Error message

Il file non può essere creato.

Il Ballet d'Europe apre la 26. edizione del Festival Bolzano Danza

Pas de deux

BOLZANO - Si apre con due prime nazionali Schubert in love e Folavi e una prima assoluta Hevea, tre coreografie del francese Ballet d'Europe, lunedì 19 luglio, la 26. edizione del Festival Bolzano Danza, Made in Italy, in programma nel capoluogo altoatesino fino alla fine del mese.

Made in Italy è un viaggio tra le firme della coreografia italiana più in vista nella scena internazionale. In programma al Teatro Comunale e nelle vie del centro storico di Bolzano, Bolzano Danza 2010 sperimenta per la prima volta a livello trasversale la ricerca artistica e l’impostazione di un festival “ecologico” che punta a raggiungere diversificati livelli di sostenibilità. L'edizione 2010, che ha come sottotitolo Going Green, propone alcuni degli artisti italiani più richiesti e gettonati all’estero che hanno “esportato” oltre confine la loro arte. I nomi di Matteo Levaggi, Mauro de Candia, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Veronika Riz, Enzo Celli, Francesco Nappa, Virgilio Sieni sono rimbalzati al di là dei nostri confini negli ultimi anni. Massimo Gerardi e Emanuele Soavi hanno scelto come paese d’elezione per la loro attività artistica la Germania così come Marco Cantalupo ha optato per la Svizzera. Quest’estate le loro carriere si incrociano a Bolzano.

Come il continente europeo da cui mutua il nome, il Ballet d'Europe sublima l'origine e la personalità di ogni suo danzatore nell'obiettivo di trovare nel gruppo una nuova unità. Fondato nel 2003 da Jean-Charles Gil (étoile al Ballet de Marseille ai tempi della direzione artistica di Roland Petit, al San Francisco Ballet e ai Balletti di Monte-Carlo), il Ballet d'Europe ha sede a Marsiglia e consta attualmente di 12 danzatori di età compresa tra i 19 e i 33 anni di diversa nazionalità, tutti di solida formazione classica posta al servizio della danza contemporanea. La fiducia nel corpo, nelle sue infinite potenzialità espressive, musicali ed emozionali sono i punti cardine su cui ruota il repertorio della compagnia che in soli sette anni è riuscito ad annoverare quattordici titoli siglati da alcuni dei più interessanti creatori di oggi quali Nacho Duato, Luca Veggetti, Jorma Uotinen, Régis Obadia, Lionel Hoche, Francesco Nappa e, naturalmente, dal direttore Gil (Petrouchka, Mireille, One More Time, Schubert in Love, Folavi).

 

Scrittura calligrafica e propensione all'astrattismo sono le caratteristiche del coreografo Jean-Charles Gil che fonda sull'intuizione fisica, sui naturali sentieri del corpo, la leggibilità e l'eleganza della sua danza foriera di emozioni. Folavi, brano del 2008, nasce dalla volontà dell'autore di immergersi nella musica di Antonio Vivaldi e nella vitalità dei suoi Concerti tradotta nei corpi in pura fluidità. Schubert in Love, invece, affonda nella musica di Schubert cercando le possibili corrispondenze, gli incontri, le fughe d'amore che la musica da camera del compositore austriaco suggerisce. In aggiunta alle due creazioni di Gil, la serata di apertura di Bolzano Danza propone il nuovo lavoro del coreografo, danzatore e compositore campano Francesco Nappa. Autore poliedrico, Francesco Nappa (classe 1974) ha realizzato coreografie per il Nederlands Dans Theater (Our Bench, Per Mamma), per i danzatori dei Ballets de Monte-Carlo, Play Ground e Backlash, e per la Palucca Schule Dresden. Da sempre alla ricerca di relazioni tra corpi e sostanze inanimate, nella sua nuova creazione Hevea esplora le possibilità modulabili di un corpo racchiuso/compresso in una sostanza. Per l'occasione ha scelto il latex, un liquido viscoso ricavato da alberi come l'hevea la cui caratteristica è una grande elasticità e deformabilità. L'estensibilità e la freddezza del latex hanno suscitato la curiosità del coreografo che ha voluto "plasmarlo" sui corpi dei danzatori della compagnia di Jean-Charles Gil.

Dal 19 al 31 luglio 2010

Bolzano Danza - Tanz Bozen 2010 - 26. edizione

Made in Italy - Going Green

Lunedì 19 luglio 2010, ore 21:00

Teatro Comunale - BOLZANO

Ballet d'Europe (F)

in

Schubert in love

coreografia: Jean-Charles Gil

musica da camera: Franz Schubert

costumi: Jean-Charles Gil et Philippe Combeau

luci: Jean-Charles Gil et Jean-Bastien Nehr

prima rappresentazione: dicembre 2004 - ripresa gennaio 2006

prima nazionale

Hevea

coreografia, musica, costumi: Francesco Nappa

musica, luci, costumi Francesco Nappa

con Florencia Gonzalez, Erik Odriozola - Soraluce

prima assoluta

Folavi

coreografia: Jean-Charles Gil

musica: Antonio Vivaldi

scenografia e costumi: Jean-Charles Gil

luci: Jean-Bastien Nehr

prima rappresentazione: 8,9 aprile 2008 Théâtre du Châtelet Parigi

prima nazionale

Info: Fondazione Teatro Comunale e Auditorium
tel. 0471 053 800 

bolzanodanza@ntbz.net

http://www.bolzanodanza.it