Il Festival Internazionale W. A. Mozart a Rovereto

Classica
[img_assist|nid=23520|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Rovereto (TN) - Il fil rouge che caratterizzerà l’edizione 2009 del Festival Internazionale W.A. Mozart è il rapporto del genio di Salisburgo con il mondo dei compositori che lo hanno preceduto, lo hanno affiancato e lo hanno succeduto, sulla scia dei tanti anniversari che si celebrano quest’anno. Cadono insieme, infatti, i 250 anni dalla morte di Händel, i 200 anni da quella di Haydn e Albrechtsberger, nonché dalla nascita di Mendelssohn. Tutti compositori legati a Mozart, che li ha avuti come modelli, maestri, colleghi, amici e discepoli ideali.
L’edizione 2009 del Festival - spiega il direttore artistico, Angela Romagnoli - vuole proporre al pubblico una collana di programmi musicali che aiutino a comprendere la costellazione in cui è possibile collocare Mozart: il rapporto col passato prossimo (Mozart-Händel), la rispettosa e affettuosa colleganza (Mozart-Haydn, Mozart-Albrechtsberger), l’eredità consegnata alle generazioni successive (Mozart-Mendelssohn, ma anche Mozart e i nostri contemporanei).

Il Festival cambia in parte fisionomia rispetto agli anni scorsi, mantenendo però una linea di continuità. I due momenti separati che avevano caratterizzato le passate edizioni confluiscono in un unico lungo fine-settimana da giovedì 24 a lunedì 28 settembre 2009. Restano gli appuntamenti teatrali e l’attenzione per il cinema, che creano un evento unico a più facce, destinate a intrecciarsi liberamente.
I tanti anniversari saranno occasione di un momento di riflessione proposto in apertura del Festival, giovedì 24 settembre: studiosi di musica, cinema e storia si confronteranno sul tema delle celebrazioni come occasione di costruzione mirata di personaggi.
Il programma musicale prevede un ampio spazio dedicato ad interpreti del filone storicamente informato, incarnazione sempre più evidente dello spirito post-moderno, più che mera archeologia musicale: l’Orchestra Zefiro (24 settembre) propone, con il soprano Gemma Bertagnolli, un’antologia dalle[img_assist|nid=23521|title=|desc=|link=none|align=left|width=486|height=640] quattro rielaborazioni mozartiane di lavori haendeliani (tra cui Messia); il Piccolo Concerto di Vienna (25 settembre) ricorda Haydn e Albrechtsberger presentando una colta curiosità: concerti con scacciapensieri, strumento che siamo abituati a collocare solo in contesti popolari e che invece ascolteremo in compagnia di classicissimi archi.
Una rarità - sia per gli strumenti (arpa di fine Settecento e violino) sia per il repertorio - è il concerto del duo Arparla a Casa Madernini (Villa Lagarina, 27 settembre), occasione per entrare nel mondo della Hausmusik ascoltando, in un contesto raccolto, musica tra Classicismo e Romanticismo con strumenti originali.
Non mancano le compagini tradizionali: la Liszt Chamber Orchestra, sotto la bacchetta di Janos Rolla e con il clarinetto di Michael Collins, offrirà un concerto classico attorno ai grandi Mozart, Haydn e Mendelssohn (26 settembre). L’Orchestra Filarmonica di Torino, diretta da Andrea Dindo, nella seconda parte del suo appuntamento affronterà il sinfonista Haydn e Mendelssohn trascrittore di Händel (27 settembre). La stessa orchestra riprenderà i pezzi vincitori del Concorso Internazionale di Composizione “2 Agosto” di Bologna, il Concorso che onora la memoria delle vittime della strage alla stazione del 1980 e che rappresenta una delle realtà più importanti nell’ambito della produzione di opere musicali contemporanee. Tra la rassegna roveretana e quella emiliana il sodalizio, cominciato nel 2006, è sempre più stretto.
Una novità dell’edizione 2009 - sottolinea ancora il direttore artistico - è rappresentata dall’attenzione al pubblico dei giovanissimi: approfittando della compresenza nella città di Rovereto con la rassegna nazionale Educa, con cui collabora, il Festival propone due laboratori musicali per bambini tra i 5 e i 12 anni, affidati alla Scuola musicale Jan Novák di Villa Lagarina (25 e 26 settembre). Inoltre per piccoli e grandi i burattini di Luciano Gottardi danno vita a un Flauto magico (26 settembre), e la ormai consueta ma sempre vivace collaborazione con il liceo Rosmini di Rovereto offre Omnibus Mozart, una pièce di Danilo Faravelli accolta quest’anno anche nella programmazione di Educa (27 settembre).
Da quest’anno, inoltre, il Festival Internazionale W.A. Mozart rappresenta la città di Rovereto nella rete internazionale delle Vie Europee di Mozart (European Mozart Ways), ed è dunque al centro di una serie di contatti e di scambi destinati ad aumentarne ulteriormente il prestigio e il profilo internazionale.

Dal 24 al 28 settembre 2009

Rovereto (TN) - locations varie

Festival Internazionale W.A. Mozart 2009

Il programma 


Giovedi 24 settembre

ore 15.30
Rovereto, Accademia degli Agiati

Convegno: Anniversari e celebrazioni, ovvero: come si manipolano le storie 
 
ore 21.00
Rovereto, Auditorium "F.Melotti",

Händel nelle mani di Mozart

Trascrizioni da: Aci e Galatea, Ode di Santa Cecilia, Messia

Orchestra Zefiro

Alfredo Bernardini, direttore
Gemma Bertagnolli, soprano

Venerdì 25 settembre

ore 17.00
Ala, Palazzo de Pizzini ,

Il cuoco di Mozart
L'incredibile vita di Lorenzo da Ponte: poeta , genio e avventuriero

Pièce teatrale con musica dal vivo
offerta dalla Fondazione W. A. Mozart Pizzini von Hochenbrunn

Riccardo Gadotti, voce recitante
Adriana Cicogna, mezzosoprano
Roberta Ropa, pianoforte

ore 17.00 -18.00
Rovereto, Centro storico,

Laboratorio per bambini (dagli 8 anni in su)
in collaborazione con EDUCA
e con la Scuola musicale Jan Novák di Villa Lagarina

Docenti: Cinzia Bonifazi, Alessandra Buffatto

ore 21.00
Trento, Villa Margon

I colleghi di Mozart

Albrechtsberger: Concerti per scacciapensieri, mandora e archi
Haydn: Divertimenti

Piccolo Concerto Wien

Albin Paulus, scacciapensieri
Pietro Prosser, mandora e liuto barocco


Sabato 26 settembre

ore 11.00
Nogaredo, palazzo Lodron

Mozart'ango e altro
Composizioni e improvvisazioni contemporanee

Janua

Enzo Filippetti, sassofoni
Alessandro Perpich, violino
Paola Crisigiovanni, pianoforte

ore 15.30
Rovereto, Sala Filarmonica

Mozart per i bambini
Il Flauto magico con i burattini
di Luciano Gottardi
(adatto a bambini di qualsiasi età)

ore 17.00 -18.00
Rovereto, Centro storico

Laboratorio per bambini(dai 5 ai 7 anni)
in collaborazione con EDUCA
e con la Scuola musicale Jan Novák di Villa Lagarina

Docenti: Cinzia Bonifazi, Alessandra Buffatto

ore 21.00
Rovereto, Auditorium "F.Melotti"

Il solista e l'insieme
Mozart: Concerto per clarinetto
Haydn: Divertimento in Mi bem. maggiore Hob. II:6
Mendelssohn: Ottetto op. 20

Franz Liszt chamber orchestra

Janos Rolla, direttore
Michael Collins, clarinetto

Domenica, 27 settembre

ore 11.00
Villa Lagarina Chiesa Santa Maria Assunta

Diversi registri
Musica per organo da Händel a Morandi
attraverso Mozart e i classici

Klemens Schnorr, organo
 

ore 17.00
Rovereto, Auditorium Melotti

Omnibus Mozart
produzione teatrale con gli studenti del Liceo Rosmini di Rovereto
in collaborazione con EDUCA

Danilo Faravelli, testo e regia
Fabrizio Bernardini, coreografia
 
 
ore 17.30
Villa Lagarina, Casa Madernini


Duetto amoroso

Musiche per arpa e violino con strumenti originali
Spohr, Ferrari, Mozart, Haydn, Paganini

Arparla
Maria Christina Cleary, arpa classica
Davide Monti, violino

ore 21.00
Trento, Teatro Sociale,

Bologna e Rovereto nel segno di Mozart

Concerto in collaborazione con il concorso internazionale "2 agosto" di Bologna
Musiche dei vincitori del concorso
Haydn: Sinfonia nr. 52 in do minore
Händel-Mendelssohn: brani da Acis und Galatea

Orchestra Filarmonica di Torino
Andrea Dindo, direttore
Tiziana Scandaletti, soprano
Alessandro Brachetti, voce

Lunedì, 28 settembre

ore 17.30
Rovereto, Sala Conferenze Mart,

Wen die Götter lieben (Angeli senza felicità)

Film biografico su Mozart del 1942
Versione originale con sottotitoli
Regia di Karl Hartl
in collaborazione con il Nuovo Cineforum di Rovereto  

Biglietti: intero 16 €, ridotto 12 €, studenti 5 €.
Abbonamento per i 7 spettacoli del weekend: 85 €.

Ingresso libero per il concerto in Chiesa e per quello ad Ala, per il convegno, i laboratori e per l’appuntamento al cinema

Info: www.festivalmozartrovereto.com
.