Il Ballet de l’Opéra nazionale de Bordeaux porta in scena Giselle al Verdi di Pordenone

Pas de deux
PORDENONE - Esiste una tradizione della danza notturna conosciuta nei paesi slavi sotto il nome di Villi. Le Villi sono le fidanzate morte prima del giorno delle loro nozze; queste povere giovani creature non possono riposare tranquille nelle loro tombe. Nei loro cuori spenti e nei loro piedi morti è rimasto l’amore per la danza che non hanno potuto soddisfare nel corso della loro vita, quindi, a mezzanotte, si alzano, si uniscono in gruppo sulla strada principale. Malaugurato il giovane che le incontra, poiché dovrà danzare con loro finché non cadrà a terra morto. Vestite con i loro abiti da sposa, le corone di fiori sulla testa ed anelli brillanti alle dita, le Villi danzano al chiaro di luna come Elfi; la loro figura, sebbene bianca come la neve, risplende della bellezza della giovinezza” (Heinrich Heine). Un grande classico e una delle migliori compagnie europee per chiudere la stagione della danza al Teatro Verdi di Pordenone: martedì 21 aprile, alle 20.45, il Ballet de l’Opéra nazionale de Bordeaux, presente nei festival di tutto il mondo e premiato recentemente a Cuba ed Edimburgo, presenterà Giselle. Sul palcoscenico pordenonese approderà dunque uno dei grandi classici di sempre, nell’ interpretazione del suo attuale direttore artistico, Charles Jude che, a tal proposito, afferma: Giselle (ovvero “Le Villi”) è l’evocazione, attraverso la poesia del corpo, d’un affascinante racconto romantico, dove il tragico della realtà cede il posto al fantastico ed all’immaginazione.   Apoteosi del balletto romantico, Giselle resta un capolavoro assoluto del repertorio coreografico. Tratto da una leggenda evocata da Heinrich Heine, che mette in scena le famose Villi, questo balletto fu creato nel 1841 su libretto di Théophile Gautier. Caduto nell’oblio, fu riscoperto agli inizi del XX secolo grazie ai Ballets Russes di Diaghilev e, da allora, è presente nei cartelloni dei più importanti teatri del mondo. Sensuale e commovente, la coreografia di Charles Jude perpetua la storia di quest’immortale balletto.       Prima dello spettacolo, alle 18, nel Ridotto del Teatro Verdi, si terrà l’incontro sul tema Un continuo colpo di fulmine: confessioni di un critico di danza, inserito nella serie Raccontare la musica, che in questo caso diventa Raccontare la danza. Sarà protagonista Silvia Poletti, giornalista, saggista e critico di danza. Attraverso alcuni frammenti d’autobiografia e molti ricordi, racconterà la storia di una fascinazione costantemente rinnovata, capace di alimentare la passione e stimolare l’intelletto,diventando consolazione e motore della vita, professione pubblica e rifugio intimo: da Giselle a William Forsythe sempre con la comprovata certezza che la bellezza salverà il mondo. Danza 2008-2009 Martedì 21 aprile 2009, ore 20.45 Teatro Comunale Giuseppe Verdi, viale Martelli, 2 - PORDENONE Ballet de L’Operà National de Bordeaux Giselle, ovvero Le Villi Coreografia Charles Jude dalla versione originale di Jean Coralli e Jules Perrot Musica Adolphe Adam, registrata da Orchestre National Bordeaux Aquitania, diretta da Paul Connelly Scene Giulio Achilli Costumi hilippe Binot Luci François Saint-Cyr Etoiles Emmanuelle Grizot, Igor Yebra Solisti Stéphanie Roublot, Roman Mikhalev, Juliane Bubl, Vanessa Feuillatte, Yumi Aizawa, Roman Mikhalev, Vladimir Ippolitov Corpo di ballo Aline Bellardi, Darélia Bolivar, Emilie Cerruti, Louise Djabri, Viviana Franciosi, Stéphanie Gravouille, Marina Guizien, Corinne Lanssens, Laure Lavisse, Diane Le Floc’h, Suzanne Limbrunner, Marie-Lys Navarro, Mika Yoneyama, Felice Barra, Kase Craig, Guillaume Debut, Ludovic Dussarps, Pier Paolo Gobbo, Vladimir Korec, István Martin, Alvaro Rodriguez Piñera, Guido Sarno, Frédéric Vinclair, Marc-Emmanuel Zanoli Ballerini Aggiunti Anna Eléna, Giulia Gabrielli, Dorothée Gibon, Camille Lebesgue, Céline Marcinno, Laurine Martin, Lucie Peixoto, Caroline Vivier, Walter Maimone, Julien Prud’homme, Nicolas Rombaut Direttore artistico Charles Jude Maître de ballet Eric Quilleré Amministratore Anne-Hélène Brière Coordinamento generale Michèle Ténier Direttore di produzione Jean-Pierre Ténier Pianista Léo Smékal Chinesiterapista Martine Picot Equipe tecnica Hervé Ramond, Eric Vergez, Hervé Constant, Fernando Garcia, Pascal Castéra, Pascal Voelkel, Céline Bignon, Charline Bourbon Una produzione Opéra National de Bordeaux distribuita da International Music and Arts Biglietti: Intero da € 12,00 a 26,00, Ridotto da € 10,00 a 20,00, Studenti da € 10,00 a 22,00, Loggione € 5.   Raccontare la danza Martedì 21 aprile 2009, ore 18.00 Ridotto del Teatro Verdi Silvia Poletti Un continuo colpo di fulmine: confessioni di un critico di danza   Info: tel. 0434247624 biglietteria@comunalegiuseppeverdi.it www.comunalegiuseppeverdi.it