggezza che le mostra quanto sia migliore preservare un amore attraverso il ricordo anziché bruciarlo vivendolo fino in fondo. In prima assoluta per l’Italia, la versione teatrale di Lorenzo Salvati, in accordo con la versione cinematografica interpretata da Meryl Streep e Clint Eastwood, si fonda e ruota attorno al concetto di vero amore, di quell’amore che coinvolge i sensi, l’istinto e il cuore. Interpretare questa parte è stato bellissimo – spiega ancora la Quattrini -. Lei è una donna meravigliosa, forte, fortunata per avere incontrato l’amore vero. Per non sciuparne neppure il ricordo è capace di lasciarlo andare. Resta così la magia dell’amore e lei con la sua immensa dignità per se stessa. Si riconosce nel personaggio? Magari! Non penso di essere così forte, se perdo la testa poi… credo molto nell’amore ma Francesca è davvero molto forte. Certo che una parte di questo tipo è molto stimolante per un’attrice. E’ sempre gratificante mettersi alla prova. Credo inoltre che ogni replica sia un evento a sé stante, mai una routine, e quindi ogni sera è una cosa nuova, una nuova emozione.   Venerdì 20 febbraio 2009, ore 21:00 Teatro Comunale – Cormòns (GO) I ponti di Madison County dal romanzo di Robert James Walzer adattamento e regia di Lorenzo Salvati con e Ruben Sigillo. Info: a.ArtistiAssociati tel. 0481532317