Il gesto del suono, ricerca nel contemporaneo e alla contaminazione dei generi artistici a Bolzano

Deep Focus

[img_assist|nid=13696|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]BOLZANO - Sarà il concerto del contrabbassista e compositore Stefano Scodanibbio intitolato Voyage That Never Ends a inaugurare giovedì 19 giugno alle ore 19.00 al Centro Trevi di Bolzano, Il gesto del suono iniziativa dedicata alla scena musicale di sperimentazione, alla ricerca nel contemporaneo e alla contaminazione dei generi artistici.

Curato da Claudio Chianura, editore, musicista e giornalista musicale, Il gesto del suono propone dal 20 giugno al 31 luglio un vero e proprio percorso visivo e sonoro dedicato al gesto del fare musica, momento di unione tra creazione e ascolto musicale, attraverso documentazioni fotografiche e filmiche che ripercorrono le tappe della ricerca e della sperimentazione musicale del ‘900.
L’interazione tra le diverse discipline artistiche è la parola chiave per delineare gli orizzonti della ricerca nel contemporaneo sin dai primi decenni del ‘900: uno stimolo rilevante e significativo che ha condotto a contaminazioni sempre più profonde fra suono e immagini nelle più molteplici espressioni. Dalla videoarte al cinema, dalle performance live ai concerti, il connubio suono/immagine è diventato oggi un elemento quasi imprescindibile del fare artistico.
Tre le tracce di lettura proposte da Claudio Chianura per ripercorrere le tappe fondamentali del lungo itinerario di “avvicinamento” tra l’atto del fare musica (il suonare) e la sua esaltazione in immagine.
Linea portante del progetto è un intenso itinerario di video musicali che comprende l’avanguardia colta di John Cage e Cornelius Cardew, l’improvvisazione creativa di Fred Frith e Han Bennink e conduce fino alla sperimentazione elettronica di Alessandro Cipriani, di Steve Jansen e David Sylvian con le immagini di Shoko Ise.
A questa prima chiave interpretativa si affianca una galleria di “ritratti fotografici” realizzati da quattro tra i più importanti fotografi “musicali” italiani: Rita Antonioli, Silvia Lelli, Roberto Masotti e Luciano Rossetti.
Il cd Il gesto del suono raccoglie infine alcuni tra i più significativi esempi della ricerca strumentale degli ultimi decenni, attraverso le esecuzioni pianistiche di John Cage,[img_assist|nid=13697|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=535] quelle al contrabbasso di Stefano Scodanibbio, le chitarre di Fred Frith, l’elettronica di Robert Ashley, Steve Jansen, Walter Prati, la profondità vocale di David Sylvian, Robert Wyatt e Demetrio Stratos. Una vera e propria antologia sonora della sperimentazione musicale contemporanea, corredata da un booklet di approfondimento e di documentazione dell’iniziativa.
Ideato e realizzato a Bolzano, Il gesto del suono sarà riproposto a Milano negli spazi di Palazzo Reale, dal 2 al 25 settembre 2008, nell’ambito del Festival Mito.

Dopo Operazione, On & on, Musicaxocchi e le 5 giornate del jazz, il progetto “Il Gesto del Suono” segna un’ulteriore tappa del percorso di approfondimento della cultura musicale dei nostri giorni promossa dall’Ufficio cultura della Ripartizione Cultura Italiana della Provincia Autonoma di Bolzano, ed accompagna, quale evento collaterale, la Biennale di Arte Contemporanea Manifesta7.

Dal 19 giugno al 31 luglio 2008

Centro Trevi, Via Dei Cappuccini 28 - BOLZANO
 
Il gesto del suono

Artisti: Rita Antonioli, Silvia Lelli, Roberto Masotti, Luciano Rossetti

A cura di Claudio Chianura

Promossa dall’Ufficio Cultura della Ripartizione Cultura Italiana

Vernissage: giovedì 19 giugno, alle ore 19:00

Orario: lunedì 14.30-18.30, martedì, mercoledì e venerdì 10-12.30 e 14-18.30, il giovedì dalle 10 alle 20

Ingresso libero

Info: tel. 0471300980
centrotrevi@provincia.bz.it 
www.provincia.bz.it/centrotrevi