Il Salone Internazionale del Libro di Torino con due appuntamenti a Venezia Jazz Festival

Cult&Books
VENEZIA - In occasione dell'edizione 2009 di Venezia Jazz Festival, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, che promuove fra gli altri il Salone Internazionale del Libro di Torino, organizza due incontri che hanno come protagonisti i libri, gli scrittori e i musicisti intorno al connubio “musica e territorio”.
Prendendo spunto dalla figura di Emmet Ray, il chitarrista evocato da Woody Allen in Accordi e disaccordi - film presentato nel 1999 al Festival del Cinema di Venezia - spirito melanconico votato eternamente alla musica e al mistero dell’arte, i due appuntamenti tracciano un profilo degli effetti che la musica - jazz e non solo – induce sulla vita contemporanea.
I due appuntamenti, ad ingresso libero, si svolgono presso le Sale Apollinee del Teatro La Fenice, mercoledì 29 luglio (ore 17.00) e giovedì 30 luglio (ore 16.30).
Il primo incontro, dal titolo Il suono delle città, vede la partecipazione di Fabio Geda autore di Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani - selezionato per il Premio Strega 2007 ed Esordio dell'anno per gli ascoltatori di Fahrenheit RadioTre - e L’esatta sequenza dei gesti, entrambi editi da con Instar Libri, e Massimo Bubola, musicista e paroliere, le cui collaborazioni spaziano da Fabrizio De André a Milva, da Mauro Pagani a Fiorella Mannoia. Al dialogo segue il live di Davide Dileo, in arte Boosta, tastierista dei SubSonica, nonché dj, produttore e scrittore, con due libri al suo attivo: Un'ora e mezza e Dianablu.
Il secondo incontro, dal titolo Influenze: l'Italia e il mondo, vede la partecipazione di Luca Ragagnin, scrittore e paroliere torinese, che nel 2009 ha dato alle stampe per Instar Libri Un amore supremo dedicato alla storia del jazz, e Oscar Prudente, autore e musicista che ha legato il suo nome a cantautori come Tenco, Battisti e Fossati. I genovesi GnuQuartet, attualmente impegnati in concerto con Gino Paoli, Afterhours, Simone Cristicchi e Niccolò Fabi, chiuderanno l'appuntamento con un live a metà fra tradizione e innovazione.
I due incontri saranno seguiti da un aperitivo a cura di Veneto Jazz e Odilla Chocolat, giovane ma già affermato maître chocolatier torinese. Durante gli incontri saranno in vendita i libri degli ospiti.

L’ingresso è gratuito

Info: Associazione Culturale Veneto

tel. 0423452069

jazz@venetojazz.com

www.venetojazz.com