Il C.E.C e il Club Unesco di Udine celebrano gli 80 anni del regista friulano Marcello De Stefano

ConSequenze
UDINE - Giovedì 24 settembre alle ore 16.00 il Visionario celebra gli 80 anni del regista friulano Marcello De Stefano con la proiezione del suo film Cuintriculture (Prime part). L’evento speciale, a ingresso gratuito, è organizzato dal C.E.C., Centro Espressioni Cinematografiche e dal Club Unesco di Udine e costituisce un’occasione unica per riscoprire il cinema di un autore che riflette sul senso e sul valore dell’identità friulana. L’evento speciale si svolgerà alla presenza del presidente del club Unesco di Udine Renata Capria D’Aronco e del presidente del C.E.C. Sabrina Baracetti. Dopo la proiezione del Cuintrileture (prime part)  (1986) interverranno il direttore dei Musei Diocesani Dott. Giuseppe Bergamini e il Mons. Giancarlo Menis (entrambi consulenti storici del film). Farà da moderatore Roberto Iacovissi. In questa occasione,  il presidente del Club Unesco di Udine, Renata Capria D’Aronco,  ufficializzerà, previa delibera dell’associazione, la candidatura al premio Nobel per la pace (ex aequo) a don Pier Luigi Di Piazza e a Daniele Sipione. Seguirà un rinfresco biologico nel giardino del Visionario.  Marcello De Stefano si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dopo importanti esperienze sul set con autori come Alessandro Blasetti, Luigi Zampa, Vittorio De Sica, Michelangelo Antonioni.  Alle successive esperienze di aiuto regia  (Crimen di Mario Camerini, con Vittorio Gassman, Alberto Sordi e Nino Manfredi e Il segugio di Bernard Rolland), si aggiunge la realizzazione di due documentari religiosi, Sentieri verso Dio (1961), Le vie di Gesù (1962-1963) che evidenziano un forte impegno umanitario e il senso del sacro. Nel 1963  torna in Friuli dove la rivendicazione dell’identità linguistica accompagna un risveglio culturale cui partecipa dando voce ai friulani e ai loro problemi. Da allora, Marcello De Stefano scrive e dirige, con successo di pubblico e di critica, svariati film-saggio, esempio di “un cinema particolare che si colloca a metà strada tra il documentario e il film a soggetto”, per documentare la realtà e per stimolare la discussione e la riflessione... proponendo la questione friulana.  Cuintrileture part prime è il primo capitolo della versione friulana di Controlettura, una trilogia sul senso e sui valori dell’ “essere friulani” e su ciò che di positivo questa può dare al mondo d'oggi. Protagonista è il Friuli e il suo fervido paesaggio di monumenti, opere d’arte e documenti filtrato dallo sguardo di tre giovani turiste. Il film, quale “controlettura”  della storia e dell'arte del Friuli, suggerisce un modo nuovo di guardare la realtà, a partire dalla specificità del popolo friulano e della sua lingua.  Giovedì 24 settembre 2009, ore 16:00 Visionario, via Asquini, 33 - UDINE    evento speciale Omaggio a Marcello De Stefano Cuintrileture (prime part) di Marcello De Stefano  Italia, 1975 – 76, 58’    Film saggio   Ingresso libero