Il funky di Maceo Parker e la musica portoghese di Teresa Salgueiro nel week-end del Maxlive di Costabissara

Jazz Vibes
[img_assist|nid=19416|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Costabissara (VI) - All'Auditorium Maxlive, il 18 e il domenica 19 aprile all'interno della rassegna Veneto Jazz Winter, si esibiranno due veri protagonisti della scena jazz internazionale. Sabato tochherà alla band di Maceo Parker, uno dei maggiori rappresentanti mondiali della musica funky, mentre domenica sarà la volta Teresa Salgueiro, la voce dei Madredeus in concerto con il Lusitânia Ensemble.
Maceo Parker, un sassofonista irruente e pieno di energia, che ha suonato con i più grandi della musica funk, prima di divenire egli stesso un bandleader. Nel 1964, con il fratello batterista Melvin, entrò nella band del padre del rhythm and blues, James Brown, (Maceo dice che è stato come andare all’Università), dove assieme al trombonista Fred Wesley e il sassofonista Pee Wee Ellis, formò una sezione di fiati che divenne un modello per le future band soul e funk. Negli anni Settanta fu con George Clinton e la Bootsy’s Rubber Band, collaborando poi anche con Ray Charles, Ani Di Franco, James Taylor, De La Soul, la Dave Matthews Band e i Red Hot Chili Peppers; fece parte anche del clan Parliament/Funkadelic e nel 2004 fu chiamato da Prince per il tour Musicology. Maceo ha inciso nel 1990 il primo disco a proprio nome, Roots Revisited, seguito l’anno successivo da Mo’Roots, entrambi di grande[img_assist|nid=19418|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427] successo, ma la vera svolta è con il live del 1992, Life on Planet Groove, un must per tutti gli appassionati del genere. La sua ultima registrazione è School ’s In!, fra i migliori dischi funk usciti di recente. Rifacendosi al gospel e al blues e partendo dagli stili sassofonistici di David "Fathead" Newman, Hank Crawford, Cannonball Adderley e King Curtis, Maceo Parker ha creato un personalissimo sound, sanguigno e gioioso, teso e pulsante, influenzando tutti i sassofonisti funky che si sono rifatti al suo modo percussivo di porgere le note, che si basa molto sulle iterazioni e i riff ritmici più che sulle melodie, suscitando nell’ascoltatore un irresistibile impeto a ballare. Sul palco sarà accompagnato da Ron Tooley alla tromba, Dennis Rollins al trombone, Will Boulware alle keyboards, Bruno Speight alla chitarra, Rodney "Skeet" Curtis al contrabbasso, Jamal Thomas alla batteria, Martha High e Neta Hall come voci.

Un progetto dedicato alla musica portoghese, ai suoi linguaggi e alla sua antica cultura, guidato dalla voce di Teresa Salgueiro, ex voce dei Madredeus e fedele rappresentante del fado di Lisbona.

[img_assist|nid=19419|title=|desc=|link=none|align=left|width=405|height=640]Jorge Varrecoso Gonçalves, responsabile degli arrangiamenti originali nonché direttore artistico e musicale del progetto, ha rinnovato il Lusitânia Ensemble – il gruppo che accompagna Teresa Salgueiro – inserendo chitarra classica, basso acustico, chitarra portoghese, mandolino, fisarmonica, violoncello e doppie percussioni. È un viaggio nel tempo e nel territorio portoghese, un viaggio i cui confini si espandono anche in altre parti del mondo in cui la fusione delle culture è altrettanto radicata nel tempo.
Il concerto si divide in tre tempi, per consegnare al pubblico una visione completa del vasto mondo musicale portoghese: musica antica, musica popolare e tradizionale (con una parte dedicata al fado), musica contemporanea portoghese, reinterpretando autori come Carlos Paredes, Fernando Lopes Graça...
A guidare questo viaggio, Teresa Salgueiro che, dopo il successo planetario dei Madreadeus, ha deciso di intraprendere una carriera da solista, liberandosi di certi clichè e scegliendo un repertorio più adatto alle sue corde vocali, ovvero timbri alti con venature calde, perfette per un certo lirismo.

Veneto Jazz Winter 2009

Auditorium Maxlive: via Meucci 44 - Costabissara (VI)

Sabato 18 aprile 2009, ore 21:15

Maceo Parker Band

Domenica 19 aprile 2009, ore 21:15

Teresa Salgueiro & Lusitania Ensemble

Biglietti: primo settore: 30,00 euro, secondo settore: 25,00 euro, terzo settore: 20,00 euro

Info: Veneto Jazz
Tel. 0423452069
jazz@venetojazz.com
www.venetojazz.com